SCHEDE E RECENSIONI                     www.audiocostruzioni.com

VTL  TL 5.5

Preampli a valvole

 

 

SCHEDA

Di cosa si tratta:

Preampli


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore:

VTL

Caratteristiche:

Valvolare

Costo:

7000 euro normale 8.500 euro con phono  anno 2001

Vasta Gamma di Nuovo Usato disponibili  Click qui

CARATTERISTICHE

 

 

 

INFO DAL WEB

 

http://www.enjoythemusic.com/magazine/equipment/0602/vtltl55.htm 

 

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

 

 

 

 

VEDIAMO DIETRO

 

 

 

 

VEDIAMO DENTRO


Foto presa dal web

IL TELECOMANDO




ALCUNI ANNUNCI USATO

 

 

COME SUONA

 

Dal sottoindicato sito tradotto con Google:

http://www.enjoythemusic.com/magazine/equipment/0602/vtltl55.htm

 

In apparenza, trovo il TL 5.5 più funzionale che glamour, sebbene la fascia standard bicolore argento e nera, divisa in diagonale sulla manopola del volume, sia visivamente sorprendente. (È disponibile anche una fascia completamente nera opzionale.) La manopola del volume scolpita molto grande è un piacere sia visivo che tattile, e tutti i controlli hanno una sensazione solida e sicura. Il pannello posteriore è dotato di sei set di jack di ingresso RCA a livello di linea (o cinque di linea più fono, come nell'esempio della recensione). I suoi due loop nastro ospitano anche processori esterni, il che facilita l'uso del preamplificatore in una configurazione home theater.

Con i suoi due trasformatori di potenza toroidali incastonati nel lato destro del robusto telaio in acciaio, il dual-mono 5.5 è un pacchetto sostanziale e pesante. Le parti di alta qualità, inclusi i multi-caps MIT, sono abbondantemente evidenti in tutto l'interno ben strutturato. La sezione phono ben schermata è situata lontano dai trasformatori di potenza. Un design differenziale bilanciato, il 5.5 offre jack di uscita principale bilanciati XLR e RCA sbilanciati. L'opzione di utilizzare cavi bilanciati è molto utile se sono necessarie lunghe interconnessioni tra preamplificatore e amplificatore/i. L'uscita bilanciata può anche fornire migliori prestazioni sonore nel 5.5 è abbinato a un vero amplificatore bilanciato differenziale.


Polarità, giusta o sbagliata

Il TL 5.5 ha un telecomando in alluminio splendidamente rifinito per la regolazione di volume, mute e polarità (chiamata anche fase). Tanto di cappello a VTL per aver fornito il controllo remoto della polarità in un preamplificatore dal prezzo moderato. Nessuna delle unità molto più costose che avevo a disposizione per il confronto offre l'inversione di polarità in qualsiasi forma. E sebbene molti audiofili sembrino più o meno ignari dei benefici della corretta polarità, trovo che la capacità di controllare la polarità dal mio posto di ascolto sia uno degli aspetti più soddisfacenti della convivenza con il T:5.5. Sono convinto che molte delle lamentele degli audiofili sul suono digitale aspro possano essere ricondotte all'ascolto di CD con polarità errata -- e ce ne sono moltissime. La capacità di percepire le differenze di polarità può variare con il tipo di registrazione (altamente multi-microfono' d/le registrazioni miste rendono più difficile rilevare la polarità errata), così come con diversi dispositivi audio. Alcuni diffusori sono semplicemente più rivelatori delle differenze di polarità rispetto ad altri; planari, per esempio, e tra gli altri il mio Eggleston Andras e il Meadowlark Blue Herons recentemente recensito. Al di là di questi fattori, sembra che alcune persone semplicemente non notino - o non si preoccupino - delle differenze di polarità. Per coloro che lo fanno, l'inversione di polarità sul telecomando VTL TL 5.5 è un piacere. t notare -- o preoccuparti -- differenze di polarità. Per coloro che lo fanno, l'inversione di polarità sul telecomando VTL TL 5.5 è un piacere. t notare -- o preoccuparti -- differenze di polarità. Per coloro che lo fanno, l'inversione di polarità sul telecomando VTL TL 5.5 è un piacere.

La prova è nell'ascolto

Ho messo a confronto questo preamplificatore con alcuni componenti superbi, tutti considerevolmente più costosi del TL 5.5: i miei preamplificatori Thor TA-1000 line/TA-3000 a valvole di riferimento, uno stadio phono Vendetta appena aggiornato e il Reflection alimentato a batteria Audio OM-1, uno dei migliori preamplificatori a stato solido che abbia mai ascoltato. Sebbene tutti questi preamplificatori presentino prospettive leggermente diverse sulla musica, ognuno è abbastanza convincente da solo.

Durante la riproduzione di dischi, il 5.5 non è così silenzioso come gli altri stadi phono. VTL è sempre stato impegnato in circuiti a valvole puri, e un tale circuito non è mai così silenzioso come nessuno di questi due a stato solido o il design del tubo interno assistito da trasformatore del Thor. Suonando una varietà di LP, anche a livelli abbastanza robusti, raramente sono infastidito dal rumore residuo dello stadio phono 5.5. Quando ascolto passaggi molto silenziosi, il rumore diventa evidente, ma anche in questo caso di solito non lo trovo particolarmente invadente. In molti casi il rumore di superficie di un disco o il sibilo del nastro che sta dietro a qualsiasi registrazione classica - come le sacre RCA e Mercury - è sufficiente per mascherare il livello di rumore del TL 5.5, anche dato il basso (3,2 mV) uscita della cartuccia Cardas Heart in uso durante la maggior parte del ciclo di revisione. Con una bobina mobile a potenza maggiore (.

