Schede e recensioni

Audio Research " SP 9 "

Preampli a valvole


 

 

  Di cosa si tratta

  Preampli a valvole - transistor


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

  Produttore

  Audio Research   USA

  Caratteristiche

  Valvolare entrata phono

  Costo

  3.900.000 lire anno 1989 circa

 

 

Caratteristiche




Descrizione

 

Dal sito sottoindicato tradotto da Google:

http://www.stereophile.com/tubepreamps/739/

 

Dopo l'introduzione del loro molto caro, Tube / FET preamplificatore SP11 ibrido, ci sono voci che Audio Research stava lavorando su un tubo ibrido / preamplificatore transistor destinate a costare meno di $ 2000. Le voci sono state confermate quando ARC ha mostrato un nero foto in bianco e del SP9 al Winter CES 1987. Ovviamente, come tutte le riviste, eravamo impazienti di ricevere un campione di revisione, ma la prima revisione della SP9 effettivamente apparso nell'estate '87 rilascio di Peter Moncrieff's IAR Hotline. Recensione di Pietro era quasi intemperately entusiasmo, mettendo a confronto la SP9 positivamente con i campioni iniziali della SP11 e suggerendo che la sua qualità del suono era molto meglio di quanto ci si aspetterebbe dal suo chiedere 1.695 dollari di prezzo. Naturalmente, siamo stati anticipando cose buone, quando il nostro campione di revisione è arrivato a Santa Fe, a fine luglio.

Come molti altri osservatori ARC, avevo assunto la SP9 sarebbe una versione ridotta della SP11 altamente considerato $ 5.000. E nel senso che è un po 'più contenuta nel concetto rispetto al '11, è proprio questo. Quella unità pezzo (nessuna fonte di alimentazione separata) ha quattro manopole e quattro interruttori vs la SP11 sei e otto, rispettivamente. Vi è un solo controllo del volume (vs il '11 's due), ma dato che si trova a destra dopo il circuito ad alto livello di input, non c'è possibilità di sovraccarico segnale in ingresso indipendentemente da quanto è potente il segnale. ARC, tuttavia, nega che il 9 è un "stripped-down SP11", preferendo lo descrivono come "un adattamento di alcuni dei brevettato la SP11 della tecnologia ibrida."

Bene, è e non lo è. Entrambi sono unità ibrida, in quanto entrambi hanno i tubi e transistor nel percorso del segnale, ma i componenti sono combinati in modo molto diverso nei due preamplificatori.

Nella SP11, ogni segnale di "stage" è costituito da un FET e un tubo in una configurazione cascode. Questo accordo svolge al largo delle caratteristiche di funzionamento di entrambi i dispositivi contro l'altro, con una conseguente migliore combinazione di prestazioni, rispetto al FET o il tubo per conto proprio. La curva caratteristica di un dispositivo di amplificazione è un grafico che riporta i suoi in-corso contro la tensione di ingresso applicato al suo cancello di controllo (o griglia). Idealmente, attraverso la corrente dovrebbe essere una funzione precisa di tensione in ingresso, producendo una caratteristica "curva" che è un diritto, linea diagonale. In realtà, però, questa "linea" è più simile a una curva, con la sua estremità piuttosto bruscamente curve e la sua sezione media che si avvicina, ma mai abbastanza diventare una linea retta. Pratica design classico è stato quello di posto i parametri del dispositivo che operano su tale metà parte della linea che ha la curvatura minimo, in quanto ciò produce la distorsione più bassa. Ma perché la linea non è mai completamente diritta, la distorsione non è mai pari a zero.

Le curve caratteristiche di un tubo e un FET sono interessanti in quanto immagini speculari sono quasi esatta di ogni altra: mentre si tende a curva in una direzione, l'altro tende a curvarsi nella direzione opposta. Combinando entrambi i dispositivi in ciò che è essenzialmente un singolo stadio di amplificazione ha l'effetto di annullare le curvature delle due, con un conseguente quasi perfettamente rettilineo trasferimento caratteristica e, ovviamente, a bassa distorsione evanescente (nota 1). Anche la pena notare è che i tubi in questo tipo di circuiti ibridi vengono eseguiti in ciò che è talvolta chiamato "modalità trickle". Che è, il loro piatto attuale è molto inferiore a quello usuale per un tubo, risultando in un prodotto il cui pannello superiore, anche dopo l'uso quattro ore ', è appena caldo al tatto. Ciò significa che non c'è bisogno di dare un SP11 (o il '9) come spazio di ventilazione quanto è necessario, con preamplificatori valvolari convenzionali. Significa, inoltre, ci si può aspettare insolitamente prolungato la vita del tubo-ARC crediti fino a 10.000 ore di vita di servizio sarà possibile dai tubi SP9!

