SCHEDE E RECENSIONI

Sonneteer Sedley

Pre phono


SCHEDA

Di cosa si tratta:

Pre phono


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore:

Sonnetter

Caratteristiche:

MM-MC con infinite regolazioni

Costo:

990/00 euro anno 2017

Vasta Gamma di Nuovo Usato disponibili  Click

CARATTERISTICHE

 

 

INFO DAL WEB

 
Seduto tra il tuo giradischi e il tuo impianto stereo, il Sonneteer Sedley dà vita alle tue registrazioni in vinile.

Familiare da molti come l'ingresso "Phono" sulla tua hifi, il Sedley prende questo essenziale pezzo di circuiteria elettronica e inserisce una versione molto avanzata nella propria, hifi separates, box.

Il Sedley è uno stadio phono flessibile e di dimensioni standard che può essere abbinato a quasi tutte le cartucce disponibili tramite una serie di dip-switch. La rivista HiFi World ha definito Sedley "il migliore" al suo livello di prezzo.

Il premiato Sedley è ora disponibile con una connessione USB. Originariamente progettato per far fronte sia alle cartucce Moving Magnet che a quelle Moving Coil che offrono una selezione di opzioni di adattamento del carico per soddisfare la maggior parte di ciò che il mercato ha da offrire, ora l'ingresso / uscita USB consente a Sedley di essere utilizzato per il backup di registrazioni in vinile su computer. Consente inoltre di riprodurre questi file di backup attraverso il Sedley e quindi attraverso il sistema hi-fi.

Il Sonneteer Sedley è il vincitore di 2 premi Audio Excellence dal Giappone (nei suoi formati standard e USB) oltre ad essere eccezionalmente ben accolto dagli hifi media e dagli audiofili.

Ciò che HiFi ha elargito un premio a 5 stelle su di esso e Hifi World, tra gli altri, ha arricchito ulteriormente le lodi dicendo:
"Su Tori Amos 'Little Earthquakes, ad esempio, le sue voci erano ossessivamente pure; Ho appena smesso di prendere appunti e ho ascoltato l'album fino in fondo "per citare solo uno dei tanti.

 

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

 

 

 

 

VEDIAMO DIETRO E ALTRO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME SUONA

 

Dal sottoindicato sito tradotto con Google:

Sonneteer's Sedley Sings
Pubblicato il 16/12/2014 da Jon Eben Field in Analogico , Recensioni audio // 5 commenti

https://wallofsound.ca/audioreviews/sonneteers-sedley-sings/


Una recensione di Jon Eben Field

Un sonetto è una bella e rigorosa struttura poetica (lunga 14 linee) sviluppata in Italia nel 13 ° secolo. La forma si spostò attraverso l'Europa e arrivò in Inghilterra, dove Petrarca e Shakespeare celebravano e perfezionavano la forma. La parola sonetto deriva dalla parola italiana per canzone. In questo senso, la società britannica Sonneteer si è posizionata come un'azienda che crea musica meravigliosa attraverso le sue attrezzature. Ricorderò sempre il periodo durante il quale Sedley si sedette sul mio scaffale audio e trasformò i solchi dei miei dischi in onde sonore così squisite. Forse come Shakespeare nel Sonetto 122, direi: "Il tuo dono, i tuoi tavoli sono nel mio cervello / Completamente caratterizzato da una memoria duratura, / Che al di sopra di quel livello ozioso rimarrà / Oltre ogni data, fino all'eternità".

Il Sedley è disponibile in un elegante nero (come me lo era) o in un telaio argentato che porta il suo nome sul davanti in una bella etichetta. Quando il Sedley è acceso, c'è una luce blu brillante che si illumina sulla parte anteriore del telaio. Sul retro, ci sono due ingressi e uscite RCA, una messa a terra phono, uno slot USB e un set di dip-switch per controllare il carico resistivo, il carico capacitivo, il filtro warp RIAA o IEC e il guadagno MM o MC. Parlerò di più dei dipswitch più tardi. Il Sedley è abbastanza pesante per uno stadio phono ed è relativamente grande (cioè occupa un intero rack sul mio scaffale audio). In altre parole, non è uno stadio fono che puoi inserire accanto a un altro dispositivo.

