Recensioni e Schede      

Opera Callas

Diffusori da scaffale

 

 

Di cosa si tratta

Diffusore due vie

L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore

Opera Italia

Caratteristiche

Da scaffale in massello di mogano

 Costo

2.475.000 lire anno 2000 circa

 

Caratteristiche:

Scheda fotografica:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vediamo dietro:

 

 

 

Links:

 

Da tnt audio

http://www.tnt-audio.com/lettere/letter169.html

 

Dal sito ufficiale , sulla nuova Opera Callas

 

La nuova Callas nasce dal successo della versione precedente della quale ricalca l’estetica e la concezione di base. Gli altoparlanti impiegati sono della Scan-Speak, scelti per le loro prestazioni elevate e per l’affidabilità acustica e meccanica. Le basse tolleranze di lavorazione unite a doti di invidiabile linearità anche a pressioni elevate ne fanno un punto di partenza essenziale per le caratteristiche soniche volute dai nostri progettisti.

 

Il carico bass reflex è stato ottimizzato per esaltare le doti di tenuta e linearità del trasduttore e per coniugare quindi estensione e dinamica. Il cestello in lega di magnesio assicura una buona emissione posteriore ed il particolare baffle messo a punto dai nostri maestri falegnami esalta questa caratteristica con una lavorazione interna eseguita per fresatura che minimizza le colorazioni in gamma media. La membrana è stata realizzata con una particolare miscela di cellulosa e carbonio Per esaltare leggerezza, estensione e dispersione. Il tweeter dello stesso costruttore è il 9700, che impiega lo stesso gruppo motore del più grande 99, ma con un diametro di flangia minore per consentire un ottimale avvicinamento dei centri acustici.

le nuove Opera Callas listino 2150 euro anno 2006

 

 La sua bassissima frequenza di risonanza, unita ad una distorsione incredibilmente contenuta ne fa un partner ideale per attuare una frequenza di incrocio relativamente bassa. Questa scelta consente di massimizzare la scena alle spalle dei diffusori, facendoli addirittura sparire dal palcoscenico virtuale. il filtro crossover è stato disegnato minimizzando il percorso del segnale attraverso di esso, impiegando una circuitazione elettricamente semplice pur con una grande attenzione al contributo dei singoli altoparlanti e della loro caratteristica polare di emissione. L’impedenza è stata voluta non bassa, con rotazioni di fase estremamente contenute, in modo da minimizzare le alterazioni dovute alla lunghezza dei cavi ed il peggioramento delle caratteristiche musicali dovute a questo critico interfacciamento.
 

Home