Recensioni e Schede      

Lettore CD Esound  E5 Signature Edition

 

     

 

Di cosa si tratta

Lettore CD

Iscrivervi alla newsletter

Produttore

Esound China

Caratteristiche

24 bit

 Costo

2300 /00 euro anno 2016 

 

It is very nice to announce that the CD-E5 Signature Edition by E-Sound won THE CD PRODUCT OF THE YEAR 2006 status in CD Players category by HIGH Fidelity OnLine. Wotjek Pacula, Chief Editor of High Fidelity.

 

La recensione di TNT Audio:

http://www.tnt-audio.com/sorgenti/esound_e5se_e.html

 

Caratteristiche:

 

SPECIFICHE  TECNICHE :

 

 •  24 bit, 128 times oversampling

•  risposta  di frequenza : 20hz - 20khz +/-0.2db

•  gamma dinamica : 93db

•   s/n ratio: 98db

•  thd: < 0.01 (unbalanced); < 0.005 (balanced)

•  separazione canali : 95db

•  volt uscita : 2vrms (unbalanced);  4vrms (balanced)

•  uscita  digitale  (coaxiale):

-  s/pdip (sony/philips)-  6mb/s - 80mhz

•  digital output (ottica ) -  jeitacp-1201 tos-link -  6mb/s

•   fusibile : 1.6a 250v

•  consumo: 18 va

•  dimensione: 430 x 355 x 110mm lxwxh

 

 

 

·   tcco / tcxo (temperature compensated crystal oscillator) clock system: as reference frequency coupled by adaptation of clock distribution system (cds). tcco / tcxo is an extremely high-end and expensive clock system with better than 5ppm (part-per-million) accuracy - 200 fold improvement over standard oscillators used in most cd players. extreme high-end cd players incorporated with tcco / tcxo clock system include: mark levinson 390s, wadia 270, 270se transport system and wadia 27ix decoding computer.

 

·     clock distribution system (cds): the first in china that employs this high-end technique - each component requiring the reference frequency is equipped with an independent pathway, with precise imp matching. digital signal reflection interference to analog signal circuits are banned. tcco / tcxo + cds have turned e5 into a supreme accurate and high performance digital transport as well.

·     heavy duty design: net weight over 23 lbs; 13mm thick anodized aluminum front panel and side panels with thick zinc plated steel as under plate - all provide excellent stability to the transport system with anti-electromagnetic interference capability.

·     pure class a rca analog output stage: the touching and elegant sound come from the individual unique (exclusive balanced tuning technology by esound) analog output circuit. high-end capacitors (e.g. wima black box) & secret formulated non-magnetic inductors employed in various stages.

·     crystal clear electric supply (cces) technique: 10 sets of isolated stable voltage supply employing the unique cces technique to all digital and analog signal pathways - completely tackle cross interference.

·     total separated buffered circuit design: the new developed current servo circuit as opposite to the traditional dc servo circuit system - great improvement on low frequency extension and resolution.

·     crystal 4390 dac: a famous musical dac with ultra high s/n ratio employed in high-end cd players such as gamut cd1 mkii and meridian 508.24. audio engineers had claimed that crystal 4390 is of a superb performance standard and the potential of this dac has not been fully extracted so far.

 

Descrizione:

 

Ecco la nuova evoluzione del conosciuto Esound E5 , pubblicato sul sito a questa pagina :

 

 

Realizzato  con lo  stesso telaio  in alluminio pressofuso di  alto spessore , che gli conferisce una  rigidità veramente notevole e una nuova anodizazzione  di colore nero che gli conferisce un aspetto davvero accattivante.

Anche il telecomando  e dello stesso colore del  lettore.

Ma le modifiche non interessano solamente l'estetica , vi e stato fatto un ottimo lavoro di ottimizzazione dei componenti  , con un netto aumento delle prestazioni , rendendolo molto più  caldo e musicale.

Usa il famoso convertitore Crystal 4390  motato da macchine come il Meridian 508.24 ( listino 3500 euro) e Gamut CD1 ( listino 5000 euro).

 

Scheda fotografica:

 

Versione Silver

 

 

 

 

 

Versione con meccanica sotto il Display

 

 

 

Versione con meccanica sopra il Display

 

 

 

 

 

 

Vediamo dietro:

 

 

 

Vediamo dentro:

 

 

 

Il telecomando :

 

  

 

Come suona:

 

Sono sempre stato un estimatore di questo lettore , fin dall'inizio  con il primo modello chiamato semplicemente Esound E5 , poi siamo passati al modello European Edition , ora con questo Reference e stato fatto  un vero e proprio passo in avanti .

