CAVO ALIMENTAZIONE SB-3  SCHERMATO   3 X 1,5

 

Nuovo cavo sezione 3 x 2,5 mm

 

disponibile  anche a metratura

 

 

Vedi commenti pag 1

 

 

Prezzi:

 

Cavo  potenza SB3 lunghezza 1,5 mt terminato Tedesca o Italiana 10 / 16 Amp  e IEC  

 45/00 Euro

Cavo  potenza SB3 con ferriti  lunghezza 1,5 mt  come sopra    

 55/00 Euro

Cavo  potenza SB3   3 x 2,5   lunghezza 1,5 mt terminato Tedesca  o  Italiana 16 Amp

60/00 Euro 

Cavo  potenza SB3   3 x 2,5  con ferriti   lunghezza 1,5 mt   

75/00 Euro 

Cavo sciolto al metro     3 x 2,5

 8/00 Euro

Cavo sciolto al metro     3 x 2,5

12/00 Euro  

Spine italiane da 10 e 16 Ampere    sciolte   

 3/00 Euro

Spine tedesche   

 3/00 Euro

Spine iec 

 3/00 Euro

Anelle ferrite 

 4/00 Euro

Disponibili cavi sb3 terminati di varie metrature    chiedere

 

 

TRASPORTO:   Pacco celere j + 3   = 7 euro     Contrassegno pacco celere 3 Euro

TEMPO DI CONSEGNA:   se non ci sono problemi particolari 1 settimana

PER ORDINARE : Sbisa' Giovanni e c snc  Via grosoli 6  41012  Carpi MO tel 059-685054 o mandare  mail a :davide.sbisa@tin.it specificando indirizzo di spedizione e  telefono 

  


 IL COMMENTO DI MASSIMO 

 

Caro Davide, mi è arrivata ieri (10 giorni da Carpi a Salsomaggiore, le  Poste hanno battuto un altro record negativo!), la busta con l'accessorio per montare il filtro con fusibile e interruttore sulle elettroniche. Ho trovato anche la punta da 2mm e il cd, ti ringrazio  molto per ambedue.    Apprezzo davvero questa cura dei particolari che hai per i tuoi prodotti, è così rara!   Non ho ancora montato filtro e scatolino, perché sto tentando di cambiare lettore di cd e quindi aspetto quello nuovo (però usato) per fare il  lavoro.  Spero vorrai pubblicare questa e-mail come recensione, ti meriti ogni
complimento.     Così per provare, ho collegato il tuo cavo speciale di alimentazione  alla rete. L'ho messo fra la presa a muro e la vaschetta IEC con filtro   antidisturbo montata prima della ciabatta cui sono collegate tutte le
mie elettroniche.

 L'impatto sulla musica è stato DRAMMATICO. Un cambiamento soprattutto nella gamma alta. Ho sentito lo spezzarsi del  suono alle alte frequenze, piatti di batteria in punta di bacchetta di Legno, e quei "fshhh" tirati e strascicati delle spazzole, per nonl parlare della secchezza naturale dei suoni elencati, che non è asprezza, ma carattere brillante.

L'ampli nad 3020      2 x 70 w

 Con il mio impianto, almeno, ci hanno guadagnato la definizione e la precisione dei suoni. I bassi del subwoofer hanno  frenato con decisione, accentuando la freddezza tipica del Nad 1020a,  diventando anche loro più precisi e meno invadenti.   La scena sonora non mi pare abbia subito modificazioni, probabilmente  perché ho già il filtro antidisturbo.   Il mio impianto è composto da un Nad 3020 collegato in fase pre, che pilota una coppia di diffusori Wharfedale active Diamond da 30watt. Un preamplificatore Nad 1020a che pilota un subwoofer attivo 120watt Mivoc  25cm bass reflex modificato con speaker RS100 della Coral, giradischi Technics SL-1410 MKII controllato al quarzo oltre a un lettore cd Technics mash vecchiotto e anche questo modificato.   Caro Davide, BEL LAVORO!!!
Lasciami aggiungere solo che a volte si tende a dimenticare che la musica è una passione e che come tale non si dovrebbe limitarla  all'ascolto "tecnico" o alla perizia costruttiva. Per questo motivo io mi sono fiondato a "mettere su dischi" con motivi razionali ma anche e soprattutto "passionali". Ecco alcuni dei dischi ascoltati per la "prova" del tuo cavo (senza ferriti), prova che ha confermato le impressioni iniziali.

Interprete - titolo brano - modalità incisione - motivo dell'ascolto
Dave Matthews - drum solo - live in concert - Mp3 - strepitose dinamica e definizione della scena sonora
Nicola Arigliano - Marilù, da "Go man!" - live in club - CD - ottima incisione
Dire Straits - Sultans of swing, da "Dire Straits" - studio - CD - una delle più equilibrate incisioni del Rock
Ella Fitzgerald & Louis Armstrong - Summertime - studio - Mp3 - chi non capirebbe?
Avril Lavigne - Skater boy - studio - Mp3 - una bella sferzata ai diffusori
Everything but the girl - Apron strings, da "The best of..." - per sentire tremare d'emozione la voce della cantante
Sting - Fields of gold, da ."..all this time" - live in club - CD - bassi stranissimi e molto interessanti
Roxette - It must have been love - live in concert - CD - coinvolgente, buona spazialità del palco
Beach Boys - Good vibrations, da "Beach Boys '69" - Live in theater a Londra - LP - strepitoso e basta :-)))
Az Yet - Hard to say I'm sorry - acapella in studio - Mp3 - bell'impasto vocale
Eric Clapton - Tears in heaven, da "Live on tour 2001" - live in concert - Cd - ottima incisione, canzone significativa
Eric Clapton - Acoustic guitar solo - studio - Mp3 - ottima incisione/esecuzione di chitarra acustica
Diana Krall - Straighten Up and Fly Right - studio (ma non sembra) - Mp3 - ottima incisione, bella voce
Diana Krall - Big Foot - studio - Mp3 - i migliori sette minuti di Jazz che abbia mai sentito, lei non canta, suona il piano (super)
Pat Metheny - Tears in heaven - strumentale in studio - Mp3 - un sassofono struggente, che sembra uscire dai diffusori
James Taylor - Mexico - live in concert - Mp3 - uno dei migliori live Rock di sempre
Enigma - Once in a lifetime - Mp3 - musica recente, ma meno fastidiosa del solito
Ciao!    Massimo     theknack@tiscali.it 


 IL COMMENTO DI FRANCESCO

Ciao Davide,

ho aspettato un po' prima di scriverti il mio parere sui cavi SB3 che ho montato su ampi e lettore cd per rodarli e per farmi un'idea ben precisa sul loro apporto al mio impianto... devo dire che rendono il suono più naturale ed aumenta, come mi avevi anticipato, la facilità con cui si individua la posizione di uno strumento e lo si distingue meglio dal resto della massa sonora, in definitiva sono molto soddisfatto del mio acquisto.

