Recensioni e Schede

     SACD  Shanling   SCD S300

 

 

Di cosa si tratta

Lettore SACD Cinese

Produttore

Shanling   www.shanling.com

Caratteristiche

Ottimo lettore SACD con regolazione volume da telecomando

 Costo

-

Caratteristiche

 

Condensatori ELNA

Circuito analogico uguale al modello S200

Tutto il telaio in alluminio

Burr Brown 1738 + OPA 2604

Telecomando con controllo volume

 

Descrizione:

Si tratta di  un lettore cd di questa famosa  casa Cinese , forse la prima ad uscire dai confini territoriali , con prodotti veramente interessanti, qui sotto vi faccio una piccola carrellata.

 

       

 

Il  tettore CD che vediamo nella fotografia di sinistra il T100 e stato anche ottimamente recensito dalle maggiori riviste del settore , per gli altri prodotti , siamo solamente all'inizio .

Un nuovo prodotto e questo lettore  SACD di fascia media , ma con caratteristiche sonore e costruttive molto interessanti.

 

 

La forma e  slimm ,  come si dice adesso , insomma per noi semplici e sottile  , il cabinet e  tutto in  alluminio e le finiture sono  di alto livello.

I comandi posizionati a destra del frontale ,  sono dei pulsanti tondi in acciaio inox , molto belli  con il comando play che  fuoriesce  leggermente.

 

 

Il display  e molto  bello e facilmente leggibile , grazie alle scritte luminose di colore blu , molto grandi.

 

  

 

 

Dietro

 

 

Le connessioni   sono minime ma veramente ottime , sopratutto per i connettori RCA di ottima qualità

 

La vista da sotto

I connettori

 

Il telecomando

 

Vediamo dentro

Purtroppo non sono riuscito ad aprire il coperchio superiore ,  non si apriva e avevo paura di piegare il pannello superiore , quindi dovrete accontentarvi delle foto del modello 200

 

L'interno del modello  SCD  S200

Come suona

L'apparecchio  e molto interessante e  la prima considerazione ,  appena escono le prime note e quello di avere di fronte un prodotto valido e sicuramente all'altezza  di altri ottimi lettori che ho provato,  vedi Esound , Jolida J100 e Jolida J100S  e altri ,  ma  naturalmente con le sue particolarita' che lo rendono  simile ma allo stesso tempo diverso dagli altri prodotti.

E' ragguardevole nella lettura dei  CD, , ma lo è ancor di più, se possibile, nella lettura dei SACD, con i quali si rivela essere un giradischi coi fiocchi,  capace di una prestazione, in termini di  omogeneità tonale, ma anche   di completezza armonica, generalmente riservata a macchine  CD  dal costo molto superiore.

Il timbro e quello di un lettore molto neutro e con  la tendenza a colorare pochissimo il suono , tranne forse per le frequenze  medio alte , leggermente enfatizzate.

La ricostruzione della scena  e ottima , sia in versione Cd che Sacd , anche se   la seconda opzione fa aumentare molto  la profondità del palcoscenico , va detto che e una  variazione minima  pero si sente.

 

Ho fatto una prova  comparativa con un 'SACD di Diana Krall  agendo sul telecomando e selezionando e deselezionando la funzione SACD  e devo dire che anche ad occhi bendati e facendo fare la commutazione ad una altra persona ( mio figlio)   la diffirenza si sentiva.

 

Semplice tabella di valutazione:

 

Voto

Insufficiente

Sufficiente

Discreta

Buona

Ottima

Costruzione  estetica e qualitativa

 

 

 

x

 

Costruzione  cablaggio e componenti

 

 

 

x

 

Connessioni qualità e quantità

 

 

x

 

 

Suono

 

 

 

x

 

Valore usato

 

 

x

 

 

Possibilità riparazione assistenza

 

x

 

 

 

 

Imballo

 

       

e il solito ottimo imballo triplo cinese , a prova di bomba.

 

Il commento di  Cristiano

 

 

Il buon Davide mi ha chiesto una recensione sullo Shanling SCD S300 e non ho resistito alla tentazione !

