Schede Recensioni Commenti Prodotti

Cayin CD T15A

 

Lettore CD di riferimento con doppio stadio di uscita; a transistor con componenti discreti e a valvole ( tipo 6922 ) con alimentazione dedicata a partire dal trasformatore. Il processo di conversione di altissima qualità si basa su un sovracampionatore Crystal CS8420 che trasforma i dati digitali nel formato 24bit/96khz e li invia al convertitore Burr Brown PCM1732. Il sovracampionatore può essere attivato e disattivato a piacimento dal telecomando. 
Tutto lo chassis è realizzato in alluminio di grosso spessore.
 

Tensione d'uscita : 2V±3dB
Risposta in frequenza : 20Hz-20kHz±0.5dB
S/N ratio: 90dB
THD+N: ≤-60dB
Range dinamico : 88dB / 100dB con HDCD

Uscita digitale coassiale S/PDIF, uscita digitale ottica.
Potenza richiesta : 30W
Peso : 12kg
Dimensioni: 440mm×350mm×100mm

 

Si allarga la famiglia dei lettori CD  di produzione cinese, con questo bel lettore della ditta Catyin , una delle ditte più famose e importanti per la produzione di apparecchiature hi-fi di questo paese .

Bene veniamo subito alla descrizione:  Si tratta di un lettore cd con la possibilità di leggere anche gli HDCD che e' un nuovo standard che comincia a proliferare, ma che io ancora non so nulla, con la caratteristica principale   di avere due uscite rca sbilanciate , una  a transistor e una a valvole , molto comode entrambe  ma vedremo piu avanti questo punto.

 

La costruzione e  molto simile a gli altri lettori cd cinesi che ho gia provato , direi una qualita' molto alta  e con finiture di assoluto pregio.

Una piastra in alluminio anodizzato e spazzolato come frontale anteriore  di spessore variabile 10-15 mm  circa lavorata molto bene , un display piccolo ma molto hi-end , e i tasti centrali per i classici comandi.

Come copertura esterna  una lamiera in alluminio anodizzato nero di spessore consistente , almeno 2,5 mm , che gli conferisce una grande robustezza e classe allo stesso tempo.

 

Il dettaglio dello spessore dell'alluminio

 

All'interno troviamo una bella struttura a comparti ,  con una meccanica philips , un toroidale  scatolato , di notevoli dimensioni per alimentare un lettore cd , e una serie di condensatori Elna "for music"  ottimi.

Poi vi e la sezione valvolare  con due 6922 di derivazione russa , che forse sarebbe cosa utile cambiare con valvole di maggiore qualita'.

 

 

                       

 

Nella parte posteriore dell'apparecchio  troviamo la doppia uscita con degli rca dorati , e la vaschetta  vde  classica , l'uscita digitale coassiale e ottica.

 

 

Bene ultima cosa il telecomando , in alluminio satinato anche quello , con tutti i classici tasti , e anche il tasto per selezionare il campionamento a 24 bit /96 khz , che viene segnalato da un led blu presente nella parte anteriore del cd.

 

 

Bene  veniamo al suono :

L' impianto usato e questo -

Ampli                Korsun V6

Diffusori            Autocostruiti da me con altoparlanti scan speak

Cavi segnale      Audiocostruzioni sb16

Cavi potenza     Sommercable eclipse

 

Possibili concorrenti di questo prodotto:

Esound E5

Jungson

Jolida

 

 Io ho fatto una prova comparativa di 4 lettori cd  catyin cd t15a  , jolida j100 , esound e5,  e revox b226 e , tanto per avere un raffronto e devo dire che mi sono molto divertito , ma ora non vi voglio parlare della confronto , visto che lo troverete presto sul sito,  ma vi voglio parlare di questo lettore, Vi e' una discreta differenza tra le due uscite .

Comunque  con entrambi le uscite e sicuramente molto piu' musicale del Revox b226 e che appare molto piu secco e  graffiante come suono.

La prima quella valvolare  fa uscire un suono molto dolce e piacevole dove la ricostruzione sonora predilige la musica dolce e classica , senza provocare nessun affaticamento  all'ascolto  anche dopo molto tempo, bisogna pero' considerare una leggera perdita  del dettaglio nelle frequenze medie  , ma che a me e piaciuta tantissimo sin dall'inizio  perchè  veramente si avvicina  al vinile.

La seconda uscita a transistor ,  ha un suono molto piu dettagliato , gli strumenti hanno una maggior separazione , e  la musica adatta e quella pop e  dove vi e la presenza di canto , anche se a discapito della facilita di scolto.

Ma devo dire  che questo poter scegliere e veramente comodo e io detto francamente  questo lettore cd lo comprerei !!!!

 

Conclusioni:   Apparecchio  interessante , che  come altri prodotti cinesi provati , ha un rapporto qualita' prezzo molto alta , almeno per ora , poi se questi cinesi aumenteranno i prezzi vedremo....

Comunque io lo promuovo a pieni voti  e posso assicurare tutti che puo' essere un acquisto  molto sensato.

 

Ultima considerazione  su come ognuno di noi e diverso nelle valutazioni sonore, avevo appena finito di trarre le mie conclusioni , e un amico viene  a sentire andare questo apparecchio  facendosi un centinaio di kilometri e  domandandomi espressamente questo...

Io  ero tranquillo che o avrebbe preso quello oppure nulla , invece ha optato per il jolita j100 !!!!! 

E questo cosa vuole dire  ... che tutti noi siamo diversi e quello che piace ad una persona non e detto che piaccia a noi e viceversa , quindi cerchiamo di farci le nostre ideee e non seguire sempre il guru del momento .......