A presto, bye!

franzap@supereva.it           www.rare-watches-sellers.com


 IL COMMENTO DI MARCO 

 

Carissimo Davide,  ho ricevuto il cavo di alimentazione che ti avevo ordinato (mi permetto di ricambiare il "diamoci del tu" perchè ho realizzato che siamo praticamente coetanei....classe 63.....sono negli "anta").
Come prima cosa ti descrivo il mio impianto:

Amplificatore integrato Beard Hybrid 50 (2 x ECL86 finale MOS-FET)
Diffusori Sonus Faber Minima Amator su stand Sonus Faber Iron
CD Player Sony CDX-330
Convertitore D/A Orelle DA188
Cavo digitale toslink Audioquest Optilink G
Cavi segnale Monster Cable Interlink 400 MKI
Cavi Potenza Hidiamon  HD Power + BWI MKII
Cavo alimentazione SB-3
Tavolino Solidsteel 3.4


Appena ricevuto il cavo ho sostituito quello di tipo tradizionale già presente e ho cominciato il "rodaggio". Ti dico che avevo da poco sostituito i cavi di potenza e quindi ho faticato per poter essere veramente obiettivo nel valutare le differenze introdotte dal cavo SB-3 (non avendo ancora digerito completamente la precedente novità). Per cui mi sono armato di pazienza e ho intrapreso la nota impresa del "metti e leva e poi riascolta". All'inizio ho notato sicuramente una diversa messa fuoco dell'immagine e una microdefinizione che all'aumentare delle ore di ascolto si è fatta più
evidente (non ti descrivo le difficoltà legate all'ottenere il giusto silenzio dalle mie tre belve hops....i miei tre figli e dalla loro gentile mamma).   Oggi sono certo dei risultati e posso affermare che pur trattandosi di "sfumature" avvertibili principalmente con incisioni di pregio (del resto se una cosa sul cd non c'è non esiste cavo che la possa creare) riesco a percepire una certa trasparenza e una capacità di separare i suoni uno dall'altro (malgrado l'impianto già riuscisse ad eliminare quelle fastidiose sensazioni di suono impastato pur mantenendo il calore tipico delle
elettroniche anglo/italiane). L'immagine visiva (ma stiamo parlando di audio?) ha acquisito profondità riuscendo a distribuire il fronte sonoro su più piani (nella musica da camera riesco a percepire quanto uno strumento è lontano da me rispetto ad un altro...immagina un quartetto d'archi disposto a semicerchio). Ritengo (così evito di scrivere un trattato) visto il rapporto prezzo/effetto l'acquisto veramente azzeccato...non tralasciando l'estetica (sono riuscito a cablare il tutto facendo in modo che il cavo  SB-3 si veda!! ) che è chiaramente accattivante e la qualità costruttiva (giuro che non l'ho smontato!!) che traspare evidente (complimenti).

Mi avevi chiesto anche una breve recensione su un componente di cui sono soddisfatto e non posso evitare di dedicare qualche parola alle Sonus Faber Minima Amator :  Sono diffusori difficili, provate a farle suonare con un amplificatore "indegno" e otterrete situazioni da pianto...ma abbinatele ad un amplificatore di classe ed entrerete in un mondo insospettabile generato dalle piccole ma elegantissime italiane. Ho ascoltato diffusori presso mostre e negozi di prezzo anche triplo e forse più ma non sono ancora riuscito ad avere le sensazioni di trasparenza , ricostruzione
dell'immagine, sembra incredibile....bassi profondi (naturalmente parliamo di mini monitor) e di robustezza sonora (non si scompongono neanche con la manopola del volume spalancata) che sono capaci di erogare le "piccole". La costruzione e l'estetica poi a mio avviso non hanno pari. Mi chiedo perchè la Sonus non continui a produrre prodotti di questo livello (mi sembra ormai un po' compromessa con la tendenza dell'audio-video, di cui sono anche io appassionato) e abbia mantenuto la produzione classica su prodotti di categoria quasi per tutti inarrivabile.
Saluti carissimi.     Marco Terranova – Roma      M.Terranova@informatica.aci.it 

 

Davide -  Guarda marco  sono MOLTO contento di averti accontentato , e mi sembra che tu abbia centrato l'essenza di questo accessorio , che e quella di aiutare un pochino la definizione sonora , aiutare tantissimo l'occhio perche e
veramente professionale alla vista , e costare il giusto ........ che non guasta mai. Grazie di tutto e presto apriro un dibattito sulle tue casse..... ciaooooo  Poi se sul sito trovi la paginetta e vuoi ampliarla , basta che mi mandi una
mail a me e ti inserisco subito.   ciaooooooooo    Davide  
www.audiocostruzioni.com


 IL COMMENTO DI ULDERICO 

 

caro Davide,

finalmente dopo 15 giorni dalla richiesta mi sono arrivati i 2 cavi di alimentazione con ferriti , uno per il lettore cd e l'altro per l'ampli.

Vediamo subito in quale catena sono stati inseriti :

lettore cd: Accuphase DP55V

ampli integrato . Accuphase E212

cavo di segnale : Audioquest King cobra bilanciato XLR

diffusori su stand : RCF BR 1037

cavo di potenza : Esoteric audio usa

cuffia elettrostatica : Stax sr5

piastra di registrazione : Aiwa ad-f850

 

il tutto su mobiletto Solidsteel 3.4 migliorato nell'isolamento con i coni di disaccoppiamento della serie 5

Innanzitutto mi scuso se non ho messo le foto di questo impianto ma non ho la macchina digitale , comunque se qualcuno degli amici che ci legge vuole vedere queste eleganti elettroniche (non lo dico io ) basta che vada  su www.accuphase.com , mentre  una prova dell' ampli si trova su www.videohifi.com e una del lettore cd si può leggere in inglese cercando con google "cd replay for today" : la prima pagina trovata dal motore di ricerca riguarda proprio il DP55V.