Ammonizione: attenzione allo specchio o Sedley non canterà.
Ora, dai dipswitches. Avendo questi interruttori situati sul retro del dispositivo significava che ogni volta che volevo effettuare una regolazione, dovevo sganciare le interconnessioni, estrarre l'unità dal rack, effettuare la regolazione e quindi collegare di nuovo le cose. Non è una grande preoccupazione per i consumatori, ma come un recensore che ha fatto questo più di un paio di volte cercando di scoprire il miglior caricamento per più cartucce ha provocato un po 'di frustrazione. Detto questo, anche se i dipswitch specchiati (cioè, il lato sinistro deve rispecchiare il lato destro) inizialmente mi confondevano, una volta che mi giravo la testa intorno alle cose e avevo impostato correttamente l'unità, rimasi profondamente colpito. Ho usato entrambe le cartucce Zu Denon 103 e Shelter 501 mk ii per questa recensione. Ho provato entrambe le cartucce utilizzando il guadagno MC, RIAA e varie impostazioni di caricamento capacitivo e resistivo. Ho anche usato le cartucce usando il guadagno MM e il mio trasformatore elevatore Altec 4722. Preferivo leggermente il suono del mio step-up con le impostazioni MM. Ciò potrebbe dipendere dalle preferenze personali, ma penso che abbia a che fare con la relazione simbiotica tra Altec SUT e la firma della cartuccia di Zu Denon 103, in particolare.

Il Sedley ha una musicalità immediata che ha reso le registrazioni straordinariamente presenti nella mia stanza. Una cosa che ho notato subito è stata una chiara delineazione del decadimento sui piatti. Mentre mi sedevo ad ascoltare, notai anche la disinvoltura che il Sedley portò alla riproduzione musicale. C'era una chiarezza semplice in ciò che proveniva dai miei diffusori che meritava attenzione, ma mi stavo anche semplicemente dimenticando di me stesso e godendo sempre più la musica.

Ho ascoltato molta musica attraverso il Sedley e posso dire che è uno dei migliori stadi phono che ho sentito. Ascoltare musica e provare a rivedere le apparecchiature è uno sforzo comparativo in cui cerchiamo, più o meno, di creare una struttura in cui comprendere e articolare come e perché ascoltiamo ciò che facciamo seduti nelle nostre stanze. I confronti sono sempre basati su ciò che abbiamo ascoltato in passato (altri set-up, altre sessioni di ascolto), quindi l'attenzione sull'ascolto presente è sempre colorata da un rivestimento del passato. Quello che mi è piaciuto del Sedley è il modo in cui la creazione di un palcoscenico vibrante, il senso articolato della strumentazione e l'attenzione al midrange vocale mi hanno permesso di suonare alla perfezione; quando succede qualcosa del genere, rivedere diventa davvero divertente. Dalle alte frequenze alla gamma media al basso,

ComunicatoIn Dire Straits Communique , ero completamente immerso in questa registrazione che è stata mixata a Muscle Shoals Sound e porta la profondità sonora di quel processo. I colpi di batteria che iniziano questo album erano chiari e risonanti nella mia stanza. Ciò che ho veramente amato ascoltando il Sedley è stato il modo in cui la chitarra di Mark Knopfler era in posizione frontale e centrale e scivolava senza sforzo attraverso il palcoscenico. Quando ho raggiunto l'ultima traccia dell'album, il lunatico Follow Me Home, Sono rimasto estasiato dalla lenta bruciatura della dissolvenza che sembra tormentare mentre il suono delle onde che si riversano sulla riva viene gradualmente riempito dalla batteria sottile e dalla chitarra ritmica. Con il Sedley in servizio di riproduzione, mi sentivo come se potessi immergere le dita dei piedi in acqua. Quando la traccia lentamente, ma costantemente si è sbiadita, mi sono sentito come se potessi andare alla deriva continuando a cantare tranquillamente nella notte.

