Recensioni e Schede      

L'impianto di Francesco

 

 

Di cosa si tratta

Impianto completo   mcintosh  -  B&W 704  -  Micro Seiki bl-19

Proprietario

Francesco   francesco@algoritmisoftware.it 

 

Ecco la foto del tuo tavolo con il mio impianto.

Se ti interessa posso recensire un po di roba.....

 

Audio 2channel:

mcintosh 6850 (ampli)

mcintosh 7007 (cd)

B&W 704

cavi autocostruiti

Gira Micro Seiki bl-19 con denon Dl103 e braccio Audio Craft 300 MKII

Pre Audio Analogue Aria

 

Home Theatre:

Marantz 5400 ose (ampli 6ch)

Philips 963sa (cd sacd)

Infocus X1

rear,center e sub B&W

 

il tutto convive con estrema soddisfazione e performace...

  

Partiamo dall'alto del tavolo Audiocostruzioni.

Premetto che detto tavolo fatto sulle misure cje ti ho dato, mi ha risolto tutti i problemi di posizionamento e aerazione tra apparecchi, oltre ad essere gradevole alla vista nonostante la 'stazza' da me richiesta.

 

Parliamo del giradischi Micro Seiki Bl-91 e del suo braccio Audiocraft 300 MKII.

E' un monolite rispetto al rega p3 che avevo prima, fa sentire tutta la cosistenza dei suoi 15 kg circa ed è bello da vedere con la sua base in legno pieno e con le spettacolari venature.

Il motore non è sovradimensionato, ma comunque deciso e robusto. La partenza è immediata e passando sul disco con la spazzola non si avvertono cedimenti o miagolii come sul P3 che evidentemente risentiva della pur piccola pressione.

Molto comodo la regolazione fine dei 45-33 giri che sposta in un range del -+6% la velocità.

 

Il braccio è un unipivot con smorzamento siliconico. Non è di facile taratura in quanto oltre al classico bilanciamento-peso , antiskating a filo e messa in dima, dobbiamo considerare anche il bilanciamento laterale in quanto essendo appunto poggiato su un unico punto.......si muove a guardarlo solamente.

E' obbligatorio un buon disco test per poter verificare il corretto settaggio.

 

 

 

Scendendo sotto trovi il proiettore Infocus X1 che oramai risiede nel mio impianto da 4 anni e vanta quasi un migliaio di ore lampada senza che la qualità ne abbia risentito. (è dato per una durata di 3000 ore!!!)

Su di questo ho solo modificato l'iris interno per far passare menu luce spuria (essendo nato per presentazioni pc e non per HT). Per fare questo ho preso una lattina di birra (ma il contenuto non è importante :-))))  ed ho modellato il nuovo iris.Dopo l'ho vrniciato nero con spray per marmitte (garanzia di alta temperatura) e debbo dire che il risultato è ottimo.

 

 

Accanto trovi il pre-phono Audio Analogue Aria, un grande pre buono per tutte le testine del mondo in quanto con le resistenze a corredo puoi settare di tutto (MM-MC).

Ha una musicalità ed una trasparenza notevole che purtroppo accentua anche i difetti del vinile....ma questo chi ama il disco nero lo mette in conto.

L'Aria ha 2 banchi di batterie interni che vengono usati alternativamente mentre l'altro si ricarica dalla rete, per cui in pratica non sei mai direttamente connesso alla rete elettrica.....escamotage che AA ha ripreso anche su altri suoi apparecchi.

 

 

Lettore cd Mcintosh Mcd 7007. Questo pur datato lettore non ha nulla da invidiare alle ultime generazioni.

Avevo un Paganini 24/192, ma il 7007 non lo fa rimpiangere nonostante il decennio di differenza che in analogico dovrebbe influire notevolmente.

Il 7007 è costruito come un carroarmato, la meccanica non è quella di oggi dove montano in pratica lettori da pc, ma una meccanica veramente tosta.

Finezza: il cd che gira dentro viene illuminato da una luce verde che traspare anche all'esterno, e credo sia una ricerca di miglioria in lettura per la luce laser che se non erro viene maggiormente contrastata da luce verde.

L'ascolto è molto appagante e mai affaticante.

 

Ampli McIntosh MA6850. Questa è l'ammiraglia dell'impianto che con i suoi 150 watt fa muovere le b&w704 come mai avevano fatto gli altri ampli che avevo.

Ha una riserva di potenza incredibile, controlli di tono e loudness che capisco possa far storgere il naso ai puristi, ma vi assicuro che chi come me ama ascoltare a basso volume, riesce ad avere comunque un basso decente.

Tutti detti controlli possono comunque essere disattivati.

Che dire del Mac...l'ascolto a luce spenta con i vu-meter blu in sottofondo sono una delle cose più belle e rilassanti della giornata.

Bellezza e prestazioni una volta tanto riunite in una sola macchina.

Il giudizio su questa macchina deve essere dato solo dopo una ventina di minuti dall'accenzione, in quanto effettivamente il riscaldamento influisce notevolmente sul risultato.

Il 6850 può essere utilizzato anche come finale, ed infatti in utilizzo HT prendo il segnale dall' uscita pre del Marantz multicanale per far convivere le casse frontali in entrambe le configurazioni ed avere un solo controllo di volume.

Debbo dire che il classico suono Mac, ovvero morbido e suadente molto bene si abbina con le caratteristiche delle B&W, che a sua volta tendono al dettaglio e ad una certa asprezza del tweeter nautilus. Debbo dire che il mix risulta alle mie orecchie molto riuscito.

 

 

Lettore DVD-SACD Philips 963sa. Di questo lettore si è detto tutto e confermo essere un best-buy come non si vedeva da anni.

Lo utilitto da 4 anni e non ha avuto un cedimento. Legge i dvd in progressive scan pal e in combinazione col X1 esce in risoluzione 500p con dei colori ed un contrasto veramente ottimi.

Raccomando l'utilizzo delle uscite component per avere il massimo della qualità video.

La lettura dei SACD è ottima soprattutto se collegate gli rca NON alla uscita stereo dedicata, ma ai frontali delle uscite dei canali 5.1 !!!

Su queste uscite è utilizzato un processore più performante, ma non molti lo sanno :-))))

 

Ampli multicanale Marantz 5400 ose: è il multicanale che uso per l'ascolto dei films. Ha 6.1 canali anche se credo che il centrale posteriore non si sia mai espresso in modo evidente.

Direi che 5 canali bastano ed avanzano.

 

Cavi: tutti autocostruiti. Alimentazione con Cablerie D'Euphen rivestito in ferrite, segnale VDH 102 e 103 hybrid in semibilanciato (calza da un solo lato e quindi direzionali), potenza con cavo cat 5 intrecciato in biwiring.

 

Conclusioni:

Dopo anni di prove e cambiamenti ho allestito quello che dovrebbe essere un impianto duraturo. (chissà per quanto.....)

Il risultato è per me ottimo e anche a detta di audiofili amici l'ascolto è veramente buono. Il punto di forza sono le voci.L' interprete sembra essere nella stanza con noi e comunque anche il resto degli strumenti sono molto ben localizzabili e riconoscibili.

Ci sono voluti 3-4 anni per avere un risultato ottimo senza svenarsi (un 60% delle cose sono usate), e consiglio a tutti di non avere fretta nel cambiare e/o giudicare i componenti.

Chi volesse approfondimenti sugli apparecchi che ho menzionato, per quello che posso, può contattarmi per e-mail francesco@algoritmisofteare.it

 

ciao

Francesco

 

 

Home 

Hit Counter