SCHEDE E RECENSIONI

Thiel CS 3.5

Diffusori 3 vie

 


SCHEDA

Di cosa si tratta:

diffusori a torre


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore:

Thiel

Caratteristiche:

3 vie sospensione pneumatica

Costo:

6.700.000 lire anno 1990

Vasta Gamma di Nuovo Usato disponibili  Click

CARATTERISTICHE

 

 

INFO DAL WEB

 

http://www.audioreview.com/product/speakers/floorstanding-speakers/thiel/cs3-5.html

 

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

 

 

 

 

 

 

 

VEDIAMO DIETRO e EQUALIZZATORE

 

 

 

 

 

 

 

 

ALCUNI ANNUNCI USATO

 

 

COME SUONANO

 

Dal sottoindicato sito tradotto con Google:

https://www.stereophile.com/floorloudspeakers/189thielcs35/index.html

Francamente è un po 'pazzo per me fare questa recensione. In primo luogo, come editore di questa stimata rivista, i miei compiti principali riguardano la gestione finanziaria e del personale, nonché un bel po 'di pubbliche relazioni; Non ho bisogno e non sono tenuto a eseguire il tedio esatto delle recensioni dei prodotti. Secondo, Jim Thiel e Kathy Gornik di Thiel sono miei amici. Quindi cosa, chiedi? Bene, se questa fosse una recensione uniformemente positiva, sarei quindi escluso come revisore; se dev'essere del tutto o parzialmente negativo, sicuramente metterà a dura prova una delle mie migliori amicizie audio.
image: https://www.stereophile.com/images/archivesart/198th3.jpg

Ma aspetta, ecco dove non sono d'accordo. Sebbene sia raramente vista come tale dai product designer - e ancor meno da chi si occupa delle vendite - il revisore critico svolge una duplice funzione: per il lettore della rivista, valuta, informa e aiuta nella decisione di acquisto; per il creatore del prodotto, offre una visione approfondita della risposta del tipico acquirente e, eventualmente, salva l'imbarazzo di un design difettoso del prodotto. Quest'ultimo vantaggio, ovviamente, presuppone che il revisore riesca meglio a percepire il prodotto in una situazione d'uso tipica rispetto a quella del progettista. È proprio sulla correttezza di questa presunzione che appendiamo i nostri cappelli.

Aspetta un attimo, posso sentirti dire. "A parte il presunto raggiungimento dell'oggettività, perché dovremmo prestare attenzione a ciò che dici, LA? Non sei apparso in stampa (a parte la tua colonna mensile" Parola finale ", che ascoltiamo, tra l'altro, arriva al stampante appena prima che la piastra incontra la carta) dal Vol.7 No.3, nel lontano 1984. " Riconoscendo la giustizia di questa domanda, e al posto di una "Questione di Gusto" più completa (per apparire in un futuro numero), qui sto perorando la mia causa.

I miei gusti musicali e strumentali hanno già ricevuto qualche volta l'attenzione di queste pagine, sia nei miei commenti che in quelli di altri (principalmente JA). I miei gusti musicali sono cattolici all'estremo: cresciuti sui classici, mi sono innamorato della musica folk in tenera età, sono diventato innamorato di ciò che ora viene chiamato anima mentre sono ancora adolescente (nel posto migliore per questo - il delta del Mississippi) , è stato costretto ad accettare le sonorità romantiche di JGH, ascoltare C & W a volte, come Gospel, guardare indietro nostalgicamente sui musicisti come completamente in sintonia con i loro tempi come i Beatles, sono stati ambientati nell'hard rock (dagli anni '70 principalmente) di JA- e Ho persino dovuto dire una buona parola su Wagner, su richiesta di RL.

Ascolto in una stanza insolita, 20 'per 35' con un soffitto di 11 '- quasi 8000 piedi cubici. Anche se pesantemente tappezzata e arredata, la stanza non è affatto morta, non abbastanza morta per JGH , che è, per i miei gusti, troppo abituato alle sue Tube Traps . L'amplificazione per questa recensione è stata fornita da Mark Levinson, nella forma dei numeri26 e 20 . Il materiale di origine era l'LP analogico (nessun digitale-analogico, grazie) riprodotto su un giradischi ben temperato e un braccio(il miglior valore in assoluto in un biliardo da 1000-2000 dollari, a mio parere) con una varietà di cartucce, nessuna delle quali spettacolare. Le interconnessioni variavano, ma tendevano verso la scuola "snella e pulita", come esemplificato da Straight Wire, Discrete Technology e Audioquest. Il cablaggio degli altoparlanti era il super-esotico Kimber 4AG raccomandato da DO in Vol.11 No.7. Incluso anche l'ascolto di CD, sia sulla combo Denon DCD-3300 / DAP-5500 che su CAL Tempest II.