OK , finiti i preamboli veniamo all'impatto estetico all'apertura della confezione : da 5 stelle cioè ottimo secondo  le votazioni di Quattroruote (vogliamo farlo questo paragone con un'altra passione di tutti noi o quasi ? ) non li ho attaccati subito alle elettroniche perchè ho voluto prima rigirarmeli tra le mani per apprezzarne lo spessore , la robustezza , il peso , l'estetica tutti elementi che denotano l'accuratezza e la passione che ci metti nell'assemblaggio di questi oggetti che pur nella loro intrinseca semplicità trasudano tecnologia al semplice tatto e che fanno provare  una sensazione tutta speciale di appagamento nel possederli che solo noi audiofili possiamo capire .

Una logica conseguenza della loro robustezza è la scarsa flessibilità in prossimità della ottima spina gewiss dovuta anche alla presenza di una delle due ferriti che mi ha sconsigliato dal farli fare una doppia curva  di 90 gradi intorno ad una gamba del mobiletto .

A proposito di confezione , l'elegante panno nero in cui erano avvolti i cavi ha costituito per me una sorpresa davvero gradita perchè starà benissimo come parapolvere sopra l'ampli ,quando spento :)) al posto della solita pezza .

Ed eccoci alle impressioni di ascolto : devo dire che non possono essere particolarmente approfondite perchè mi manca il termine di paragone non tanto di un lungo ascolto con i vecchi cavi forniti di serie , quanto proprio della nuova coppia Accuphase acquistata meno di un mese fa .

Comunque una sensazione netta lo avuta subito : quella di aver eliminato il collo di bottiglia costituito dai vecchi cavi . All'ascolto ho avuto la netta impressione che finalmente la corrente scorresse nella quantità richiesta dal mio ampli ,che ne è un notevole erogatore visto la facilità con cui pilota anche casse dalla bassa impedenza di 4 ohm e meno, e infatti le vecchie e oneste RCF (lo so che non sono assolutamente adeguate al resto della catena ma sono solo temporanee in attesa che si avveri un sogno chiamato Sonus Faber Cremona... ) che già suonavano come mai avevano fatto prima col vecchio impianto ora pilotate dall'accu. ben "nutrito" sono davvero spremute al massimo , tanto che se li ascolta senza vederle sembra che i bassi provengano da diffusori da pavimento molto più costosi . Il miglioramento apportato dai tuoi SB3 al lettore ma soprattuto all'ampli lo potuto anche sperimentare , infatti il potenziometro del volume di quest'ultimo con il vecchio cavo fornito di serie lo tenevo su 3 (la scala va da 1 a 10 a passi di 0.5 ) con i 2 Vumeter che oscillavano intorno ai  -30 db : ebbene appena montato il nuovo SB3 il volume si è alzato da solo , i Vumeter oscillavano intorno ai -20 db tanto che per sentire allo stesso livello di prima , e non essere accusato di sordità dalla mogliettina , ho dovuto abbassare il volume a 2 , 2 e mezzo .

Che altro dire Davide , io non faccio pubblicità gratuita a nessuno ,figurati che quando ho cambiato auto ho detto al concessionario che non volevo nessun nome suo dietro sul vetro o sul portatarga dato che non mi pagava per fargli pubblicità (ti lascio immaginare la faccia che ha fatto ) per cui ti faccio i complimenti più meritati per i tuoi splendidi cavi di alimentazione ( perchè non provi a farne uno con un filtro di rete incorporato , credo che avrebbe molto successo )e ti candido a fornitore dei cavi di potenza per le mie prossime casse , sperando che siano le SF. 

ciao , Ulderico


 IL COMMENTO DI AMEDEO  

 

Gentilissimo Davide,

con una celerità degna di nota, ho ricevuto il cavo sb3 che ti ho ordinato un paio di giorni fa. L'aspetto è molto professionale (è uguale in tutto e per tutto ai cavi che ho visto quest'estate in Germania in alcuni negozi di HI-Fi), ad uno sguardo più attento si presenta come un cavo di notevole fattura, curatissimo dal punto di vista elettrico. Per ora, sono riuscito a provarne solo uno spezzone che ho collegato prontamente all'ampli (LECTOR VFI70/L.). Che dire? Il suono, rispetto ai miei vecchi cavi di alimentazione (AUTOCOSTRUITI), mi sembra molto più pieno e controllato su tutta la gamma di frequenza, inoltre, cosa importante, sembra che il sound sia più musicale meno "faticoso" ed "elettrico". Oggi preparerò un altro spezzone per il Cd Player (PHILIPS 780 customizzato) ed uno per la mia ciabatta (AUTOCOSTRUITA). Sono sicuro che il suono andrà sempre più nella direzione sopra descritta. Avrò modo di confrontarlo anche con un cavo Strateg di categoria Entry-Level, ti farò sapere.

Per ora, COMPLIMENTI vivissimi per il sito (è stata una piacevolissima scoperta), per la qualità degli interventi e per i prodotti che selezioni (lo evinco dalla qualità dell'SB3). Quando potrò, proverò anche il cavo di segnale e quello di potenza.

Un saluto a te e a tutti gli amici del sito    AMEDEO    amemas@tiscalinet.it


 IL COMMENTO DI GIAMPIERO  

Ciao Davide, scusa il ritardo per quanto riguarda le impressioni del cavo di alimentazione,che mi accingo brevemente a fare.     Innanzi tutto grazie per la spedizione e scusami per il contrattempo verificatosi. Non ho potuto ascoltarlo a lungo, ma dopo un breve"rodaggio" ho notato un mutamanto positivo della scena sonora, un basso piu'     controollato e robusto e miglior bilanciamento verso il centro di ascolto. Non appena saro' in grado di fornirti dati piu' precisi sul mio impianto, allegando delle foto,te lo inviero'..... Spero presto di poter acquistare anche i tuoi cavi di potenza.  Con stima Giampiero Lattanzi.    gpiero.lattanzi@virgilio.it


 IL COMMENTO DI MASSIMILIANO  

Ciao Davide,
Ho provato la sb3 collegandola al mio lettore dvd è il miglioramento nell'audio è pazzesco se rapportato a quello ottenuto con il cavi di alimentazione dato in dotazione (nn sembra di aver cambiato il cavo di alimentazione ma un cavo di segnale...davvero pazzesco)!!!Sono rimasto così soddisfatto che tra un mesetto cambierò l'ampli con uno nuovo e allora comprerò altre sb3!!!Se mi dici come fare ti lascio le mie impressioni sul sito!Ciao

 massimiliano.caruso7@virgilio.it


 IL COMMENTO DI GIANPAOLO

 

