Recensioni e Schede      

L'impianto di Francesco

 

 

Di cosa si tratta

Impianto completo  Nad - Monitor Audio

Proprietario

Francesco   francy70@gmail.com

 

Storia di un upgrade….quasi terminato!

 

Descrizione e impressioni

 

Cari appassionati audiofili, vorrei raccontarvi come sono riuscito senza grosse spese a raggiungere un livello di ascolto molto alto partendo da un impianto poco più che “entry level”.

L’impianto inizialmente era composto da ampli NADC325BEE (nuovo),  

 lettore CD Technics SLPG5 (economico ma best buy nella sua fascia),

casse Cerwin Vega VS8 modificate (foto 1, modifica pubblicata sul sito).

 

 

I punti di forza erano la dinamica,tenuta in potenza e la gamma media; desideravo un suono timbricamente più equilibrato e raffinato, maggiore dettaglio sulle alte/altissime frequenze e voci meno squillanti. Grazie alla mia esperienza di ascolto con diversi sistemi a stato solido e con diverse combinazioni di elettroniche (pratico le varie salette d’ascolto da circa 10 anni) ho subito capito che l’ampli meritava qualcosa di qualitativamente superiore, i limiti nel dettaglio e nella timbrica erano da ricercare nei diffusori, mentre sullo spettro medio/alto/altissime  il limite era proprio nel lettore cd. Il cablaggio inizialmente era un SUPRA PLY 2.0 di potenza, e TARALABS prism 22 di segnale. Dopo aver ascoltato impianti Hi-End nella testa di un audiofilo rimane come un verme la frase “yes…i can”, ma è una frase che dura giusto il tempo di dare un occhiata al portafoglio! Ho cominciato con la sostituzione dei diffusori dopo aver ascoltato ben 10 modelli da stand sotto i 600 euro configurati, con il mio amplificatore risultato : enorme delusione per le B&W685 (fredde e poco dettagliate), grande sorpresa per le MA RS1 (suono dettagliato e timbricamente coinvolgente che ben si interfacciava con il mio ampli). Alla fine ho acquistato le MA RS1. Il suono che veniva fuori era timbricamente ricco e dettagliato, un pochino tendente al chiaro, desideravo maggiore controllo sul basso.

 

 

Ho provato a cambiare i cavi di potenza (auto costruiti, Monster Z1, Supra Classic…altri)  a costruirmi un buon filtro di rete, cambiare i ponticelli con diversi cavi, ottenendo differenze sempre avvertibili. Da queste prove ho capito che effettuando un perfetto “tuning” del sistema potevo avvicinarmi al mio “impianto ideale”. Cambiando il cavo di potenza (senza spendere cifre assurde) con uno XINDAK -SC03 (neutralità e dolcezza) ed i ponticelli in dotazione con i XINDAK SS-1 ho raggiunto un buon compromesso (foto 2,3,4). Infine dettaglio, equilibrio e raffinatezza delle alte/altissime frequenze li ho risolti con l’acquisto di un altro best buy, il lettore NAD C525BEE

 (foto 5). Mi aspettavo enormi differenze rispetto al Technics, invece la scena acustica è rimasta la stessa per dimensioni e profondità (qui c’entrano i diffusori…) comunque il lettore cd è nuovo e migliora dopo ogni ascolto. Vorrei  effettuare l’ultimo e ragionevole upgrade del suono es. una maggiore focalizzazione delle basse frequenze, maggiore distacco delle frequenze medie, ampiezza della scatola, sonora un pochino confinata e maggiore aria attorno ai diffusori.

Capisco che a questi livelli ottenere tutto questo è assai difficile, ma dalla mia esperienza ho capito che ci sono dei margini di miglioramento ed intendo raggiungere il massimo possibile. La sostituzione del cavo di segnale e potenza con cavi di fascia più alta (ho pensato a Xindak FA-2/G&BL serie HPTN/AQ King Cobra di segnale e Xindak FS-5 o SILVER RAINCOAT di potenza) potrebbe effettuare davvero questo “tuning” finale dell’impianto. Vi aggiornerò. Attendo anche vostri preziosi consigli. Un grosso saluto a tutti. Francesco . francy70@gmail.com

 

 

 

Audiocostruzioni e punto vendita di :

 

                              E tanto Altro

 

Home 

Hit Counter