Ho acquistato su ebay il lettore buttandomi alla cieca dopo tanti anni passati ad acquistare in modo oculatissimo e parsimonioso hi fi! A volte si fanno cose irrazionali e spesso la vita ti ripaga con cicatrici e punizioni che non si scordano...ma stavolta mi è andata di lusso, di gran lusso !! Infatti, dopo 10 anni di onoratissimo servizio, ho voluto sostituire il mio fido Sony 779ES che ha tante volte retto il confronto e surclassato tanti lettori di alto lignaggio e altissimi costi ed ancora oggi ricercatissimo, tanto che ho fatto fatica a rispondere alle chiamate che mi sono arrivate tante ed insistenti anche dopo la vendita ( accidenti, se lo avessi saputo lo avrei venduto a qualche Euro in più ...). Appena ho sballato il pacco sono rimasto un pò deluso dal peso e dalle dimensioni : 8 Kiletti scarsi contro i ben 18 del vecchio amico ed un aspetto magrolino ed un po’ tropo etereo rispetto al nero del Sony con i suoi due poderosi fianchetti in legno...ma ero già contento che si era acceso senza fumo o messaggi di errore sul display. Bene, mettiamo su i primi SACD solo 2 canali, e via: tutto fila liscio, grande immagine, suoni dolci e delicati, grande equilibrio e nulla di stonato, diciamo in modo un pò freddo e ragioneristico un 30% di qualità in più rispetto alle mie abitudini basate su ascolti di semplici CD. In un SACD della LINN ho addirittura sentito suonare una tromba in posizione alta, molto alta rispetto alle mie vecchie Martin Logan AERIUS ( loro sono alte già 1,20 metri...) sempre generosamente pilotate da un’ italianissima coppia pre e finale AM Audio senza assolutamente cavi di pregio, anzi cavi veramente da 4 soldi ! Bè, mi son detto, naturale che il suono è grandioso: è un SACD, ma che cosa accadrà con i miei vecchi CD che rappresentano il 95% del mio repertorio ? Ero già pronto a pentirmi della prova e dentro di me stavo già pensando a quale convertitore esterno comprare ( lo Shanling ha un' uscita coassiale ) quando mi sono fermato e ho per parecchio tempo cercato di trovare un difetto, una stonatura, una sbavatura, un imprecisione per metterlo al muro ed utilizzarlo solo come SACD. Ed invece no, più lo uso e più mi stupisce, va bene, benissimo ...mi pare che solo su un CD della Reference Recording il basso profondissimo al quale ero abituato si è un pò alleggerito, ed un campanellino che suonava molto reale con il Sony adesso mi sembra un pochino più lontano.

 

 

 Ma sono sensazioni vaghissime e dettate forse da un pò di sentimentalismo che mi lega ancora al Sony (…che volete ci ho passato 10 anni insieme !! ) ed al fatto che so di averlo pagato poco: 500 Euro usato spese di trasporto comprese...insomma il cervello da una parte mi dice che dovrebbe essere un lettorino economico ma le orecchie mi dicono tutt'altro! Prospettiva, disimpegno in passaggi molto intricati di classica ed equilibrio sono quanto di meglio si potrebbe desiderare ed anche di più! Forse se avessi spesi 3000 Euro ne sarei rimasto più soddisfatto e non credo mi sarei lamentato e avrei pensato: bhè, suona bene ed il prezzo è tutto sommato in linea...strane bestie i consumatori dell’ HI-FI !!

Ma la volete sapere quale è stata la splendida sorpresa finale ? Ho inserito un CD sempre della Reference Recording decodificato HDCD e si è acceso il LED su display con illuminato il relativo messaggio : HDCD !! Insomma pare che oltre a leggere SACD e ovviamente CD, abbia anche il chip HDCD. Ho subito pensato :  maaahhh...si tratterà solo di una avviso, figuriamoci se fa anche la decodifica !

 

 

Purtroppo non concosco a memoria questi CD ma adesso suonano grandiosamente, tanto che potrei sbilanciarmi nel dire che la decodifica viene fatta veramente e viene fatta bene e suonano così bene che i 500 Euro varrebbero la sola spesa del lettore CD + HDCD ! Possibile che non riesco a trovare una conferma ufficiale Davide, tu che hai un canale preferenziale mi fai sapere qualcosa ?!

Critiche ? Il gruppo di lettura è un pò rumoroso e si sente un pochino lavorare ( ma potrebbe ovviamente essere una caratteristica solo del mio ), mancanza delle uscite 5.1 e qualche economia di scala un pò "cinese" : il telecomando è probabilmente universale ed ha funzioni che non trovano riscontro sul lettore ( a che serve il volume ? non mi pare che il S300 abbia l'uscita variabile ) e la finestra delle funzioni ha una miriade di funzioni che si vedono in controluce ma che non funzionano...ma ragazzi, qualche critica la dovevo fare, per Bacco !

Io non sono abituato all’ascolto di mostri assoluti e dai costi assolutamente inavvicinabili e difficili anche da immaginare, ma l’ascolto di questo “lettorino” fa gioire e appaga profondamente tanto da non crederci e non far capire, almeno al sottoscritto, se ci si è rimbambiti momentaneamente oppure mi trovo di fronte ad un mostriciattolo tutto da scoprire ed apprezzare. Acquistatelo con fiducia, se potete, fino a quando il prezzo rimarrà alla portata dei comuni mortali …i quattrini sborsati verranno assolutamente ripagati con gli interessi .

 

Cristiano

 

 

Hit Counter Torna alla pagina iniziale