Ciao Davide finalmente  sono in grado di mandarti i commenti riguardo i tuoi cavi di alimentazione, ho aspettato circa un mesetto per ascoltare ben bene una carrellata di cd e notare tutte le sfumature che hanno apportato. I cavi sono molto belli e ben fatti davvero, non ho provato prima a cambiarli all’ampli e poil al cd ma ho sosituito subito i cavi a entrambi agli apparecchi. Ad un primo colpo d’orecchio mi sono chiesto sinceramente se ne era valsa  la pena perché mi aspettavo dei cambiamenti abissali. Così ovviando al mio personale difetto di giudicare subito ho aspettato un po’ di tempo e dopo aver fatto ingoiare un discreto numero di cd al paganini ho sentito i benefici dei cavi. Innanzitutto questo è il mio impianto:

 

Amplificatore: AUDIO ANALOGUE PUCCINI S.E.

Lettore CD:      AUDIO ANALOGUE PAGANINI con coni disaccoppianti forniti sempre da Davide

Tuner:               PHILIPS FT930

Casse:               CHARIO HYPER 3 Mk2 (pilotate in biamplificazione)

Cavi segnale:   AUDIO TECHINICA AT 510

Cavi di potenza: Thender (da sostiutire)

 

    

 

Pultroppo la mia piccola stanza non consente ne l’uso di stand per le casse ne di un tavolo audiophile a modo.

Premetto subito che questo non è un impianto radiografante ai massimi livelli, ma molto morbido, dolcissimo, dove ogni strumento e voce rimangono al loro posto, oserei dire un po’ timido J, è proprio così che l’ho voluto perché mi consente di ascoltare tanta musica per ore anche a volume elevato senza mai affaticarmi.

La prima differenza che ho notato è sul basso, diventato più preciso e meno sbavone, adesso si propone con quel giusto punch quando serve poi se ne torna a dormire.

La scena sonora si è leggermente ampliata ed ha acquistato in profondita, si nota un maggior dettaglio negli alti che sono diventati anche più precisi.

Ma la cosa che mi ha lasciato veramente sorpreso è che i medi si sono portati finalmente più avanti essendo più presenti, cosa che nel mio impianto non erano di certo una prima donna, questo davvero era un effetto che non mi aspettavo e di cui sono davvero soddisfatto.

Il suono della radio che io ascolto molto è diventato meno metallico,(e ancora non ho effettuato nessuna modifica su questo) certo non sarà un prodotto proprio audiophile ma vi posso garantire che questo philips, almeno secondo il mio parere, mette in riga molti sintonizzatori della sua fascia.

Si tratta di sfumature importanti che ho notato solo dopo un lungo ascolto e dopo aver fatto rodare i cavi. Certamente adesso sono soddisfatto dell’acquisto, qualità prezzo difficilmente riscontrabile credo.Grazie. Tempo fa in un negozio di hi-fi stavano per vendermi dei cavi che costavano ben 127 euro l’uno, ne sarebbe valsa la pena? Fornisco una lista  di alcuni Cd con i quali ho effettuato l’ascolto.

 

Suzanne Ciani: Turning-Tangerime Dream: Great wall of China-Mike Oldfield: Voyager-Fiorella Mannoia: certe piccole voci (live)-Celine Dion: live a Paris-Tchaikovsky: serenata per archi op.48-Michael Gettel: The key-Kevin Kern: beyond the sundial-Beethoven: sinfonia 6&9-Dancing Fantasy: love letters.

 

gianpaolo.guerrini@poste.it                                                                                                    SIENA


 IL COMMENTO DI  SILVIO

 

Ciao Davide,   Come da promessa ti invio queste poche righe a commento dei cavi di potenza  Sommercable SuperElephant 8x4, e dei cavi di alimentazione SB-3 (3x1,5)  schermati con ferriti.

 

Il mio impianto è costituito da:
 
Sorgente analogica: Rega Planar 3 con braccio Rega 300B e testina Goldring  1042.
Pre phono valvolare: Ming-Da MC 767-RD ( valvole Electro Harmonix)
Sorgente digitale : Esound E5
Amplificatore integrato valvolare: Ming-Da MC 368B
Diffusori : TOTEM Sttaf collegate in biwiring
Cavi di segnale: in rame ofc autocostruiti (non da me) e Nordost Black Knight.

rega planar 3

totem

super elephant 8 x 4

esound E5

ming da 767


Dopo un ³rodaggio² di circa 40 ore dei SuperElephant, concordo con quanti prima di me hanno notato una migliore ricostruzione della scena sonora che ora appare più elevata, una maggiore ariosità e dettaglio musicale, un controllo dei bassi molto preciso (prima tendevano a ³scivolare² via), le frequenze medie sono molto più avanzate con evidente vantaggio per la voci che ora appaiono più naturali e incisive. Fatica d¹ascolto :assente.

La sensazione di ascoltare brani conosciuti e di riviverli come assolutamente nuovi, con nuove sfumature mai ascoltate prima è davvero gratificante!
Giudizio finale : ottimi
 
I cavi di alimentazione SB-3 aggiunti in seconda istanza hanno contribuito ad accrescere la musicalità di tutto l¹impianto, veramente notevoli anche loro.CD:
Tuck and Patti :³Tears of Joy² e ³Paradise found²
McCoy Tyner : ³New York Reunion²
Good Vibes : ³Jazz at the Pawnshop 3²
Miles Davis : ³Kind of Blue²
Patricia Barber : ³Cafè Blue²
Pink Floyd : ³The Dark side of the Moon²
Genesis : ³Selling England by the Pound² (Firth of Fifth paradisiaco!!!)
Genesis : ³Seconds Out²
Fabrizio De Andrè : ³1991 Concerti²
Gershwin : ³Rhapsody in Blue² ( Deutsche Grammophon)
Ravel : ³ Bolero² ( Deutsche Grammophon)
 
LP:
Pink Floyd : ³The Dark side of the Moon²
Pink Floid : ³Wish you were here²
Tony Banks : ³A curious feeling²
Joe Jackson : ³ Night and days²
Tanita Tikaran : ³Everybody¹s Angel²
 
Ciao
   Silvio   silviopacia@aliceposta.it

L'impianto di Silvio

 
Il ming  da 368 e  un ottimo amplificatore,  dopo un congruo rodaggio di circa un centinaio di ore e un riscaldamento di almeno 1/2 ora da il meglio di se.
Ha l'opzione di funzionalità ultralineare e quella di triodo.  La prima è indicata per musica classica, pop-rock dove dinamica dettaglio prevalgono, la seconda indicata per vocalist - chitarre e jazz dove prevalgono la dolcezza, la timbrica e il calore del valvolare.
Assoluta assenza di affaticabilità all'ascolto. Insomma un jolly da usare per ogni circostanza. Sono molto soddisfatto e lo consiglio vivamente!!!!
Valvole  KT 88-98 (le migliori e vivamente consigliate per questo ampli)
 Ciao Silvio     
silviopacia@aliceposta.it

 


  IL COMMENTO DI ROBERTO

Ciao Davide,

come promesso, ti scrivo un commento molto "da consumatore" circa le mie elettroniche audio/video.