Soul BrothersSui meravigliosi Soul Brothers,che ha Ray Charles e Milt Jackson che collaborano per lo stile jazz blues e soul influenzato, il Sedley ha portato il quintetto in un focus incredibilmente dettagliato. Sono rimasto particolarmente sorpreso dal suono della presenza del vibrafono di Jackson nelle registrazioni. Ma mi sono concentrato su "How Long Blues" perché ho sentito qualcosa che mi era sfuggito nelle precedenti sessioni di ascolto con l'album. Dopo l'introduzione del tema musicale di Charles e Jackson, Skeeter Best suona un breve assolo di chitarra. Quando ho ascoltato il Sedley, ho sentito che Best inizia effettivamente il suo assolo con il suo guadagno della chitarra abbassato troppo in basso, quindi ripete nuovamente le prime quattro note dopo aver regolato il guadagno. È il tipo di piccolo dettaglio che rende la sessione viva e reale nella riproduzione.

Hoodoo Man BluesInfine, nel famoso Hoodoo Man Blues di Junior Wells , ho passato gran parte del mio tempo a meravigliarsi di come il Sedley fosse in grado di riprodurre accuratamente il tono e il sapore gutturale dell'armonica di Wells. Sono stato anche stupito di come la chitarra di Buddy Guy fosse appollaiata sul lato destro del palcoscenico, strappando chiaramente le melodie del blues. Sono rimasto profondamente impressionato dal lunatico "In the Wee Wee Hours" con il modo in cui il Sedley è stato in grado di prendere la pista e rendere la sua atmosfera così spettralmente bella. L'armonica di Wells è un tour de force del respiro, mentre il suo canto è un uso sottile della gamma dinamica che ha pochi paralleli e il Sedley era lì per ogni respiro, ogni colpo, ogni nota.

Se sei interessato a utilizzare la funzione USB sul Sedley, è relativamente facile. Ho usato un MacBook Pro e il software in dotazione da Audacity, ma c'erano molti altri programmi sul CD da usare con i PC. Per la maggior parte, il processo di registrazione da USB è plug and play, anche se ho dovuto selezionare manualmente la porta USB come ingresso audio sul mio Mac attraverso le preferenze di sistema. Altrimenti, è stato un processo facile e senza sforzo. Durante la riproduzione, la registrazione di Sedley mi è sembrata molto buona, ma non ho speso l'energia per fare un'analisi comparativa di due diversi strappi in vinile (cioè, utilizzando diversi stadi phono).

Quindi non posso mantenere il Sedley per sempre, anche se mi piacerebbe, quindi aggiungerò altre righe dal sonetto di Shakespeare per cantare le lodi di Sedley. La musica di Sedley sarà con me, se non eternamente (chi può tenere un'attrezzatura per sempre): "O almeno finché cervello e cuore / hanno facoltà per natura di sussistere, / Fino a rompere l'oblio rendono la sua parte / Di te, il tuo disco non può mai mancare. "The Sedley è un grande palco phono che ha aggiunto musicalità e profondità al mio sistema che ci mancherà ora che è partito, ma il suo suono rimarrà per me echeggiare per un lungo, lungo tempo. Con una vasta funzionalità e adattabilità per il caricamento di diverse cartucce (sia MM che MC), il Sedley è un'unità versatile che merita il suo prezzo richiesto. Se avessi più fondi discrezionali al momento di questa recensione, non avrebbe lasciato la mia dimora. Diciamo del Sedley, "il tuo disco non può mai mancare".

 

 

 

 

Home