Recensioni e Schede      

 

L'impianto di Marco

 

 

Di cosa si tratta

Impianto  completo  Micro Seiki - Quad - Autocostruito

Proprietario

Marco  marco.yeti@tin.it

 

Salve Davide,Sono Marco  eccomi qui a raccontare a tutti gli appassionati che cosa stupenda sei riuscito a farmi avere ebbene una stupenda macchina che cercavo da tempo, infatti non è facile trovare un Micro seiki RX 1500 , perché chi lo possiede difficilmente riesce a separarsene;

 

 

 Ma veniamo al sodo, questa macchina è ricercata da molti audiofili per la sua costruzione sopraffina con tolleranze davvero minime pensate che il perno è sigillato in un cilindro in alluminio con all'interno due "camere" una che contiene l'olio, mentre l'altra posta alla base del cilindro contiene aria compressa in modo da annullare qualsiasi attrito meccanico, poi se si separa  il motore dal telaio le vibrazioni da esso prodotte si riducono notevolmente,la testina é una Denon DL 103 modificata Torlai,il braccio é un maywire. 

 

 

 

insomma parliamo di un giradischi veramente eccezionale, non a caso un marchio come Audio Teknè a in catalogo dei Micro Seiki con up-grade in carbon block e la stessa azienda raccomanda fortemente tutti i modelli della serie RX, FX, BL.

 

 

Ma passiamo al resto del mio impianto; Come sorgente digitale ho scelto un cd player non molto conosciuto, E.A.D."Enlightened audio designs" ultradisc 2000, ma chi lo conosce sa di cosa sto parlando, infatti si affida ad una meccanica di derivazione Sony serie reference con piatto direttamente nel cassetto dello stesso diametro del cd e lettura del laser dall'alto, il cd si appoggia sul piatto con l'etichetta rivolta verso il basso cioè al contrario i convertitori sono dei burr brown 20 bit selezione "K" (quelli usati da Wadia digital), il pre è un A.R. sp9 con E88CC.Mullard (non credo che abbia bisogno di commenti) e come finali, i mitici Quad II con valvole G.E.C./ Mullard, cavi di potenza A.R.T. monolith cable B.W. cavi di segnale, Acoustic zen wow!! diffusori autocostruiti a dipolo, LXAXP 60X120X30 con altoparlanti Seas.

 

 

 

Devo proprio dire che sono molto soddisfatto del mio impianto, riesco a fare impallidire tante persone con impianti ultra costosi dai nomi altisonanti come Mark Levinson, Spectral,  e chi più ne ha............ Insomma un consiglio che vorrei dare a chi si sta avvicinando a questo fantastico mondo è quello di ponderare bene la scelta di un apparecchio audio e se si hanno delle difficoltà la strada da imboccare è quella di fare domande a persone qualificate ma soprattutto appassionati con alla spalle anni di esperienza non abbiate timore di disturbare perché chi è veramente appassionato sarà ben contento di rispondere ai vostri quesiti e consigliarvi il meglio secondo le vostre esigenze, una di queste persone senza dubbio é Davide, ma ce ne sono molti in giro, tenete d'occhio il sito e ne scoprirete tanti!!!!!!! Alla prossima..................................

Marco.   marco.yeti@tin.it

 

 

Home 

Hit Counter