Recensioni e Schede      

 

L'impianto di Ermanno e il commendo Spina VDE Audiocostruzioni

 

 

Di cosa si tratta

Impianto completo - Meridian 508 - EAR - Infinity PFR - Gyrodek - Unison

Proprietario

Ermanno   telesforococchini@hotmail.it

 

Ø       Ciao Davide, volevo dirti innanzitutto grazie per il cd test che mi hai inviato e che non mancherò di usare, poi che le spine arrivatemi tempestivamente sono ottime, già solo a vederle dal vivo, ma il bello è venuto quando le ho montate sui cavi di alimentazione del CDP ( Meridian 508 20bit con operaz.li implementati e qui e là piombato ed insonorizzato con fogli bituminosi adesivi e blue tak, sospeso su carbon block e poi ancora su piedini magic dream etc ) e del Pre Linea EAR (rivalvolato, ai  bei tempi,  con TFK e Mullard, oltre che insonorizzato come sopra e munito,  all'interno, di filtro  induttivo di segnale in filo di argento).- Per la cronaca il resto  dell'impianto è costituito  da due mono 845 della Unison Research, Gyrodeck con SME IV e Sumiko Blue  Point Special, Pre-phono della EAR,anch'esso trattato come sopra, casse Infinity   Compositions PFR con sub  amplificato, cavi tutti autocostruiti --- ad eccezione di quelli di  potenza che sono dei De Wire  Flatwire 18FLT in configurazione doppia --- per la cui filosofia di base e   descrizione particolareggiata,  se di tuo interesse, ti scriverò di nuovo. Tutti gli apparecchi sono   isolati dalla rete a mezzo di trasformatori  di isolamento,con particolare cura per quelli delle sorgenti .
 

La VDE  Audiocostruzioni
 

Ø        Mi aspettavo qualche cambiamento,dato che l'esperienza mi ha insegnato che  nel ns campo ogni anche piccolo intervento, si sente; ma qui,nonostante  si tratti di un intervento che non incide affatto sul segnale,le   differenze ci sono e sono diverse e notevoli! Quasi non si riesce a credere che una semplice variazione nelle prese di corrente possa dare simili risultati;
però ci speravo parecchio, altrimenti non le avrei acquistate, no?!
Subito noto una tendenza a portare la manopola del volume in zone  raggiunte  raramente e solo con incisioni particolarmente curate, segno evidente di  una diminuita percezione del tappeto di rumore e della distorsione.
 

Il favoloso giradischi Gyrodeck
 

Ø       1) Definizione ed immagine sono aumentate considerevolmente; ogni   strumento si staglia con maggiore chiarezza nel palcoscenico virtuale ed ha, come  dire, un suono più "suo proprio", insomma è più agevolmente riconoscibile come   tale.



       La Sumiko Blue  Point Special

 

Ø       2) Bassi e medio bassi sono decisamente diversi rispetto a prima. Gli   strumenti che interessano tali gamme , ad esempio il contrabbasso, hanno maggiore   corpo e pienezza armonica ( si percepisce distintamente l'attacco della corda  seguito  immediatamente dalla risonanza acustica della cassa dello   strumento). L'articolazione ed il controllo, nonchè gli attacchi ed i rilasci sono sensibilmente  migliorati,pur in presenza di un aumento della potenza e del punch   dinamico.

 

 

L'Unison Research  845


3) Medi, voci,cori hanno tutti avuto un altro miglioramento evidente. Le  voci,  sia femminili che maschili sono ora più chiare e pulite, ma non  alleggerite, ed in entrambe si nota una sensazione di maggiore "presenza della gola e del petto". I   cori sono  più agevolmente identificabili, anche nelle singole componenti vocali,e si   alzano  con maggiore precisione dal fondo della scena.

 

Ø       4) Gli alti poi sono meno digitali, con maggiore ed esplosiva dinamica e   più naturale asciutta brillantezza.

Ø      
5) La macrodinamica ha fatto un notevole passo in avanti, in generale, ma   si nota anche  un silenzio intertransiente più netto che consente alla microdinamica di   avvantaggiarsene particolarmente. Gli strumenti percussivi - indicativo a tale  proposito il battito secco e pronto delle bacchette del batterista sul bordo dello strumento, l'irrompere puntuale ed impulsivo del triangolo nonchè lo scroscio della pioggia di  piatti – sono  più incisivi del solito e sono riprodotti con realistica approssimazione  nei loro interventi.  In definitiva la sostituzione delle 2 spine IEC-VDE e delle due schuko professionali,ha dato risultati considerevoli per il costo di alcune decine di euro, e si è   rivelato quindi un vero  affare;dunque  mi sento di raccomandarle a tutti gli interessati!

 

Ø       Come vedi tu mi avevi chiesto una recensione di un mio apparecchio, ma io   ho fatto di più,  ti invio la recensione di 2 tipi di tue spine di corrente inserite nel mio  impianto!?! Puoi anche rendere pubbliche queste due righe,se lo ritieni. Un salutone.
 Ermanno

 telesforococchini@hotmail.it

 

La paginetta sulla VDE Audiocostruzioni:

 

 

I diffusori di Ermanno:

 

Ho fatto veramente fatica a trovare  qualcosa su internet  riguardo questi  diffusori , Infinity   Compositions PFR con sub  amplificato , ecco quello che ho trovato , cosa ne pensate ???

 

 

  le caratteristiche dei diffusori :

Frequency Range:

25-20,000 Hz +/-2dB
35-20,000Hz (-6dB 25Hz)

Sensitivity:

96dB spl 1m/2.83V
(anechoic conditions)

Impedance:

6 ohms

Output Power:

Maxiumum peak output:
118dB spl on program

Recommended Amplification:

10 - 150 W (8 ohms)

Woofer:

12" magnetically shielded

Low/Mid-Frequency Driver:

(4): 5-1/4", magnetically shielded

Mid Frequency Driver:

Upper Mid (2): 4" polypropylene
diaphragm, magnetically shielded

Tweeter:

1" soft dome, neodymium magnet,
magnetically shielded

Crossover Frequency(ies):

1, 10, 350, 3,000Hz

Amplifier Power Output:

Peak Output: 350VA
Power Supply: 120V - 60Hz
Power Consumption: 300 watts (maximum),
7 watts (standby)

 

Home 

Hit Counter