 

CAVO SB3

Comincio col dirti che il collegamento del tuo cavo di alimentazione SB3 al mio monitor al plasma, si è rivelato sorprendente in temini di qualità.

Volevo un cavo serio, solido, affidabile, che garantisse una buona alimentazione al mio monitor, e sono andato oltre le attese.

L'immagine è migliorata sensibilmente e sono scomparsi gli effetti "sgranatura", contrasto e nitidezza acquistano ulteriore qualità.

A completare il tutto 2 anelli di ferrite acquistati al tuo banchetto durante "Milano Hi-End" posti alle due estremità del cavo.

Complessivamente posso affermare che nonostante il tuo cavo sia stato usato prevalentemente per alimentare impianti Hi-Fi, può tranquillamente essere consigliato per alimentare tv al plasma e/o LCD con un sicuro vantaggio in termini di alimentazione e qualità visiva.

Roberto ha provato il mio cavo SB3 per un monitor al plasma

 

Il diametro del cavo, la schermatura, i componenti da te usati e l'assemblaggio finale, garantiscono sonni tranquilli a tutti coloro che hanno qualche problema di energia elettrica un poco "sporca" oppure semplicemente per chi desidera sostituire i cavi in dotazione ai componenti elettronici, solitamente di scarsissimo livello.

 

IMPIANTO HI-FI

Da dicembre 2004 posseggo il seguente impianto :

lettore CD Densen Beat B400 plus

amplificatore Exposure 2010

diffusori Totem Acoustic Rainmaker

cavi di interconnessione Nordost "Enchantress"

cavi di potenza Nordost "Solar Wind"

cavi di alimentazione Cablerie d'Eupen ( modello "Volga" per il CD "Kama" per l'amplificatore )

stands per diffusori Soundsystem

tavolino rack solidsteel 3.4

costo complessivo circa 5.800,00 Euro

 

Questo impianto è frutto di sinergie studiate in sede di acquisto con il prezioso aiuto del titolare dello show-room che mi ha aiutato nella sua composizione, con confronti e sedute d'ascolto.

Partendo dal vertice della piramide, è senz'altro il lettore CD della Densen che fa la differenza; il prezzo di Eur 2.161,00 viene giustificato da una musicalità fuori dal comune, difficilmente riscontrabile anche in macchine dal costo quasi doppio !

Ascolto musica da oltre 20 anni e posso garantire che è senz'altro il migliore lettore cd che io abia mai posseduto : per me una scelta definitiva.

Il suono esce timbricamante ineccepibile, ogni minima informazione viene estrapolata in maniera quasi imbarazzante, tanto da non riconoscere più nemmeno i propri cd.

E' paragonabile ad un ottimo giradischi analogico, chiudendo gli occhi a stento si riconosce che la fonte è digitale...

Splendido anche nella sua semplice costruzione esterna monoblocco e nei suo comandi davvero spartani, tutti rigorosamente manuali in quanto il telecomando viene venduto ( ad un prezo esagerato... ) separatamente.

Unico neo : i comandi frontali sono piccoli tasti in ottone che se non vengono premuti in maniera adeguata, non recepiscono il comando.

Collegato all'ampli Exposure 2010, ne esalta ogni minima qualità.

L' Exposure 2010 è da poco uscito di produzione, decisione criticabile, in quanto trattasi di un prodotto "entry level" ( Eur 1.053,00 ) ma con un seguito di ammiratori notevole.

La versione "S" uscita in sua sostituzione, pare non abbia saputo raggiungere i vertici musicali del suo predecessore.

Trattasi di un piccolo ma muscolo gioiello dell' Hi-Fi " made in Britain ", quindi con una musicalità neutra, timbricamente preciso con grande dinamismo e coinvolgimento.

Difficile trovare a quel prezzo un degno sostituto.

Un matrimonio assai felice con i diffusori Rainmaker della Totem Acoustic.

Il binomio Exposure-Totem è considerata da molti esperti del settore, un' accoppiata assolutamente inimitabile.

Le Rainmaker sono piccoli bookshelf a due vie con raccordo posteriore reflex, da me usate in bi-wiring, sfruttando la possibilità oferta dall'amplificatore per il collegamento bi-wired ( altro grande punto a favore dell' Exposure ! )

Il realismo ed il dinamismo offerto da queste piccole canadesi, è totale e coinvolgente.

Dettaglio ai massimi livelli, che aumenta di qualità dopo almeno 3/5 mesi di rodaggio a volume limitato.

L'immagine tridimensionale è straordinaria, con un realismo allucinante per dei diffusori di quel litraggio.

Spietate con incisioni qualitativamente scadenti, restituiscono una musicalità sorprendente con incisioni di qualità, a volte imbarazzante...sembra di avere di fronte diffusori dal costo ( Eur 1.316,00 ) e dalle dimensioni più grandi.

Un impianto del genere, seppur considerato "entry level" ( forse per il prezzo, ma non per le prestazioni...! ), necessità di grande attenzione fin nei minimi particolari per poter assicurare una musicalità davvero notevole per questa fascia di prezzo.

Occhio anche al materiale musicale che si usa : se l'incisione è scarsa, avrete un risultato scarso, al contrario con buone incisioni, avrete grandi soddisfazioni.

Questo impianto restituisce fedelmente ciò che gli si propone, nel bene e nel male.

Spero di non essermi dilungato, a presto con le foto.