Dal consenso critico, la SP11 è il miglior suono Tube Preamp Audio Research ha mai fatto, sicuramente ha pochi, se del caso, coetanei. Questo non è così sorprendente, dato che ARC non ha mai fatto uno di meno-che-tubo prodotto eccellente, e che la progettazione cascode ibrido dovrebbe, in teoria, essere migliore di una con tubi da solo. La SP9, tuttavia, dispone di una topologia piuttosto diverso circuito. Blocchi di guadagno quasi identici sono utilizzati sia per le fasi phono e linea, quest'ultimo è meno complicato, tuttavia, come non ha bisogno di guadagnare molto, e non si applica l'equalizzazione RIAA. Secondo la dotazione schematica, il circuito è single-ended, che operano da una rotaia singola ad alta tensione. Il segnale d'ingresso viene applicato alla porta di un N-FET canale, la fuga dei quali è collegato in maniera classica cascata alla rete di metà di una 6DJ8 (ECC88), doppio triodo, viziate da un divisore resistivo. Nella fase phono, la piastra (anodo) di questo tubo alimenta una coppia di MOSFET di ulteriore guadagno, seguita, come la fase di linea, da un driver di uscita MOSFET, questa accoppiata in AC per il controllo del volume (phono) o uscita principale ( line). Lo stadio di uscita ha un totale di 20 dB di guadagno (un link sul filo del consiglio può essere facilmente desoldered per abbassare il guadagno di 14dB, per l'uso con amplificatori di potenza più sensibili), con un singolo ciclo di feedback in tutto il FET e il tubo. Lo stadio phono ha due circuiti globali, uno AC, un controller di dominio, di fornire l'equalizzazione RIAA. Componenti utilizzati sono di qualità molto elevata.

Come con tutti gli amplificatori ARC, l'alimentazione è sofisticata, separatamente forniture regolamentato l'alimentazione lo stadio phono, lo stadio di uscita, e la tempistica e muting circuiti. MOSFET di potenza sono utilizzati come la serie passa elementi. Il trasformatore stesso è uno di alta qualità, elettrostaticamente schermato tipo toroidale, fissato alla parte posteriore del fianco sinistro il più lontano dai circuiti phono possibile.

Tutti gli input e le prese di uscita sono placcati in oro-Tiffanys e la SP9 è dotato di ingressi per quattro ingressi linea audio-video, CD, sintonizzatore e di ricambio, oltre a ingressi e uscite per due registratori a nastro. L'ingresso phono è nominalmente in movimento-calamita compatible; il suo rumore molto basso lo rende adatto per la MCS non sia troppo basso, con una potenza e una resistenza interna può essere modificato per abbassare il caricamento delle cartucce di MC. Capacità di ingresso può anche essere cambiata in modo appropriato. Su turn-on, un circuito di temporizzazione silenzia l'uscita per 45s, permettendo i punti operativi di stabilizzare, il muting viene eseguita con un relè che tira l'output a terra il segnale solo i flussi attraverso i suoni potenzialmente degradazione contatti dei relè quando vi è alcun suono!-una resistenza serie impedisce eccessivo flusso di corrente attraverso il MOSFET di uscita quando disattivato.

Scheda fotografica

 

 


 


 

 

 

Con il finale D240 - altre info qui

 

 

 

 

Vediamo dietro

 


 

 


 

Vediamo dentro



 

 


Gli schemi:

 

     

 manuale




Links

 

http://www.arcdb.ws/SP9/SP9.html

Come suona

 

Una interessante recensione:

http://www.hi-figuide.com/apparecchi/amplificazione/preamplificatori/2008/2/index.html

 

 

Hit Counter

Home