SCHEDE E RECENSIONI

Acoustical Aliante Punto 5

Diffusori due vie


 

SCHEDA

Di cosa si tratta:

Diffusori due vie


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore:

Acoustical Aliante Ita

Caratteristiche:

Reflex

Costo:

2.300.000 lire anno 1995

Vasta Gamma di Nuovo Usato disponibili  Click

CARATTERISTICHE

 

 

 

INFO DAL WEB

 

PUNTO 5 ovverosia, in termini matematici, la meta'. Meta' ingombro, ma uguale attenzione per i dettagli, per le soluzioni costruttive, per le finiture, per la qualita' dei componenti che caratterizzano i nostri modelli piu' prestigiosi. La PUNTO 5 e' a tutti gli effetti un grande sistema, piccolo solo nelle dimensioni.
Il mobile della PUNTO 5 e' un vero gioiello; la stretta parentela con la ONE e' evidente fin dal primo sguardo. Ma le analogie non sono soltanto di tipo estetico: il procedimento costruttivo e' il medesimo (pezzi singoli lavorati a CNC e uniti con incastri di precisione) cosi' come uguali sono i materiali impiegati (MDF e noce massello in spessori dai 25 ai 35 mm.) ed il raffinato procedimento di finitura.
Gli altoparlanti che equipaggiano la PUNTO 5 sono di eccezionale qualita'. Il tweeter e' l' ACOUSTICAL MDT 26.1 a cupola metallica, utilizzato anche sulla ONE, prodotto dalla VIFA su nostro progetto originale. Si tratta di un componente unico, nato con l'intento di riunire in un trasduttore le caratteristiche migliori dei tweeter a cupola metallica e la musicalita' tipica dei migliori altoparlanti a cupola morbida. Doppio magnete, camera di decompressione, assorbimento progressivo dell'emissione posteriore, traferro con ferrofluido, bobina mobile con supporto in alluminio ventilato, frequenza di risonanza bassisima (circa 500 Hz), rifasatore con inserto in materiale assorbente: queste le caratteristiche tecniche davvero uniche, il suono purtroppo non lo possiamo descrivere.
Il woofer e' un unita' da 11 cm con cestello pressofuso in lega alluminio-magnnesio; la membrana e' in polipropilene nero, la sospensione in gomma di elevata qualita', la bobina mobile da 25 mm con supporto in alluminio, il complesso magnetico (ben 92 mm) e' ventilato per una miglior dissipazione e per evitare compressioni dell'aria nella zona polare. La frequenza di risonanza e' insolitamente bassa per un altoparlante di tale diametro: circa 50 Hz.
L'elevata qualita' dei trasduttori impiegati ci permette di utilizzare un crossover del primo ordine (6 dB/ott.) senza alcuna rete di compensazione, soluzione particolarmente apprezzata nel settore "audiophile". Inoltre, le topologie circuitali e le tecniche di implementazione tengono conto delle preziose esperienze maturate in anni di realizzazioni conosciute per la loro eccezionale musicalita'.
Anche la componentistica passiva e' di grande qualita'; i condensatori ACOUSTICAL AUDIOCAP in polipropilene sono prodotti su nostre specifiche e si segnalano per le eccellenti doti negli impieghi audio, il cavo adottato e' il MONSTER CABLE XP. I quattro morsetti d'ingresso permettono qualunque tipo di connessione; la separazione completa delle masse consente sia il bi-wiring (caldamente raccomandato) che l'eventuale bi-amping.

 

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

 

 

 

 

 

 

VEDIAMO DIETRO

 

 

 

 

CON I SUPPORTI

 


 


ALCUNI ANNUNCI USATO

 

 

 

 

 

COME SUONANO

 

Dal sito Tnt Audio

https://www.tnt-audio.com/casse/punto5.html

 

Un prodotto serio e maturo, progettato per chi ama ascoltare musica in ambienti non eccessivamente grandi, in grado di valorizzare le proprie (notevoli) qualità in modo omogeneo ed equilibrato, con un sapiente mix tra le varie componenti, nessuna delle quali risulta sacrificata a favore delle altre. Non eccellono in alcun parametro particolare, ma fanno tutto piuttosto bene.

Nel corso della prova, i Punto 5 sono stati inseriti in un sistema di livello molto superiore rispetto a quello che, presumibilmente, dovrebbe essergli ragionevolmente affiancato, e confrontati persino con diffusori dal costo fino a cinque volte più elevato. In sostanza, sono state messe davvero "alla corda", e le considerazioni fin qui effettuate hanno quindi una valenza più assoluta (perlomeno per quelli che sono i miei usuali parametri) che relazionata al prezzo di commercializzazione. Loro, però, hanno sempre sostenuto la propria personalità senza alcun timore reverenziale, cedendo davvero di poco sul fronte della qualità complessiva.

Sono fermamente convinto che, grazie alle loro caratteristiche musicali ed elettriche (l'ing. Prato mi ha assicurato che l'impedenza del sistema è piuttosto "tranquilla", ed 86dB di efficienza non sono poi così male, considerate le dimensioni), attorno a questi diffusori possa essere allestito un impianto di notevole livello qualitativo ad un costo globale per nulla esorbitante: diciamo che, stanziando già qualcosa come 5 milioncini, il gioco inizierebbe a farsi decisamente interessante...

 

 

 

Home