Ciao

 

Roberto R - Milano


 

 IL COMMENTO DI LUCA 

 

Ciao Davide,

sono Luca R  qualche settimana fa sono venuto a trovarti nel tuo laboratorio: se ricordo avevo comprato due cavi di alimentazione per il DVD ed un'altro per collegare la multipresa Bada al muro nell'impianto AV. Prima,incuriosito da tutte le eccellenti recensioni del suddetto cavo, li ho collegati ai due finali Audio Analogue Donizetti del mio impianto stereo: sono rimasti lì ed ho trasferito i precedenti cavi di alimentazione forniti dalla casa costruttrice all'impianto AV.

Infatti ho notato subito che il palcoscenico è migliorato, gli strumenti sono meglio definiti e leggermente più distanziati di prima, quindi ho avuto subito un tangibile miglioramento del suono: ora mi piacerebbe acquistare un cavo di segnale SB-16 con terminazioni RCA per metterlo tra il preamplificatore BELLINI e i due finali mono:

 


 IL COMMENTO DI CARMELO 

 

 

Eccomi qua, a distanza di qualche mese dagli “acquisti” effettuati, ho aspettato che passasse l’entusiasmo iniziale cosi da poter scrivere in maniera più “reale” le mie impressioni sul suono del mio impianto dopo i vari ritocchi a livello di alimentazione.

Sinceramente non credevo che curando l’alimentazione delle elettroniche avrei ottenuto risultati del genere…

Ho un impianto stereo costituito da un ampli Rotel serie 10 (1062) , un lettore CD Rotel serie 10 (1072), un “vecchio” ma fidato giradischi Technics  e delle casse KEF Q 11 a quattro vie.

Da quando ho acquistato il tuo condizionatore di rete la voce del mio impianto è cambiata completamente mi sembra di sentire suonare un altro impianto molto più “costoso” del mio.

Il condizionatore di rete, dopo ampio rodaggio, svolge egregiamente il suo lavoro, qualche giorno fa provando a mettere “in fase” l’impianto ho provato a collegare le elettroniche senza il condizionatore, volevo sentire la differenza… dopo qualche minuto di ascolto “mi mancava l’aria”… ho rimesso su tutto come prima… (ah, per quanto riguarda la messa in fase dell’impianto stereo effettivamente c’è differenza con le prese di alimentazione collegate in un senso piuttosto che in un altro, non saprei dire se in questo momento l’impianto è in fase, so solo che con questa configurazione suona nel migliore dei modi… per le mie orecchie…).

Comunque, se qualcuno ha delle perplessità riguardanti il miglioramento della qualità del suono attraverso la cura dell’alimentazione delle elettroniche il mio personale invito è quello di provare e vi assicuro che non crederete alle vostre orecchie.

Dopo l’acquisto del condizionatore di rete, lasciandomi coinvolgere dal risultato ho acquistato il distributore di rete con componenti B Ticino e i cavi di alimentazione delle elettroniche SB3, mi sono ancora una volta stupito dei risultati ottenuti assolutamente inattesi… “DETTAGLIO A TUTTO ANDARE…”

Sono un appassionato di musica Blues e suono la chitarra in una formazione blues da anni, molti dei miei CD li ho letteralmente “consumati” ascoltandoli di continuo per imparare le parti della chitarra, molti di quei CD li conoscevo Nota per Nota, quando li ho riascoltati dopo ”la cura” del mio impianto sono rimasto allibito sentendo quanti particolari mi ero perso,

“JUST ONE NIGHT” un CD live (favoloso) di Eric Clapton è sempre stato uno dei miei CD preferiti non mi ero mai accorto della ricchezza di suono della chitarra di accompagnamento (si sente a sx) un pò perché la mia attenzione era focalizzata sulla chitarra di Clapton che è molto più udibile ed è al centro della scena sonora un po’ perché effettivamente la mancanza di dettaglio mi consentiva di ascoltare la chitarra di accompagnamento solo in alcuni passaggi.

E’ solo un esempio ma da l’idea di cosa vuol dire ottimizzare un impianto stereo. Già da qualche tempo pensavo di sostituire le mie elettroniche con qualcosa di più importante, sinceramente adesso non sento più il bisogno.

Per chiudere ti dico che i materiali e la manifattura di cavi, condizionatore e distributore di rete sono veramente eccezzionali, e comunque la fattura artigianale dei pezzi da un tocco di “personalità” all’impianto … anche l’occhio vuole la sua parte.

Prossimo passo cavi di segnale e di potenza…

A presto…

Carmelo

 


 IL COMMENTO DI FREDIANO 

 

Ciao Davide, innanzitutto grazie per la solerzia con cui mi hai spedito i cavi ordinati ed eccoti due righe sulle mie impressioni di ascolto.

Ho montato i cavi su tutti i componenti del mio tuttora provvisorio impianto così composto:

 

Phono e phono box: pro-ject

Dac: Northstar 192

Integrato: Classè cap80

Casse: Apertura Nova

Cavo analogico: Linn

Cavi segnale: Audioquest sidewinder

Cavi potenza: Car audio speedline(in prossima sostituzione)

Meccanica CD: purtroppo un pessimo lettore DVD Sony in attesa di soldi per una meccanica decente 

 

INCREDIBILE.............

è l'aggettivo che descrive meglio le mie impressioni.Ero molto scettico sull'utilità di montare diversi cavi di rete, ma ora sono veramente entusiasta. Il suono che ne è uscito ha acquistato più corpo in basso e nei medi senza perdere la precisione degli alti, la scena sonora è diventata più dettagliata, ma soprattutto il Dac sebbene usato con una ridicola meccanica si è completamente trasformato..ora posso ascoltare anche i cd!!!!!!!!!!!!!!!!!

Per finire visto il prezzo direi di aver fatto un ottimo acquisto

Ciao e grazie

Frediano

 

 

Il commento  di  Giuseppe:

 

 

Era tempo che volevo dotare il mio impianto HiFi di cavi di rete diversi da quelli economici in dotazione ai componenti del mio impianto. Quando e’ arrivato il momento dell’ acquisto mi sono reso conto che i prezzi a cui vengono venduti i suddetti cavi sono abbastanza alti. La domanda sorge spontanea:

la spesa di circa 300 Euro  per due cavi di alimentazione (CD + Ampli) e’

giustificata?

Ho cercato allora di capire quali sono i principi su cui si basano i  cavi di rete ed ho trovato diverse informazioni sul sito  TNT audio.

In particolare ho letto gli  articoli :

“Non mi spezzo ma mi s-piego: cavi di alimentazione”

“Merlino: un cavo magico”

Da questi articoli si evince quali sono i principi che stanno alla base di un buon cavo di alimentazione e come sia possibile costruirsi un buon cavo senza spendere una cifra esorbitante.

