L'IMPIANTO DI GIULIANO

 

L'amico Giugliano e un vero professionista della musica , si occupa  di copiatura  spartiti musicali ed Ŕ un vero amante della alta fedeltÓ.

Cosi quando mi ha chiesto di fornirgli uno dei miei tavolini per elettroniche ( purtroppo non si vede in foto ) sono andato volentieri   a fare la consegna   personalmente, cosi  ho potuto fare alcune foto al suo impianto e sopratutto ho potuto ascoltarlo.

Appena sono entrato  nella stanza  dell'impianto ho potuto ammirare una collezione di lp in vinile veramente   fantastica, tenuti  molto bene , e catalogati come solo un perfetto bibliotecario poteva fare. E in un altra parete un altra collezione di cd  sempre con le stesse caratteristiche dell'altra.

 

L'impianto e cosi composto:

 

Sorgente Digitale: Audio Analogue Maestro
Sorgente analogica: Project Perspective con braccio originale
Testina: Denon DL 103
Pre Phono: Praecisa NG.03 (a stato solido)
Preamplificatore: Aronov LS 9000
Finali: Aronov LS 9100 (mono a valvole)
Diffusori: RCF Mytho 3 (2 vie da pavimento)

Vintage: sintonizzatore Revox B 760

Bene vi vado subito a spiegare la disposizione dell'impianto, la stanza  di forma rettangolare di circa 4 mt x 6 con l'impianto posizionato nella parete corta della stanza , con    i diffusori inseriti ad una distanza di circa 3 mt gli uni  dagli altri e  ben distanziati dalla parete  dietro e dalle pareti laterali.

Frutto di varie prove e in parte  dettate da esigenze  "abitative" .

I due finaloni a valvole Aronov  appoggiati sul pavimento ( dopo verranno inseriti nel portaelettroniche)  e un bellissimo giradischi Project.

 

   

 

Giugliano  inizia a tirare fuori un lp , che io naturalmente non conosco (  mi fanno una invidia queste persone che conoscono  praticamente tutta la musica e riescono a  scovare generi e pezzi fantastici )  e da come lo tratta , ho una altra conferma di come mai i miei lp sono tutti "segnati".

 

 

Una cura  nell'estrarre il vinile dalla sua custodia molto attenta , e cominciamo l'ascolto.

Ed ecco un suono   molto dettagliato  e che dava  l'impressione di ascoltare  delle  tre vie, frutto evidentemente di una ottima scelta dell'abbinamento dei componenti.

Una  pastositÓ  di suono che solo il vinile per tarato pu˛  dare e una facilitÓ di ascolto veramente notevole.

Insomma l'impianto  ha trovato propio i miei gusti , anche se a tal proposito ho una considerazione da fare:

Penso che sia difficile trovare impianti che" suonano male " ma  piuttosto ci sono  tante preferenze e ognuno di noi ha le propie orecchie, e chi ha progettato , costruito , tarato e comperato l'impianto lo ha fatto  per soddisfare  le propie esigenze.

Poi vi e' un parametro penso indiscutibile che e' quello della facilita di ascolto. Mi e' capitato di ascoltare impianti stratosferici , con una precisione eccezionale , ma che stancavano  dopo alcuni minuti  di ascolto, mentre questo di Giugliano  sicuramente  non era stancante.

 

  

 

Un altra foto del bel giradischi

 

 

Torna alla pagina iniziale  

Hit Counter