I lettori entunizzati sanno che cado nella categoria digiphobe , anche se non irragionevolmente spero. Bene, il Tempest II è quasi abbastanza per tirarmi fuori. Aggiunge la comodità intrinseca al CD, e non mi interessa quale macchina usi, sono tutti molto più facili di un giradischi B & O - una facilità di ascolto che è molto allettante. Solo quando è necessaria la massima trasparenza e quella qualità di "see-in", o le prestazioni finali che nella mia esperienza si trovano solo su LP, l'LP è l'unica risposta. Tuttavia, è la maggior parte delle volte, specialmente quando stai rivedendo le apparecchiature.

Ma alla fine devo conquistarti con la forza della mia argomentazione e la correttezza delle mie osservazioni; tu solo sarai il giudice. Dopo questa aria molto calda, continua con la recensione.

Thiel CS3.5: $ 2450 / paio
Sarai sollevato nel sentire che la mia discussione sul CS3.5 sarà più breve di quella del CS1.2 e CS2 -primariamente perché la maggior parte di ciò che deve essere detto è già stato detto, e anche più recentemente.

Se dovessi dire che il 3.5 è semplicemente una versione più grande del '2, non sarei troppo lontano. Pesa 15 libbre in più per ogni diffusore, diventa molto più profondo nel basso e suona più forte. Se vedessi un paio di '3.5 in un negozio e' 2s qualche settimana dopo in un altro negozio, potresti essere perdonato pensando che fossero lo stesso prodotto. (Thiel ha gentilmente messo diverse finiture sulle mie diverse coppie in modo da non cadere nella stessa confusione.) La tipica attenzione di Thiel alla qualità finale è presente qui allo stesso modo, e anche il pannello frontale leggermente affusolato.

Con il '3.5 (che seguì il CS2 di quasi un anno e mezzo), Thiel ha incorporato gli effetti anti-diffrativi del pannello frontale, che mi sembrano più duraturi che sul CS2, nello schermo stesso, piuttosto che fare affidamento sulla griglia. È quindi possibile utilizzarli senza griglie, come ho fatto io, in particolare se si riesce a rendere attraente il contorno del pannello frontale.

Il 3.5 e il 2 hanno tweeter simili, e il loro comportamento nella gamma superiore è, non sorprendentemente, quasi identico. I driver di gamma media sono diversi, tuttavia, con quello sul '3.5 che mi sembra essere il compito più pesante, con un magnete sostanzialmente più grande. Anche se le loro capacità di gestione della potenza sono state nella mia esperienza sullo stesso - entrambe sono state afflitte dal fallimento in risposta ai transienti dei bassi e dei medi inferiori - sospetto che sul 3.5 sia stato portato a suonare più forte il diffusore a causa della sua capacità complessiva di loudness.

Più importante, tuttavia, il CS3.5 non ha mai sofferto del problema midrange superiore del CS2. Pur preservando il carattere generale in avanti tipico di tutti i Thiels e le loro alte frequenze estese, il 3.5 è più "generoso" del "2"; ti lascia andare via di più. Vorrei sottolineare che non l'ho mai sentito suonare bene con qualsiasi cosa tranne l'elettronica superbamente pulita, ma non ha dimostrato la stessa mancanza di affetto per il CD che ho trovato con i precedenti "2". ( Ho dimostrato che la mancanza, ma non l'oratore.)

La più grande differenza tra il '3.5 e il' 2, tuttavia, è nel basso. Il 3.5 è un box sigillato, ha un woofer con il 65% in più di area radiante e utilizza un equalizzatore personalizzato, realizzato per l'inserimento tra pre e amplificatore di potenza o in un loop a nastro, per modificare la risposta a bassa frequenza. Si dice che questo produca una risposta piatta fino a 22Hz, che JA ed io abbiamo confermato quando stavamo tentando di affrontare le accuse di Bud Fried riguardo alle nostre tecniche di misurazione presumibilmente avvitate durante la revisione di Fried G / 3. (Si è scoperto che avevamo avuto ragione: nella mia stanza d'ascolto, il G / 3 rotolò sotto i 40Hz, essendo 9dB giù a 31.5Hz e -18dB a 20Hz, mentre il Thiel erapiatto a 22 Hz.) Ma dal punto di vista della misurazione, il 3.5 non ha tirato fuori un coniglio da un cappello; abbiamo osservato una distorsione significativamente elevata dal woofer di Thiel durante la riproduzione della gamma inferiore a 35 Hz a 90 dB.

Bilanciamento del tono: come nelle dimensioni fisiche, con il 3.5 si ottiene un suono più grande rispetto al CS2. Questo è vero anche senza l'equalizzatore; con l'equalizzatore, si ottiene un suono complessivo che soffre, per quanto riguarda le dimensioni, in confronto solo con la musica dal vivo (che può essere molto più grande di qualsiasi cosa ascoltata riprodotta che mi chiedo di fare il confronto) e molto più grande, più costoso Altoparlanti. (Vandersteen 4As, Apogee Divas, Sound Labs , Duntechs, IRS Betas e Vs, e WAMMs vengono in mente. È interessante notare che i Celestion SL700 di JA , nelle giuste circostanze e nella sua stanza, riescono a combinare i Thiels.)


Read more at https://www.stereophile.com/floorloudspeakers/189thielcs35/index.html#0du4WhUhPDAp1GyD.99

 

 

 

Home