A questo punto mi sono messo in cerca di un cavo che mi permettesse di costruirmi il Merlino ma, nella zona in cui vivo, i fornitori di materiale elettrico e di elettronica non avevano né cavi schermati né ferriti.

Ho deciso allora di ordinare ad Audiocostruzioni il cavo SB3  da 2.5mm più tutto l’ occorrente (comprese le ferriti) per costruirmi il “cavo magico”.

L' appetito vien mangiando (mi sono fatto prendere la mano) ed ho ordinato  (per  il mio lettore CD Jolida100A) 3 Magic Dream della Omicron di cui avevo sentito dire un gran bene.

 

Il mio impianto e’ cosi’ composto:

 

Giradischi Rega Planar3

Braccio     Rega Rb300

Testina      Grado Signatur Junior

Lettore CD Jolida100A cui ho sostituito le due valvole 12AX7 Cinesi in dotazione con due Svetlana

Amplificatore Audiolab 8000A

Diffusori Spendor LS3/5A  

Cavi di segnale Van Den Hul M.C.D. 102 MKIII 

Cavi di potenza  Ultra Cable Reference della Esoteric Audio 

 

Il mobiletto porta elettroniche  è della Alphason

I supporti per le casse sono i classici Linn Kan specifici per BBC LS3/5a

Q -Damper sotto le punte del mobiletto e dei supporti delle casse

 

Il mio impianto ha 15 anni e mi ha sempre dato soddisfazione. Ovviamente tutto è migliorabile ma mi sono reso conto che per un miglioramento degno di nota occorre spendere cifre elevate. Preferisco allora risparmiare  ed acquistare  CD e vinili.

L' unico acquisto recente è il lettore CD. Infatti la meccanica del mio  vecchio Sonographe SD1 non ne ha voluto più sapere di riprodurre i miei dischi argentati.  Vi garantisco che è stato veramente difficile trovar un  lettore CD che mi soddisfacesse sia dal  punto di vista timbrico che dal punto  di vista della riproduzione  tridimensionale della scena acustica, rispettando  la spesa massima che avevo preventivato. 

 

Ho iniziato il test inserendo i tre Magic Dream sotto il Lettore Cd.

Secondo me quello che i tre piedini migliorano e’ la percezione della posizione che gli strumenti e le voci occupano nel sound stage. Gli elementi sono ben separati gli uni dagli altri e  si riesce a percepire le singole esecuzioni  senza alcuno sforzo.

Mi spiego:

ho ascoltato il CD  Gospel Train  (Velut Luna) In questo CD il coro e’ composto da quattro componenti.

Le due voci femminili sono situate al centro destra del sound stage, le due voci maschili al centro sinistra (ogni riferimento politico e’ puramente casuale...d’ altro canto ho rispettato la Par Condicio).

Prima di mettere i Magic Dream  le coppie di voci maschili e  le coppie di voci femminili erano distinguibili tra loro ma non nella maniera in cui lo sono dopo l' aggiunta dei Magic dream. Mettendo i piedini ogni voce e’ separata dalle altre, ben identificabile  nella  sua posizione e la sensazione di naturalezza è notevole. Altro disco che mi ha permesso di confermare la mia positiva opinione

su questi piedini  e’ 

Tchikovsky: Piano concerto No 1    

                   Roland Pontinen piano

                   Bamberger Symphoniker.

                   Bis

 

Per il mio impianto la riproduzione della grande orchestra è stata sempre critica... non si possono pretendere miracoli dalle LS3/5a. Con i Magic Dream la riproduzione della grande orchestra è migliorata notevolmente. Nei pieni orchestrali si riescono a distinguere senza alcuno sforzo di concentrazione i vari gruppi di strumenti e le partiture da essi eseguite, non tanto come dettaglio ma come posizione che essi occupano nel sound stage. Gli altri dischi che utilizzo come test hanno confermato le impressioni appena descritte.

 

Sfruttando le mie ferie natalizie, in un paio di giorni ho assemblato i due cavi SB3 da 2,5mm  come descritto su TNT audio nell' articolo su Merlino, li ho inseriti nel mio impianto e devo dire che i soldi ed il tempo non sono  andati persi.  Appena acceso l’ impianto la sensazione che ho avuto e’ che il

suono fosse diventato più aspro. In realtà questa si e’ rivelata solo una sensazione poiché, a volume alto e per ascolti prolungati, non si avverte per nulla la “famigerata”  fatica di ascolto ed ho capito che  la sensazione iniziale di asprezza e’ dovuta ad un aumento del dettaglio.

 

Ho sentito, dai dischi, che conosco a memoria e che utilizzo per valutare gli Up Grade del mio impianto, particolari che non avevo mai sentito.  Appare evidente quindi che la mia mancanza di abitudine a questo livello di dettaglio  ha creato la sensazione  di cui sopra.

Adesso ascoltando la voce di Diana Krall nel CD  Live in Paris (Verve), sembra di percepire la vibrazione delle corde vocali  (una sensazione  di questo tipo l' ho avuta solo ascoltando il CDP due telai della North Star di prezzo nettamente superiore al mio Jolida). Anche il suono dei violini ha acquistato naturalezza ed il contrabbasso ha molta più “aria” intorno.  Grazie all' incremento del dettaglio nei vorticosi assoli dei miei Jazzisti preferiti si riesce a percepire ogni singola nota suonata.

Altra cosa che ho riscontrato e’ l’ aumento della tridimensionalità della scena acustica soprattutto per quando concerne l’ altezza e la profondità. Anche ascoltando i miei amati vinili, posso confermare il miglioramento percepito con l' ascolto dei CD..

Purtroppo non ho la possibilità di confrontare l' SB3  con cavi più quotati,  ma devo concludere che nel mio caso la spesa e’ valsa l’ impresa:

 

 i Magic Dream ed i cavi di rete SB3 sono stati per il mio impianto la classica ciliegina sulla torta.

Buon ascolto a tutti!!!