Il suono che ne esce  e  veramente  caldo e armonioso , sicuramente molto più " valvolare " del modello precedente , ma con il pregio di una velocità e di un dettaglio notevoli.

 

La recensione di Riccardo Mozzi

 

 

I commenti del nuovo modello Signature :

 

Il commento dell'amico Toni  su questo lettore

 

Ciao Davide come daccordo dopo una abbondante settimana di ascolto ti  mando la mia recensione sull' E5 Signature.


Sono andando da Davide
Sbisà quasi per sbaglio per ascoltare questi prodotti cinese di qui  avevo tanto sentito parlare.
Un plauso a Davide per come ti accoglie e  come tratta un "potenziale" cliente è d'obbligo.
Una volta dentro,
Davide, mi mette a mio agio in un comoda poltrona e nell'impianto c'era  collegato appunto l'ultimo Esound E5 Signature. Parto con un ascolto  del nuovo di casa Esound e subito, ma dico subito, capisco che mi trovo  davanti ad un lettore cd di classe. Non sto qui a parlarvi dei bassi o  degli alti, ma vi dico che la musica fluiva molto piacevole senza  alcuna fatica di ascolto, che l'immagine era buona e la trasparenza
ancora di più.    Lo ascolto ancora, cambio cd, e la sensazione di pulizia  che quel lettore cd offre non cambia e si mantiene su liveli molto  elevati.  A questo punto chiedo a Davide di ascoltare anche un altro lettore a  Tubi . Lui lo collega subito e partiamo con l'ascolto del valvolare.    Sorpresa: il valvolare suonava meno valvolare del non valvolare se cosi  si puo dire.....   L' Esound era molto più piacevole nell'ascolto e,  secondo me, di una spanna superiore ..   Insomma mi    sono portato a casa l 'Esound Signature e me lo sto proprio godendo.   Non conoscevo il vecchio e non voglio fare confronti con altri letori    cd, ma una cosa la voglio dire: un A.A. Maestro non mi aveva convinto   cosi tanto.

Grazie Davide e alla prossima.    Toni    oino@virgilio.it

 

I commenti del modello European :

 

Il commento dell'amico Luca  su questo lettore

 

Il lettore ESOUND è decisamente un prodotto di gran classe; il messaggio musicale viene presentato con una naturalezza incredibile ed il fronte sonoro è decisamente ampio e profondo, inoltre la collocazione degli strumenti dell'orchestra avviene in maniera puntuale senza incongruenze ed indecisioni. La micro/macro dinamica sono eccellenti, come pure la velocità ai transienti. Queste caratteristiche conferiscono all'elettronica una grande musicalità
assolutamente priva di fatica d'ascolto. Il lettore se la cava benessimo sia con le piccole formazioni cameristiche o jazz sia con la grande orchestra tardoromantica (in quest'ultimo caso l'impatto è talvolta impressionante); le voci singole e le formazioni corali sono decisamente naturali e presenti nel fronte sonoro... Insomma un prodotto che sul mercato italiano verrebbe a costare decisamente di più.

I test sono stati effettuati con il seguente impianto

lettore: ESOUND E5
Lettore: Marantz CD OSE 6000 KiS (per un confronto)
Preampli: Copland CTA 301 mk1
Finali: North Star Monoblock
Diffusori: Monitor Audio S9
Cavi potenza: Hi-Diamond Power+2
Cavi segnale: Hi-Diamond Signal+ Esoteric
Cavi alimentazione: Hi-Diamond e Cavo di
Audiocostruzioni (eccellente)
Filtro di rete: Black Noise


l commento di Marco

 

Ciao Davide,
sono Marco dalla Sardegna,  noto con piacere che sei diventato distributore ufficiale del marchio Esound.
Devo dire che tale lettore è veramente un gran bel lettore cd, te lo dico  perchè lo posseggo da un annetto circa, e sono molto soddisfatto e  lo  preferisco al mio lettore sacd sony XA3000ES (per la lettura dei cd si  intende). Vedo nel link della cattylink che il modello nuovo dell'ES5 è stato  migliorato negli stadi di uscita analogica. Il modello che posseggo, e  sicuramente anche quello che tu hai già da un po di tempo, sono modelli con  gli stadi di uscita con amplificatori operazionali. Mentre l'ultimo modello è  tato sviluppato con degli stadi in uscita in classe A.  marganai@vodafone.it


Il commento di Stefano

 

Ciao Davide,

ho finalmente avuto un pò di tempo per ascoltare un pò di musica e quindi  valutare

l' ESound E5. Il giudizio è senz'altro molto positivo, forse perchè venivo da un lettore un pò datato il Marantz cd 94 mk2, ma il salto di qualità è stato notevole. Non voglio parlare di alti, bassi, dettaglio, scena sonora etc...ma di musica. E già, dalla catena audio esce semplicemente musica, sicuramente riprodotta da un impianto audio, ma veramente gradevole e accattivante.

