Recensioni e Schede

Bose Acoustimass 5

 

 

Di cosa si tratta

Satelliti + Sub

L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore

Bose

Caratteristiche

Un sub molto particolare

 Costo

1.500.000 lire circa

Descrizione dal sito ufficiale:

 

Il migliore dei sistemi BOSE
Virtualmente Invisibili

 

Chi altri se non BOSE avrebbe potuto pensare che un suono così spazioso e realistico potesse essere prodotto da diffusori tanto piccoli da stare sul palmo di una mano?
Benché la tecnologia dei diffusori ACOUSTIMASS renda questo sistema virtualmente invisibile, le sue prestazioni non passano inosservate. I nuovi diffusori a cubetto offrono migliori prestazioni, uno styling attuale e dimensioni ancora inferiori, mentre il nuovo modulo riempie la vostra stanza con bassi ancor più ricchi e pieni. Tutto questo è il risultato di una grande attività di ricerca e infinite sedute d'ascolto: anni di lavoro, per progettare un sistema di diffusori ad alta fedeltà dalle dimensioni così ridotte.
I gruppi di cubetti, così piccoli da stare sul palmo di una mano, si adattano al vostro arredamento.
Il compatto modulo ACOUSTIMASS può essere nascosto praticamente ovunque nella stanza: poiché riproduce bassi privi di distorsioni udibili, tutto il suono sembra provenire dai cubetti. Il sistema di diffusori ACOUSTIMASS 5 offre quello che nessun diffusore convenzionale può offrire: grande musica realistica senza grossi e ingombranti diffusori.

 

VANTAGGI

 

Due gruppi di cubetti Virtualmente Invisibili.

Modulo ACOUSTIMASS occultabile per bassi ricchi e pieni, privi di distorsioni udibili.

Circuito di protezione automatico che protegge il sistema dai danni provocati da una potenza eccessiva.

 

 

CARATTERISTICHE:

 

 

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

Versione II

 

 

 

 

Versione III

 

 

Versione III Bianche

 

VEDIAMO DENTRO

 

 

Acoustimass kõlar   

 

VEDIAMO DIETRO

 

 

gli attacchi da muro

 

COME SUONANO:

 

Alberto  ci racconta le sue riflessioni  su questo ampli e sui diffusori bose

 

Caro Davide,

Ho visto l'articolo del mission cyrus one sul tuo sito ed essendone un felice possessore volevo descriverne pregi e difetti. Da premettere la mia non vuole essere una recensione ma soltanto una piccola riflessione da condividere con i lettori del sito. Tra l'altro ho visto che sul tuo sito, veramente ben fatto, vi è una discussione sul sistama bose ( sub + satelliti ) e volevo spendere anche due parole in difesa di questo sistema.

Ho comperato l'amplificatore mission cyrus one nel 1992 e da allora ad oggi ha lavorato tutti i giorni per una media di cinque ore al giorno, senza mai notare fatica d'ascolto,senza mai un guasto, spero che non capiti adesso! Davide, mi sembra che la potenza d'uscita sia 25 watt per canale su 8 ohm, e 40 watt per canale su 4 ohm, ma nonostante la bassa potenza dichiarata dal costruttore, io non sono riuscito mai a portare la manopola del volume oltre a metà della sua corsa.

 Il mio piccolo impianto è cosi composto:ampli mission cyrus one, cd marantz 5400 se, diffusori bose acoustimass 5 serie 2 , ascolto musica rock ( pink floyd, dire staits, bee gees, david sylvian, ryuichi sakamoto, jazz, musica classica, diciamo tutto tranne musica disco) in un locale di mt.5 x 3,5 adibito a studio lavorativo.

Motivazioni:

Il sistema diffusori bose li acquistai per problemi di spazio, infatti sostituirono 2 casse celestion a due vie con i relativi stand, togliendo un ingombro non indifferente.

Il mission lo acquistai per le sue doti di trasparenza e per la ricostruzione spaziale, è veramente incredibile l'ascolto di brani solisti o piccoli quartetti di jazz, ha una bellissima gamma media, il suo punto di forza, a mio avviso, rimane l'ariosità. Certo con brani di musica classica, specie nei pieni orchestrali, tende a coprire un pò, la scena acustica si comprime sopratutto in profondità, e la situazione peggiora se si alza ancora il volume.

Secondo me non si può chiedere troppo ad un ampli di 25 watt.

Però se non si chiede troppo è in grado di regalare tante emozioni, e ripeto dopo 13 anni trascorsi insieme è ancora in grado di emozionarmi con l'ascolto di cd che conosco a memoria!

Per quanto riguarda il sistema bose: li ho montati a muro con i relativi stand, all'altezza del mio orechio da seduto, il cubetto inferiore direzionato a 30 gradi verso il punto di ascolto, il cubetto superiore direzionato sempre in avanti tale da formare un angolo di 90 gradi con la parete, il sub tra un espositore e una scrivania pressapoco al centro dei due diffusori più piccoli.

Come suonano: BENE

Bene per il mio orechio, bene per la mia piccola sala di ascolto, bene perchè Roger waters lo "vedo" a sinistra, e Gilmour a centro però più arretrato( concerto the wall dal vivo 1981 circa ). Bene perchè mi emoziono quando fanno il loro lavoro: mi regalano ore e ore di musica

Certo non hanno la possibilità di ricreare una scena profondissima, perche montati direttamente a parete però il senso prospettico, legato ai limiti ambientali, è più che adeguato, la timbrica è sostanzialmente corretta.

GRAZIE    Alberto   sunrise12@virgilio.it

 

 

 

Torna alla pagina iniziale