 

Giuseppe P     Giuseppe_Pignataro@libero.it

 

------------------------------------------------------------------------

Il commento  di  Marco:

 

Caro Davide,
dopo un adeguato rodaggio, ho terminato le prove dei cavi di alimentazione sull'ampli e sulla sorgente (dvd player) e vengo alla recensione:
Non ti nascondo che, nonostante la mia esperienza trentennale di audiofilo, ero un po' scettico sulla effettiva utilità dei cavi di alimentazione, pensavo cioè che fosse solo una "ciliegina" sulla torta e nulla più......
Dopo vari ed accurati ascolti mi devo veramente ricredere!
Posso dirti che, in proporzione alla cifra investita, è stato il cambiamento più evidente a livello sonoro che io abbia mai sperimentato. Intendo dire che, per ottenere i miglioramenti riscontrati, lasciando inalterati i cavi di alimentazione in dotazione agli apparecchi avrei probabilmente dovuto sostituire un componente con costi sicuramente superiori; tant' è che avevo in proposito da qualche mese di sostituire l'ampli con un modello superiore ed ora sto meditando di soprassedere.......
Passo alla recensione :
- Ascolto sorgente analogica (giradischi): migliorata la dinamica generale e contemporaneamente il microdettaglio (ad esempio certe percussioni di contorno che erano appena accennate ora sono decisamente definite); migliorata la tridimensionalità della scena sonora e innalzamento delle voci sul palcoscenico.
- Ascolto sorgente digitale (dvd universale):
  * cd audio : pur non raggiungendo le vette di un lettore cd dedicato, magari a due telai, il mio denon tira fuori una grinta ed una pulizia superiori; la scena sonora è sicuramente più ampia in larghezza e anche in profondità, a volte con certi cd (Behind the mask - Fleetwood Mac) sembra che certi effetti di tastiere provengano dai canali surround tanto arrivano in mezzo alla sala. Lo strumento che ha guadagnato di più è sicuramente il pianoforte che ora appare finalmente come "percussivo", si sente cioè con chiarezza il "battere" dei martelletti sulle corde.
 
 * sacd e dvd audio multicanale: La prima impressione è sulla dinamica, decisamente migliorata, ad esempio ora sento i canali surround molto più in evidenza e con certe incisioni la ripartizione di alcuni strumenti è collocata in maniera molto più accurata (The girl in the other room - Diana Krall). Il canale centrale assume ora una corretta collocazione nello spazio (le voci suonano anche più corpose)
 
* dvd video (musicali e film) : oltre ai parametri in generale già evidenziati (soprattutto con i film il canale centrale propone dialoghi molto più intellegibili) si è verificata una cosa inaspettata: il canale lfe (quello dedicato al sub, per i profani) ha acquistato una vera marcia in più....non avevo mai sentito il mio sub(amplificato) suonare con tanta presenza e tanta estensione, tant'è che temevo di aver urtato per sbaglio il potenziometro del volume. Questo sinceramente non me lo spiego molto, dato che il sub che ha sì un ampli interno da 500 W (in classe D) è collegato all'ampli solo dal cavo rca.... Comunque, ammetto la mia ignoranza, pur non capendo sono ovviamente soddisfatto da ciò che rilevano le mie orecchie!
In buona sostanza, mi sento di consigliare caldamente questi prodotti a chi voglia provare a "spremere" dal proprio impianto tutto ciò che può dare e solo dopo, in secondo tempo, valutare eventuali upgrade; complimenti vivissimi quindi a Davide per queste ottime realizzazioni proposte ad un prezzo "umano".
Chiudo con la presentazione del mio impianto (mi scuso ma non possiedo una fotocamera digitale):
- Sorgente analogica: Giradischi pro-ject rpm9 xp con pre phono pro-ject phono box se e testina Benz mc gold (bassa uscita)
- Sorgente digitale : Lettore universale Denon 3910
- Sorgente video : Plasma Philips 42 pf9966
- Ampli integrato multicanale : Marantz sr7500 (105 w. x 7)
- Diffusori: Frontali B& W 704 - centrale : B & W lcr60 s3 - surround: 3 diff. Sony ED500sa
- Subwoofer : B & W asw 675
Cavi di segnale Gebl (digitale) - Van den Hul (analogici per sacd)
audison (cavi di potenza)
 
Grazie per l'ospitalità e scusa se mi sono dilungato.
 
Marco P     Marco.Pertusi@unicredit.it

 

-----------------------------------------------------------

Il commento  di  Alessandro T.:

 

Impianto Naim - Klimo - Bruce Moore - Bosendorer - Trasparent

 

 

--------------------------------------------------------------------------------------

 

Il commento  di  Flavio :

 

Caro Davide, ho avuto finalmente tempo per rodare ed ascoltare i tuoi cavi SB-3 ed SB-16 ( aspetto ancora il secondo SB-16 che hai dimenticato)  e ...

devo dire che le impressioni d'ascolto che avevo sin'ora letto  si sono materializzate davanti alle mie orecchie. Non avrei mai pensato che i pur discreti cavi

di segnale MonsterCable M850i e AudioNote a/sn  avrebberosfigurato lasciando il posto ai tuoi SB  che trionfavano con il loro suono preciso, netto e rotondo,

più profondo sulle basse ma ben  smorzato, ottima microdinamica e buona tridimensione,  forse meno cristallino degli AudioNote,  ma è ciò che volevo.

Insomma un bel 10 e lode in rapporto al loro prezzo!  A proposito il resto del mio impianto è ora:   lettore Roksan Caspian, Pre Conrad-Johnson PV15,

finale Conrad-Johnson MV-60, difusori Klipsch Heresy III ( che ora suonano in modo "educatissimo").    Grazie e a presto.      flavio

 

------------------------------------------------------------------

 

Il commento  di  Marcello :

 

Come posso lasciare un giudizio sulla sua pagina personale , devo dire che in un primo momento ero un po scettico sulla efettiva validità di un cavo alimentazione , ma posso confermare dopo averlo acquistato e provato devo dire che ho notato differenza (naturalmente un cavo non fa miracoli)bassi + profondi potenti e devo dire anche che se prima dovevo alzare un po per sentire bene diciamo a -25 db ora basta anche -34,35db direi buono, ha il mio impianto è formato :DENON 3808,B&W 683+HMT61+685 +SUB SUNFIRE HRS10 ,DEVO COMPLIMENTARMI CON DAVIDE OTTIMO CAVO ALIMENTAZIONE PREMETTO IO NON SONO UN ESPERTO ANZI .PS PENSO PROPIO CHE SE L  AMICO DAVIDE (SE POSSO PERMETTERMI)ME LO CONSIGLIA PROVVEDERò AL PIù PRESTO A CAMBIARE ANCHE IL CAVO DEL MIO SUBWOOFER SUNFIR
E HR10 SALUTI MARCELLO

 

Vedi commenti pag 1

 

Hit Counter Torna alla pagina iniziale