E' collegato a un pre valvolare sicuramente sconosciuto ai più, un Soundtech preamp one, un finale sicuramente più noto, un Audio Research D79 recentemente upgradato e una coppia di casse da me autocostruite.

In finale devo dire di essere molto soddisfatto e credo che passerò molto tempo a riascoltare vecchi cd un pò abbandonati, marcati da un ingiusta valutazione di scarsa qualità.

 

Ciao e a presto.  Stefano   stefano.graziani@fastwebnet.it


Il commento di Vittorio

 

Ciao Davide come va?

Sono Vittorio quello delle ciare H05.3 modificate, lo stesso che ti ha comperato il lettore Esound.   Dopo un po' di ascolti mi sono finalmente deciso ad inviarti le mie personalissime impressioni.  Premetto che non sono un esperto, e che le mie esperienze di ascolti con impianti "seri" sono limitate, aggiungo in oltre che poichè sono ancora in attesa di traslocare aspetto di sentire le caratteristiche della sala in cui andrà inserito l'impianto, per la corretta messa a punto dello stesso (cavi, tavolo porta elettroniche, acessori, ecc), a riguardo ho trovato molto interessante l'articolo di Pippo sui bilanciatori. Quindi attualmente l'impianto poggia su un mobile non dedicato ed il tutto è cablato con cavi da "battaglia".

 

il progetto Ciare di Vittorio

Il mio impianto minimalista è così formato:

 

Lettore cd Esound

Amplificatore artigianale progetto di derivazione Williamson push pull con le 6l6 d'epoca 18 + 18 watt in classe A

Casse autocostruite progetto Ciare H05.3 modificate.

 

Cio che colpisce al  primo impatto è la naturalezza dell'esposizione, la definizione, la trasparenza, il dettaglio e la neutralità del suono tanto che quando ascolto altri impianti avverto spesso una sorta di colorazione artificiale anche in sistemi con componenti dal costo più impegnativo dei miei.

Una buona focalizzazione degli strumenti sullo stage in larghezza e altezza, la profondità c'è ma non è all'altezza delle altre due dimensioni (forse a causa del cablaggio?).

 

 

 

Gli alti sono precisi, lucidi e ariosi, non avverto quella secchezza che si attribuisce ai tweeter della ciare  forse dipende dal fatto che le H.05.3 montano il top di gamma HT320, un componente che io trovo veramente ottimo, magnete in neodimio, membrana in seta smorzata da 32 !!! 150 watt x 94 db di sensibilità.

I medi e i medio alti sono splendidi, stupende le voci femminili, buoni i medio bassi, mentre i bassi hanno un buon controllo una buona estensione e una buona profondità anche se presentano una leggera discontinuità con la gamma di frequenza direttamente superiore e in alcuni passaggi impegnativi passano un po' in secondo piano (forse dipende dallo stadio amplificatore?).

In generale il suono mi soddisfa molto anche se trovo i medi un po' troppo in evidenza, ed a volte sento il bisogno di un po' di bassi e di punch in più. Forse questo dipende però dla fatto che io sono un musicista e quando suono in sala prove di fronte a me a due metri di distanza c'è il bassista che mi fa vibrare lo stomaco con il suo amplificatore

 

Ciao alla prossima    Viva la musica!!!           Vittorio


Il commento di Luciano

 

Mio caro Davide , visto che lo hanno fatto gli altri vorrei scriverti le mie impressioni sull' Esound E5 che ho aquistato da te.

Partiamo dal presupposto che come ti ho detto di persona troppo spesso noi Audiofili ,o giù di lì, tendiamo con sommo errore ad ascoltare gli impiamti e non la musica,questo cancella ogni motivo di esistenza agli impianti stessi che così fortemente amiamo.

Ma iniziamo a parlare di questa macchina.