Nella riedizione Classic Records di Kind of Blue , il TL 5.5 offre le dense armoniche della tromba in sordina di Miles con mirabile concentrazione e intensità. L'interazione di Coltrane e Adderly, le delicate sfumature del pianoforte di Bill Evans, il solido impulso di batteria e basso - tutto emerge con immediatezza e una presentazione spaziale convincente e stabile. E la grande seconda sinfonia di Mahler [EMI] di Otto Klemperer , una delle migliori realizzazioni di questa musica mai registrata, prende vividamente vita. Nel terzo movimento, il 5.5 cattura magnificamente i ricorrenti, tesi e profondi colpi di grancassa, posizionandoli bene nella parte posteriore del paesaggio sonoro profondo. Con il primo e il secondo violino contrapposti nel 19 °secolo, e posizionando i violoncelli a sinistra e le viole a destra del centro, la prospettiva profonda di questa registrazione ci dà quella vivida qualità del "tu sei lì" che noi audiofili desideriamo. In questo e in dozzine di altri LP, classici e popolari, il 5.5 esibisce la neutralità e l'equilibrio tonale, armoniche approfondite, una buona estensione delle alte e basse frequenze e dinamiche veloci e potenti che ci si aspetta da un pre- amplificatore.

Anche la performance sul palco in linea è impressionante. In un test di risoluzione molto impegnativo, i clic distintivi dei tasti provenienti dai vari legni durante il primo movimento delle Danze sinfoniche di Rachmaninoff [Temirkanov, St. Petersburg Philharmonic, RCA Red Seal - engineered by Tony Faulkner], il VTL TL 5.5 scende leggermente a parte l'inquietante recupero dei dettagli a basso livello del Reflection OM-1, del Vendetta e del Thor TA-3000. Con quei preamplificatori più costosi, posso effettivamente distinguere i clic dei tasti, ad esempio, di un clarinetto da quelli di un fagotto. Ma ovviamente differenziare quei clic chiave e posizionarli accuratamente all'interno del paesaggio sonoro sono esperienze solo audio; normalmente non sentiamo quei suoni nella sala da concerto.

Mi piace particolarmente il TL 5.5 con la musica con un forte impulso ritmico. Bob Marley, Steve Earle, Son Seals, Count Basie -- non ho mai la sensazione che il TL 5.5 stia intralciando il ritmo della musica. Questa sensazione di grande tempismo può essere una caratteristica di famiglia, come la sento anche nei miei amplificatori VTL.

NOTA: Dopo un po' di esperimenti, trovo che il suono del CD migliora quando collego il lettore a uno degli ingressi tape attivati ​​da un interruttore a levetta sul pannello frontale, piuttosto che collegarlo normalmente in modo che il segnale passi attraverso l'interruttore Source Select. La differenza non è grande, ma è udibile.

Questo scritto arriva subito dopo tre serate consecutive di concerti che comprendono partiture sinfoniche di Mahler, Beethoven, Shostakovich, Strauss e Tchaikowsky. Tornando al mio sistema audio di casa e al TL 5.5, sono colpito da due pensieri: primo, ancora una volta, quanto sia inadeguato anche un grande sistema audio per riprodurre realisticamente le dimensioni e l'impatto di un'orchestra dal vivo; e in secondo luogo, entro i limiti dell'audio, ululare bene il TL 5.5 cattura le qualità musicali essenziali di una grande orchestra. È gratificante riferire che il TL 5.5 si comporta bene con ogni tipo di musica che gli do da mangiare: pianoforte solo (sempre un duro test per qualsiasi sistema), musica da camera, voci soliste e ammassate, organo... Il TL 5.5 gestisce tutti i tipi di musica con disinvoltura.

Il suono del preamplificatore VTL TL 5.5 è caratterizzato da un equilibrio, una presa sulla musica, che rivaleggia con l'autorità dei preamplificatori più costosi. Non è l'ultima parola nel recupero e nella risoluzione dei dettagli a basso livello, come ho descritto sopra. Quindi, se la tua cosa è contare le teste nell'orchestra o catturare ogni cigolio di sedia mentre i musicisti suonano, questa probabilmente non sarà la tua scelta. Ma se vuoi concentrarti sulla musica -- ascoltarla come un insieme organico piuttosto che come una serie di eventi sonori sconnessi , il TL 5.5 potrebbe fare al caso tuo . Durante il mio tempo con esso, ho trovato TL 5.5 immancabilmente in grado di attirarmi nella musica, che si tratti di una partita di Bach o di un riff blues.

Il TL 5.5 mi colpisce come un eccellente esempio di design e ingegneria ponderati per il prezzo. È dual mono, ma questo design viene eseguito all'interno di un singolo chassis piuttosto che con l'approccio di alimentazione separata molto più costoso. Fornisce un controllo del bilanciamento, una rarità di questi tempi, ma solo tramite la manopola del pannello frontale (e sì, è fuori dal circuito quando la manopola è nella posizione di arresto centrale). La regolazione del bilanciamento a distanza aggiungerebbe un costo considerevole per quella che nella maggior parte dei casi è una funzione usata raramente. Prenderò volentieri l'interruttore di polarità remoto al suo posto, che rappresenta un valore reale.

Una domanda che mi pongo sempre alla fine di una recensione è: "Potrei essere soddisfatto di questo nel mio sistema?" Nel caso del 5.5, la risposta è sì. La sua presentazione musicale onesta e robusta, unita alle sue caratteristiche di convenienza ben selezionate, rendono il preamplificatore VTL TL 5.5 un'aggiunta degna alla maggior parte dei buoni sistemi. Ti incoraggio ad ascoltare te stesso; potresti essere sorpreso dal livello di raffinatezza musicale disponibile al suo prezzo.

 

 

Home