Recensioni e Schede      

 

L'impianto di Bruno  in gran parte autocostruito

 

 

Di cosa si tratta

Impianto completo  - Shangling + autocostruito

Proprietario

Bruno   petrosillob@libero.it

 

L’impianto.

L’impianto è così composto:

Preamplificatore a valvole accoppiato a trasformatore 600ohm con sezione phono con riiaa passiva.

Amplificatore pushpull di 2a3 RCA accoppiato a trasformatore.

Casse a sospesione pneumatica a tre vie: woofer jensen (ipc LU-1004), medioalto western electric 713b (driver) + western electric 32° (tromba), ipertweeter Jensen rp302a nero a tromba rettangolare, crossover con condensatori in carta western electric.

 

 

Il pre.

 

Il preamplificatore e a tre stadi single ended con il catodo bypassato, 2 si occupano della sezione phono con ingresso a trasformatore e uno si occupa della sezione linea con uscita a 600 ohm a trasformatore. L’alimentazione è ad ingresso induttivo sia sull’anodica che sui filamenti. Su quest’ultimi è d’obbligo utilizzare un raddrizzatore al selenio (meglio ancora un tungar).

 

 

Lo schema del Pre

 

Il finale.

 

Il finale è un pushpull di 2a3 RCA accoppiato interamente a trasformatori. Come potete notare dallo schema elettrico ci sono solo ed esculsivamente 2 condensatori nell’intero apparecchio: uno da 8mf ed uno da 1mf, entrambi western electric carta.

 

 

Le casse.

 

Si tratta di una cassa chiusa di circa 120 litri.

Il woofer è un jensen marchiato IPC LU-1004, ha un impedenza di 12 ohm, un magnete enorme ed una membrana estremamente rigida e leggera. Un fulmine. In realtà si tratta di un larga banda, infatti asservito da un buon tweeter che scende parecchio (rp302 o t35 EV) ha già un suono più che completo. Una versione ad alta impedenza veniva utilizzata da una famosissima incredibile e costosissima cassa western electric. Questa versione era utilizzata nei teatri ed ha un cono leggermente + pesante che assicura un basso più corposo ad una maggiore resistenza ad eventuali strapazzamenti.

Il driver dei medi è un western electric 713b, un fenolico da ¾ di pollice con una voce splendida, anch’esso utilizzato da western electric nelle sue migliori creazioni.

La tromba è WE32 una iperesponenziale da 1000hz a 90°  ne esiste una versione da un pollice della altec.

Il tweeter o meglio ultratweeter è un jensen rp302a nero a tromba rettangolare fenolico.

Inutile dire (per chi ha idea di cosa stiamo parlando) che si tratta praticamente dei migliori trasduttori a magnete permanente che siano stati concepiti.

 

 

            

 

Nell’insieme.

 

Il suono di un sistema del genere non è assolutamente descrivibile a parole: velocità, verve, impatto, dolcezza, definizione, coerenza, energia, sono le parole che vengono subito in mente (ripeto: per chi ha idea di quello di cui stiamo parlando, e in italia sono ben pochi). La lentezza, la gommosità dei bassi e la tendenza a smussare il suono tipico degli amplificatori a valvole d’epoca di classe consumer (mcintosh, marantz, quad etc) e di tutti gli ampli a valvole moderni non hanno senso di esistere, si tratta di un sistema concepito nell’epoca in cui le multinazionali spendevano cifre enormi in studi di ricerca per allestire i teatri ed i cinema del mondo (RCA, western electric, Jensen, JBL) servendosi delle migliori menti dell’epoca. Non esistevano le attuali leggi e politiche di mercato, l’obbiettivo era no-compromise. Convincere la gente di questo è impossibile. Se avrete la fortuna di ascoltare

 

Il cd player.

 

Ho ascoltato due apparecchi: l’advanced acoustic 203II e lo Shanling cd300.

Entrambe sono ottime macchine, la tecnologia dell’upsampling dona loro quell’ariosità e quella definizione e quella potenza (soprattutto nel basso) sconosciuti con i normali cd player a bassa definizione. L’advanced acoustic sembra un po’ più delicato, ma lo shanling trasmette un senso di decisione e fermezza maggiori. Nell’advanced è necessario asportare il coperchio interno dell meccanica e “neutralizzare” i terribili piedini-coni con un gommino, pena un suono un po’ “bloccato”.

Nelle shanling influisce tantissimo il serraggio delle frugole del coperchio superiore, nell’esemplare che mi è pervenuto queste erano serrate molto poco, infatti all’inizio trovavo il basso un po’ troppo abbondante. Serrandole di più il basso si asciuga. Il suono tende ad indurirsi un po’ di più del advanced, ma nel complesso una macchina incredibile. Il confronto con il mio garrard 302 grease bearing+ortofon(braccio+testina) finalmente ha senso, è la prima volta che un cd player suona bene. Se non avete saggiato questa tecnologia fatelo, non può che giovare al vostro impianto.

 

 

Per qualsiasi domanda: petrosillob@libero.it

 

 

 

Home 

Hit Counter