Credo che aggiungere qualcosa a tutto quello che è stato detto sulla qualità costruttiva di questo CD Player è sicuramente superfluo, diciamo che è al livello di macchine da 2000/4000 Euro.

Dopo aver lasciato riscaldare per un oretta il tutto ho iniziato la sessione con un po' di sano Blues Americano, di quello proprio vero, che ti trasporta con l' immaginazione a bordo di una Cadillac scoperta mentre percorri la mitica Route 66, e cioè Eddie Kirkland ,Loneley street, su etichetta Telarc Jazz.

Che dire, le chitarre erano talmente presenti da poter sfiorare le corde con un plettro immaginario, e cosa dire del basso che usciva dalle mie Monitor Audio violento, caldo ma controllatissimo e frenato,talmente avvolgente da incuriosire anche i miei due gatti!!!

la presenza è a livelli altissimi, il fuoco e la focalizzazione sono da massimo dei punti, l' ampiezza dell' immagine è splendida e supera abbondantemente i limiti dei diffusori, la profondità è veramente buona ma su questo ammetto di avere il mio impianto in una posizione che limita la profondità, comunque la sensazione è che la batteria si trovi un buon mezzo metro dietro la linea dei diffusori.

A questo punto sono passato al jazz con un album che assolutamente consiglio a tutti , anche ai giovani audiofili che di certo non hanno voglia di star ad ascoltare tre ottusi Jazzisti che si divulgano in piroette acustiche che sinceramente fanno passar la voglia a chiunque, e cioè Monty Alexander in Stir it up the Music of Bob Marley( Telarc Jazz)!!

Si si avete capito bene, Bob Marley, in versione Regge jazzante, interpretato da un pianista stellare, insomma mollate tutto andate dal vostro rivenditore di fiducia e ordinatene uno.

Ritmo travolgente, bassi mozza fiato e qualità d' incisione da riferimento.

Qui l' Esound fà le magie, il suono esce semplicemente travolgente con una naturalezza ed un calore che fanno di questa macchina un vero castiga grandi , e già perchè qui tra le mie mura ne sono passati tanti di nomi grandi, fatto un confronto diretto con un Marantz 17 Kis , che tutti sanno essere una macchina ben suonante e sicuramente Hi-End, il risultato è stato che non c'è argomento dove l' Esound non abbia surclassato il pur stupendo Marantz.

Quello che colpisce è la capacità di questo lettore di regalare una riproduzione dettagliata ma nel contempo calda e suadente senza però mai essere ruffiano, anzi se avete qualche incisione scadente ve la restituirà tale e quale.

In conclusione sono felice del mio nuovo CD Player, una macchina sicuramente definitiva, che posso consigliare di collegare tramite il cavo di rete SB3 ad un condensatore di rete così ottenendo una sorta di pulizia del suono, insomma tutto è più a fuoco, la musica scorre più sciolta, insomma io lo consiglio caldamente, come cavi di segnale ho utilizzato i Reference Stratos della Sommer Cable ( stupendi!!) che vanno ad inserirsi in un Pre Musical Fidelity X-P100 copia non valvolare del Mitico Nuvista, il quale controlla la potenza che giunge dal mio splendido Triodino con 300B Svetlana,diffusori Monitor Audio Reference Gold da Stand con cavi Audioquest.

Insomma se avete 940 € da investire nel miglior affare audiofilo della vostra vita correte subito dal simpatico Davide e ordinatene uno!

 

Luciano  luciano.milossa@libero.it


 

Il commento di Orlando

 

Carissimo Davide,  ieri sera ho fatto unconfronto con l'E5 ed il Sony XA 555ES (1700 euro di listino con tanto di contrappeso da mettere sul CD prima di inserirlo). Questo tanto per renderti l'idea della raffinatezza del prodotto che è in colore GOLD, con una meccanica silenziosissima con porta CD in metallo, non la tradizionale porticina in plastica ed un totale di 14Kg di peso.

Veniamo comunque al dunque; quello che interessa a noi se non sbaglio è il suono.

Gli apparecchi sono stati provati con amplificatore MUSICAL FIDELITY modello M3 (NUVISTA M3) ad amplificazione a nuvistori.

Le casse acustiche sono le JBL XTi 100 200 watts RMS 91 db di efficenza ad 1 WATT/1METRO modificate.

Ho provato il Sony con un CD di Steve Ray Vaughan,

Il pezzo era il mitico Tin Pan Alley.

A primo acchito mi sono fatto sorprendere dalla dinamica del Sony che è notevole, ben 104 db, ma ho notato che nei bassi trasborda molto, in poche parole li lascia andare come se andassero in risonanza, sembrava che non si fermassero più, dando un notevole fastidio al resto delle frequenze.

Gli acuti devo dire che  non sono aggressivi, senza dare fastidio anche a volumi molto alti i medi sono buoni senza invadere troppo le altre frequenze.

Comunque bisogna intervenire sul filtro digitale che il CD Sony in questione è dotato per poter avere il meglio delle prestazioni su tutti i generi musicali.

Infine devo dire che il CD in questione ha un suono  molto caldo che lascia trasportare, ma non con tutti i generi musicali.

Il CD ESOUND E5 all'inizio mi sembrava più in penombra forse appunto per via della dinamica che è "appena" di 93 db.

Ascoltando lo stesso pezzo di Steve Ray Vaughan ho notato invece che non c'era paragone, più dettaglio, più informazioni; bassi ben definiti non trasbordati, senza dare fastidio, i medi non mordevano l'orecchio, era un piacere ascoltarli, si sentiva un certo "rispetto" per le frequenze alte, cioè non le coprivano. più informazioni anche per gli alti, cristallini i suoni dei piatti, ben definiti, gli strumenti avevano più scena e tutto questo devo dire senza il dovuto rodaggio che ogni CD che si rispetti deve avere.

Senza essere esageratamente euforico, devo dire che l'E5 è un gradino superiore al Sony 555ES.

Non è il massimo per la dinamica, ma si sa la dinamica da sola non è di certo simbolo di HI-END.

Devo sottolineare che sono stati sentiti parecchi brani musicali per il raffronto dalla classica, al rock, al jazz ecc.

I titoli letti da entrambi i CD sono:

 

The moon is a harsh mistress- Radka Toneff

Live in America- Paco de Lucia

Call me- Hans Theessink

Konzertante Barockmusik- Dabringhaus & Grimm Label

Back and the Block- Quincy Jones

Gentle Ben (1972)- Ben Webster

Lindenkirche Berlin- Gerhard Oppelt

Vaclav Nelhybel- Dallas Wind Symphony (HDCD)

Dat Dere-Ricky Lee Jones

Schostakovich Symph. Nr 9- Imbal+ Wiener Symph. (Denon One Point)

Tin Pan Alley- Steve Ray Vaughan

Händel-Mariengesänge- Sophie von Otter Musica Antiqua, Köln

Another brick in the Wall I- Pink Floyd

The Happiest days of our lives- Pink Floyd

Another brick in the Wall II- Pink Floyd

A time for love- Melissa Walker

Gil shaham und göran söllscher sonata concertata- Niccolò Paganini

Early one morning- John Lee Hooker

It's the Talk of the Town Bennie Wallace

Sonata in G Dur- Gioacchino Rossini

The Planet- Hans Tessink

Allegro Molto- Nikolai Rimsky-Korsakov

Orgelwerke von Bach- Hans-Jürgen schnoor

Stimela- Hugh Masekela

Poem of chinese Drums- Yim Hok-Man.

 

Come ben vedi mi sono sbizzarrito con i più vari generi musicali oltre 3 ore di ascolto in cui l'E5 ne è uscito vincitore.

Comunque voglio precisare che queste sono le mie impressioni, su questo tipo di impianto.

Non deve essere per forza oro colato, ma sono le mie sensazioni e il mio gusto personale che mi ha fatto scegliere l'E5 e posso garantire che se avevo quaqlche cosa di negativo sull'E5, non avrei esitato a dirlo. 

Ciao da Orlando.   orlando.ziello@bluewin.ch

              


Il commento di Emanuele di Milano

 

Ciao Davide

Dopo aver vinto timori vari mi sono deciso a scrivere qualche riga a ormai diversi mesi dall’acquisto del Korsun v6 e mi scuso fin d’ora per eventuali inesattezze,ma cercherò di evitare il più possibile il vocabolario dei tecnici.

L’impianto ormai sfacciatamente made in Sbisà per la quasi totalità è così composto:

Ampli: Korsun v6

Sorgente: Esound E5

Cavi segnale: Sbisà reference

Cavi alimentazione: Sbisà sb3

Cavo potenza:supra rondò in biwiring(già ordinato sommercable elephant)

Ciabatta:Sbisà in massello

Diffusori: Mission 782 con conopiedi Sbisà

 

 

Partiamo dal Korsun che ha sostituito un integrato cyrus + finale(biamplificazione) la cosa che maggiormente mi ha colpito oltre al calore è il dettaglio anche a volumi bassi, credo ciò sia dovuto alla capacità di erogare sempre molta corrente.

Il CD:ottima definizione e senso di avvolgimento(tralascio volutamente i vari: scena,micro e macrodinamica,profondità ecc…)

L’impianto nel suo insieme:

Strumenti e voci sempre al loro posto,con la netta sensazione di essere seduto in platea col palco ben centrato di fronte

Inoltre non ho mai sentito suonare i diffusori così sciolti e mai forzati.

Mi ha inoltre stupito il conopiedi, è come se avesse tolto la polvere al suono.

In definitiva confermo tutto ciò che di buono è stato detto suoi tuoi prodotti, in attesa di un ulteriore miglioramentocoi cavi di potenza.

Ciao Emanuele            emanuele.ceranto@fastwebnet.it

 


Il commento di Marco:

 

Ciao Davide come gia' detto oggi pomeriggio mi e' arrivato questo splendido lettore. In negozio l'avevo provato con un po' di fretta; in questo momento lo sto ascoltando

con una cuffia Sennheiser hd 650 ed ampli dedicato rp3 e ti confermo tutte le

positive sensazioni iniziali: questo Cd player è un vero portento. Come rapporto qual-prezzo un vero ammazza-giganti. Il dettaglio è ai massimi livelli, ed il suono

è davvero fluido e naturale. Tempo fa ho avuto per un periodo in prova un Arcam cd 23 da oltre 3000 Euro e direi che siamo sugli stessi livelli.

Ciao Marco  m.delupis@virgilio.it

 


Il commento di Roberto:

 

Ciao, sono Roberto e volevo inviarti le mie prime impressioni sull'Esound E5 Signature ed.

Premesso che:
- La scelta tra questo e il Jolida 100S è stata durissima e dopo molti ascolti ho scelto questo in funzione dell'impianto nel quale dovevo installarlo. Infatti il jolida (leggermente più aperto sul medio alto (le voci sono strepitose) e leggermente meno definito) temevo finisse per impastare troppo il risultato con il mio ampli a valvole.
- Potrei riassumere il risultato con: finalmente sono passato dall'hifi all'hi-end eliminando l'ultimo anello debole della catena.

Premesso tutto ciò, ti annoio con una descrizione più approfondita.
Il risultato sonoro nel mio impianto (ampli a valvole KT88 Music Angel, diff. Spendor S3/5 S.E., subwoofer Infinity Sw10 (collegato in parallelo per non inficiare la trasparenza delle Spendor), cavi di segnale Audioquest) è di un realismo disarmante.
Non ho altre parole per definirlo. Tutto è "naturale", e si può alzare il volume a piacimento senza ottenere fastidio da nessuna delle gamme. Non serve analizzare le varie gamme, semplicemente tutti i suoni seguono il loro corso naturale (dall'attacco alla coda) con tutte le loro armoniche. Manca l'acidità del suono che anche in gamma media affliggeva la precedente generazione di lettori, nella quale la maggior parte dei suoni manca del corpo centrale (magari bellissimi attacchi o decay, ma asciuttezza del tutto), penso sia merito del sovracampionamento. Badate bene: questo non è ottenuto con un addolcimento o una mancanza di dettaglio, che è anzi impressionante e che mi aveva fatto optare per questo cd nel confronto diretto.
Un piccolo dettaglio che vi farà capire il valore dell'apparecchio: ho dovuto sostituire le valvole della sezione pre che avevo montato sull'ampli per ammorbidire il medioalto del mio precedente lettore. Ho infatti rimontato le originali, la cui trasparenza in quella gamma mi aveva evidenziato i suoi limiti. Ebbene, con questa sostituzione, che lo porta ai livelli del Jolida in quell'aspetto, ho raggiunto un realismo sonoro entusiasmante. La scena è ben estesa in tutte le direzioni e (registrazione permettendo) ricrea l'evento sonoro in maniera strepitosa.
Chiamale se vuoi, emozioni.
 
Roberto    ctrlaltcanc@hotmail.com
 


Il commento di Enrico :

 

Ciao Davide

Da quando ho da te comprato i due apparecchi made in Cina,mi sono accorto, con vivo piacere che la qualità e precisione di uno(lettore CD Esound Signature ) sostiene la spazialità e dinamicità dell'altro(Ampli Dussun V6 ). Sono quindi due elettroniche che si completano a vicenda.

Zero fatica di ascolto e più tempo passo ad ascoltarle e più mi saltano alle orecchie , quei particolari che sono di supporto al fraseggio musicale principiale.

Merito anche delle MAGGIE che ora,così dettagliate e con tanta riserva di potenza(sensibilita' di soli 82 db)riescono ad esprimersi come mai prima avevano fatto.Ero convinto che, in un sistema isodinamico, senza equipaggio mobile, i bassi fossero quasi assenti.(risposta in frequenza delle MAGGIE da 50 a 16000 Hz)

Ora invece, ci sono e alla grande: riempiono la stanza e non saltellano per ogni dove, disturbando l'ascolto.

Se poi chiudo gli occhi, i pannelli spariscono e il palcoscenico sonoro si dilata a dismisura e perdo la loro focalizzazione nello spazio.

Quando poi li riapro sono lì, fisicamente presenti ma sempre con quella gradevole sensazione di aria che le gira intorno.

Concludendo, dico che queste elettroniche Cinesi, sono veramente notevoli, progettate senza compromessi nella qualità ma anche nella quantità non solo audio(anche il peso in Kg, vuole la sua parte).

grazie Enrico 

 


 

La recensione di TNT Audio:

 

http://www.tnt-audio.com/sorgenti/esound_e5se_e.html

 

 

Altre recensioni online:

 

http://www.eastwestaudioshop.nl/images/big/Test%20E-Sound%20english.pdf

 

http://www.highfidelity.pl/artykuly/0608/e_sound.html

 

http://www.eastwestaudioshop.nl/images/big/test%20luister%20E5%20SE%20nieuwe%20pdf.pdf

 


Nella sezione domande e risposte trovate questo :

 

Domanda di Gianluca  :   Gent.mo Sig. Giuseppe,   la ringrazio in anticipo se vorrà togliermi qualche   dubbio in merito ad alcune cose osservate sul sito   del sig. Davide. Premetto che sarei interessato ad   acquistare un e 5 signature.Cosa mi dice in    riferimento al lettore Original cd 2008   S.E.(supponendo che abbia avuto occasione di   ascoltarli). Un consiglio se dovessi scegliere tra i   due visto che sembrano sullo stesso livello( Davide propende x l' e5).   Veniamo alle domande: come mai alcuni lettori tra  cui l' e5 non portano sul frontale la dicitura "   Compact disc digital Audio"?.   Ho visto che la maggior parte dei lettori cd cinesi   e forse anche gli altri recensiti e venduti sul sito   hanno in comune la meccanica Philips VAM1202. Di che   tipo di meccanica si tratta e a che livello. Qualche   tempo fa sentivo parlare della famosa cdm 9 o 7.   Grazie di nuovo e se non le crea troppo disturbo   potrebbe rispondermi in forma privata visto con   internet non sono un fenomeno.  Gianluca

 

Risponde Giuseppe:  Salve Luca,   Non sono mai di parte, ma l'E5 è un'altra storia, non   è paragonabile minimamente ne con l'Original ne con   alri cd anche di fascia superiore e NON CINESI.   Vede,io ho la fortuna di meterci le mani dentro ed'è   una goduria (tecnicamene parlando) guardare nella   pancia di un E5, componenti hi-end (ma quelli veri),   assemblaggio impeccabile, filtri e filtrini vari in   ogni dove, alimentazione poderosa, massiccia   sovradimensionata e toroidale,uscita sbilanciata e   bilanciata e poi il case .....il case è qualcosa di   straordinario,, equivalente di un lettore occidentale   da almeno 7-8 mila euro ( e non esagero), e suona una   meraviglia.


L'original è un pò più scarno ed essenziale  (circuialmente parlando), l'alimentazione è un pò   sriminzita e vale 1/10 dell'E5, i componenti sono un   pò più mortali e l'assemblaggio è meno curato, forse   il case tradisce quello che c'è dentro, in effetti esteticamente può piacere di più,.........ma stiamo  parlando di un lettore cd e non di un sopramobile.   La mancanza della dicitura "Compact disc digital   Audio" non vuol dire nulla, non cambia niene nella  sostanza,è come una volta sui televisori a colori c'era scritto tvcolor, oggi nessuno ci fa più caso.   La meccanica VAM1202, altro non è che la meccanica che   attualmene ha invaso il mercato dei lettori di fascia   superiore, ma non è assolutamente paragonabile alla  miica e irrimpiazzabile cdm 9 o 7, non si possono   paragonare due meccaniche che non hanno nulla in  comune.  E' un pò paragonare l'original con l'E5, non c'è   storia, la cdm 9 o 7 la si può trovare solo su ebay in    un vintage marantz, philips o meglio revox, o qualcosa  di simile spendendo da 10 ai 15 mila euro.  Ascoli il consiglio di Davide e non se ne pentirà,   parola mia.   Cordiali saluti.   Giuseppe

 

Mi ha fatto particolarmente piacere la risposta di Giuseppe tecnico e riparatore  che non ha nulla a che fare con la mia attività , ma gestisce in autonomia la sezione Domande e risposte Davide Sbisa'

 

 


Il commento di Paolo

 

 

Ciao Davide,

è passato ormai un annetto dall'acquisto dell'ESOUND E5 Signature e penso sia venuto il momento di lasciarti la mia opinione a riguardo.

La catena in cui è inserito è così composta:

- Giradischi LINN AXIS (braccio AKITO, testina Dynavector "Ultimo" revisionata Torlai, cavo di segnale autocostruito con materiale Upgrade)

- Amplificatore integrato NORMA IPA-60R con scheda Phono

  (http://www.tnt-audio.com/ampli/norma-ipa60r.html)

- Lettore Cd ESOUND E5 Signature

- cavi segnale CD PROEL Easy Pull

- Tuner TANGENT

- Diffusori MORDAUNT SHORT 906i Avant      (http://www.mordauntshort.com/assets/documents/HFCJuly06906ilicensedreprint.pdf)

- cavi di potenza R&C

- EX Lettore CD HARMAN KARDON HD-710 sostituito dall' ESOUND Signature

L'ambiente di ascolto è il mio soggiorno di casa, una stanza con forma irregolare di circa 7m X 5m. I miei volumi di ascolto non sono mai altissimi, anche per questo sono molto contento dell'accoppiata Ampli (non un'esagerazione di WATT ma sempre fin dal basso, come il mio 3 cilindri TRIUMPH !) e diffusori (da pavimento con dimensioni medio-piccole ma una buona efficienza).

Come detto, l'Esound sostituisce un buon ma ormai datato lettore Harman Kardon.

Appena arrivato a casa ho montato il nuovo lettore con il primo cd che ho trovato sul mobiletto, una raccolta di Giorgia. Il primo commento alla cieca della mia ragazza è stato: "Hai comprato anche un CD nuovo di Giorgia, che bravo!" Risposta:"No cara, è il tuo solito che ascolti da anni!" Ma dai, ma vai, ma sù ma giù... insomma .. la discussione è andata avanti qualche minuto, giusto per dirti lo stravolgimento che questo lettore ha portato in casa nostra fin dal primo ascolto. Come ben sappiamo poi, l'orecchio tende ad "abituarsi" al suono, quindi la sorpresa del primo ascolto passa con i giorni, allora bisogna affidarsi a qualcosa di diverso per fare dei riscontri. Sono in possesso anche di un YAMAHA Natural Sound DVD Audio/Video SACD Player DVD-S657 , un buon lettore Stereo nel vasto mondo dei DVD universali; questo poi legge anche i DVD-Audio e i SACD!!! Rispetto al vecchio HARMAN KARDON stravinceva il confronto con i SACD e DVD-Audio ma con il CD più o meno avevano lo stesso suono. Ebbene...

l'ESOUND riesce a creare l'effetto live nell'ascolto del semplice CD registrato in studio, non so come spiegarlo, sembra tutto più reale! Ti torno la voglia di riascoltare tutti i tuoi vecchi dimenticati CD! Non parliamo poi di buone registrazioni live: la presenza (non arroganza) del basso dà i brividi, mentre le voci sono decisamente più dettagliate. Porto un esempio: parlo e leggo inglese discretamente, ma faccio fatica a seguire i testi delle canzoni; con l'ESOUND risulta molto più semplice. Dettaglio, tridimensionalità, dinamica, l'ESOUND riesce a scavare con il suo laser ogni singolo BIT e ce lo converte nel modo più naturale, senza colorazioni o eccessi. Forse la parola che meglio spiega questo fantastico lettore CD è NATURALEZZA...

Concludo dicendo che probabilmente sono arrivato con un lettore CD ad un traguardo che non mi aspettavo: competere con il mio giradischi!

Ma qui, e non volermene Davide, la sfida è ancora aperta...

Paolo

 

 

 

  Home