 

 

 

 

 

 

Altri prodotti  cinesi

 

Il commento di Franco

Fino a poco tempo fa ero un felice possessore di un lettore cd Rotel RDC 1070, lettore dalle indubbie qualità, in grado di rivaleggiare con lettori di fascia di gran lunga più alta. Ma essendo sempre alla ricerca, come credo il 99% di noi appassionati, “dell’Araba Fenice”; mi sono deciso ad acquistare - dall’amico Davide, invogliato dal prezzo (850,00 euro) e dalla lusinghiera recensione di Audio Review - il lettore Cayin CDT-15A.

 

Veniamo alle impressioni:

All’arrivo del pacco noto subito l’ottimo imballo e sorrido alla raccomandazione, fatta in Inglese, al trasportatore di essere serio perché sta maneggiando un oggetto delicato!!.

Il lettore è esteticamente bello, il frontale argento con il coperchio nero in alluminio spazzolato, essenziale nella realizzazione senza inutili fronzoli, con degli ottimi piedoni, con alla base alloggiata una palla in materiale plastico (non so se neoprene o altro); esiste la possibilità di regolare l’intensità della luce del display; il telecomando è letteralmente scolpito nell’alluminio (200gr di peso), lineare e bello nella sua semplicità.


Veniamo all’ascolto:

Premettendo che sono solo all’inizio del rodaggio, ma la differenza con il pur meritevole Rotel, appare evidente da subito, il basso diviene più corposo e piacevole, la zona di competenza delle alte e medie frequenze è riprodotta senza eccessi con ottima precisione. La cosa che mi ha maggiormente colpito è la facilità con cui questo lettore riesce a dipanare le immagini musicali dando ad ogni strumento il giusto peso, con un dettaglio che ritengo non secondo a nessuna delle blasonate macchine di costruzione occidentale.

Cercando di “tirargli il collo”, ho sottoposto il Cayn ad una “abbuffata” di musica: promosso a pieni voti. Ho riscontrato la sua estrema selettività nella riproduzione, evidenziando impietosamente, la qualità delle incisioni. La capacità di messa a fuoco, senza sbavature, è perfetta. Sto riscoprendo piano piano molti dei miei dischi. La resa dell’assolo del contrabbasso di Ray Brown, nel brano “Sometimes I’m happy” è splendida, la frustata della corda che sbatte sul contrabbasso è emozionante. Le note del piano di Jarrett, nel famigerato “Concerto di Colonia”, sono lunghe e corpose. Potrei andare avanti per molto, ma termino qui per non tediare oltre. Un ottimo lettore CD di concezione moderna, dotato della codifica HDCD e del tasto di ricampionamento del segnale digitale su 24 bit/96 Khz, che aggiunge ancora un pizzico di bontà alla riproduzione. Curiosando all’interno, ho potuto notare la costruzione ordinata e la cura nei particolari, tipicamente orientale, con l’utilizzo di componenti di qualità, come ad esempio l’uso di  condensatori Nichicon “Golden Tune”, di estrazione tipicamente musicale. Unico neo, avrei inserito nel coperchio delle feritoie per il ricambio dell’aria, soprattutto nei pressi dell’uscita valvolare, anche se ho potuto riscontrare, dopo diverse ore di ascolto, un riscaldamento accettabile.  Dimenticavo il suddetto possiede due uscite, una a valvole ed una a transitor, anche se preferisco personalmente l’utilizzo della prima, ma anche con la seconda il risultato sonoro è sempre di notevole qualità. Il manuale d’uso è SOLO in Cinese!! In conclusione ritengo di aver fatto un acquisto ottimo, del quale sono molto, ma molto soddisfatto. Un grazie a te Davide è doveroso per avermi fatto avere una macchina dalle prestazioni notevolissime senza dover subire un salasso, come purtroppo molto spesso accade nel nostro hobby. Ancora grazie ed un caro saluto.

 

Franco     fgiustino@libero.it

 

-------------------------------------------------------------------------------

 

Il commento di Giuseppe

 

 

Lettore Cayin T15A

 

LA CLASSE NON E' ACQUA.

Nell'Alta Fedeltà non bisogna avere certezze  perchè con la certezza l'alta fedeltà muore.

- Esteticamente è bello, privo di qualsiasi orbello, essenziale ma freddo (parlo con il frontale colore acciaio).

- Il suono: molto convincente, con piani sonori ben differiti, ottima profondità della scena sonora e poca grana.

- Il timbro corretto e gli strumenti trovano con questo apparecchio il giusto respiro.

- La dinamica buona ma non fa gridare al miracolo .Accettabile il micro e macro contrasto

- La focalizzazione strumentale buona e gli interpreti sono ben cesellati e collocati anche se hanno contorni sfumati.

- I bassi  buoni per consistenza e rifinitura. Non sono mai monocorda e sono ben articolati.

- Toni medi levigati e in giusta considerazione, senza strafare.

- Lo spettro dello frequenza medio alte - alte di buona fattura e stabile. Mai graffianti.

Ciliegina sulla torta la presenza  di una doppia  uscita: analogica e digitale.  La prima permette un migliore ricostruzione della scena sonora e individuazione degli strumenti ed intepreti, la seconda un ascolto rilassante ma meno rifinito nella ricostruzione della scena e individuazione degli esecutori.

Il suono più convincente lo ho ottenuto con cd normali e il sovracampionamento inserito.

Uscita coassiale-ottica con possibilita di lettura dei cd formato HDCD.

Il telecomando molto bello e completamente in acciaio.

Il prezzo un vero affare. Sono convinto che per avere simili prestazioni con apparecchi di altre marche non dovremmo scendere sotto i 2.000 Eurii di listino.

N.B. Non ascoltatelo se non dopo averlo rodato per almeno 36 ore attivando la funzione repetizione.

Giuseppe

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale