Recensioni e Schede 

 ELECTROCOMPANIET ECI 3

 

 

 

Di cosa si tratta

Integrato

L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore

Electrocompaniet

Caratteristiche

75   watt

 Costo

2988/00 euro anno 2007

 

Caratteristiche:

 

 

 

 Dal sito ufficiale:

 

 

All measurements are made at 120V / 240V  //50Hz / 60Hz

 

Preamplifier section

 

 

 

Nominal Input impedance

330 kW

Max. input level

> 10 Volt RMS

Equivalent input noise

< 4 µV

Input sensitivity for rated output

0.6 V

Input sensitivity for rated output (balanced)

0.3 V

 

 

 

Amplifier section

 

 

Output Impedance
(20 Hz - 20 kHz)

< 0,01 W

Max. peak current

> 60 A

THD
(measured at 1 kHz half power,8W)

< 0,005 %

THD
(measured at 1 kHz -1 dB 8 W)

< 0,006 %

 

 

 

Rated output power

 

 

8 W

2 x 70 W

4 W

2 x 120 W

2 W

2 x 160 W

 

 

 

Power consumption
(no load or signal)

70 W

 

 

Dimensions

 

Width

483 mm

Depth

410 mm

Height

115 mm

Weight

12Kg

 

 

Descrizione:

Dalla costruzione inconfondibile , con il suo pannello di plexiglass di alto spessore , con il fondo nero , i tasti color oro e  la scritta centrale cosi particolare e accattivante.

Anche in mano l'integrato  e veramente massiccio e imponente , quando lo si appoggia  sul tavolo portaelettroniche tutta l'attenzione  viene catturata da questo monolito nero...

 

 

Scheda fotografica:

 

 

 

 

 

 

 

 

Vediamo dietro:

 

 

 

Tutto e veramente di altissima qualità , troviamo anche la regolazione del guadagno di entrata RCA o e + 9 db , 5 entrate RCA e due uscita per ampli esterno   ,  due entrate XLR  e una uscita , connettori per cavi diffusori   di altissima qualità.

 

 

Il telecomando: La nostra solita vista :

 

Vediamo dentro:

 

   

Vediamo l'imballo e cosa troviamo dentro la confezione:

 

Anche in questo caso troviamo un doppio imballo, e una  spugna di protezione grigia, il manuale di istruzione ,  e un cavo di alimentazione nulla di speciale

 

  

 

sopra potete vedere l'imballo

 

   

 

il cavo di alimentazione  nulla di speciale

 

Come suona:

Inutile che io mi metta a descrivere questo e quello , vi consiglio di dare una occhiata alle recensioni  qui sotto , ma solamente due cose veloci , suono sopraffino , basso   velocissino !!!!

 

Questo e quello che trovate scritto sul sito dell'importatore Nuarc

 ( mio fornitore)

 

ELECTROCOMPANIET ECI-3

Rivista: AUDIO REVIEW - N° 195 - Autore: Claudio Cecchi

" …. Forse è proprio per la sua potenza non eccezionale che l'integrato mette in linea doti musicali tanto esplicite: spesso proprio le sezioni finali semplici e realizzate col numero minimo di componenti attivi sono quelle che suonano meglio. A tale proposito va detto che l'integrato in esame è stato tra i più solleciti ed efficaci nel mettere in luce le prerogative di una tra le sorgenti utilizzate, il convertitore separato Mark Levinson N°360. Assieme all'Electrocompaniet, la sua voce è sembrata ancora più morbida, dettagliata e convincente. Proprio sotto il profilo del dettaglio l'ECI-3 esibisce uno dei suoi lati migliori: basta ascoltare la riproduzione di un qualsiasi strumento per rendermi conto della superiore profondità con cui è condotta l'analisi timbrica nei suoi confronti, che riesce a sviscerare le nuances le più sottili con rara facilità. … Un altro punto forte risiede nel dimensionamento dell'immagine, ampia, profonda e di ottima stabilità, ma soprattutto che si staglia a tutto tondo di fronte all'ascoltatore, senza cenni di compressione o altre limitazioni. Tutte le informazioni presenti sul supporto sono rese con una presenza che lascia spesso a bocca aperta, e conferisce alla riproduzione vitalità e realismo a piene mani. … Se siete alla ricerca di un amplificatore di alto livello, ma che non costi un occhio della testa, si tratta proprio dell'occasione giusta. "

 

Rivista: SUONO - 5/2000 - Autore: Gianfranco Machelli

" … L'ECI-3 è uno di quegli apparecchi a cui basta dare degli appena degni partner ….che al resto pensa lui. Ottima architettura spaziale (coglie subito le coordinate e le disegna con meticolosa accuratezza); misurato ed efficace equilibrio tonale, con pochissima eufonia e molta "ciccia" soda e tornita, e suadente respiro musicale, fine nella stoffa ed elegante nella presentazione. …. In un mondo sempre più volgare ed in preda al degrado, dove è facile incappare in soggetti di millantata qualità, un azienda come Electrocompaniet rimane, nel pur piccolo e frivolo pianeta dell'Audio, un faro nel buio, una scelta che significa certezza di musica ed affidabilità tecnologica, valori a cui è giusto dare il giusto peso per non rimanere delusi. Avanti cosi, cara Electro! "

 

le varie  recensioni in rete :

 

 

Gramophone U.K, Aug.2004

Stereoplay, Germany, juni 2001

The Absolute Sound, Jun/Jul 2000
Page 1, Page 2

Clube do Audio & Video, Brazil, Jun 2000
Page 1, Page 2, Page 3, English

Russia, January 2000
Page 1, Page 2, Page 3

Revue du Son et du Home Cinema, France

Lyd&Bilde, Norway, December 1999
Page 1, Page 2, Page 3, Page 4

What Hi-Fi, England, January 2000

Audio Video, South Africa, Septemper 1999

Lyd&Bilde, Norway, January 2000

Audio, Norway, January 2000
Page 1, Page 2, Page 3

Stereophile, USA, December 1999
Page 1, Page 2, Page 3

Extreme Audio Video, Greece, November 99
Page 1, Page 2, Page 3, Page 4

Haute Fidelite, France, January 2000
Page 1, Page 2, Page 3

ON OFF, Spain
Page 1, Page 2

 



 

 

 

 

I

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il commento di Stefano sul modello ECI5 :

Ciao Davide sono Stefano, finalmente riesco a scrivere qualche riga sul materiale che ho acquistato da te, ma soprattutto vorrei ringraziarti per la tua disponibilita', la celerita' e la serieta'che ho constatato; ora vado ad iniziare, ovviamente ti autorizzo se lo riterrai opportuno a pubblicare sul tuo sito il mio scritto anche se solo in parte.

ho conosciuto davide telefonicamente dopo aver visitato il sito nel mese di novembre di quest'anno ( 2005) ed ho acquistato l'amplificatore integrato Electrocompaniet ECI 5 ed il cavo di alimentazione credo sb3. Dopo aver ritirato l'ampli giunto 24 ore dopo , lo posiziono sul mobiletto lo collego e lo accendo e noto immediatamente che ha un suono raffinato ma uno scarso impatto, ma non do peso alla cosa. So per esperienza che un componente nuovo a volte puo' essere inascoltabile. Dopo circa tre giorni mentre ascolto Miles Davis, sento provenire un rumore continuo tra il meccanico e l'elettrico dall'interno dell'ampli; spengo tutto e la mattina successiva dopo aver contattato Davide porto l'appareccchio presso il centro assistenza.

L'assistenza pero' se lo tiene una settimana e dopo averlo riparato me lo restituisce ( sembra una saldatura non effettuata alla perfezione che ha palesato la sua inadeguatezza allorquando l'ampli rimane acceso ed in funzione per piu' di qualche ora ). Vorrei precisare che dopo una incomprensione tra il riparatore e l'importatore circa il numero di serie dell'apparecchio ( l'ampli era regolarmente stato venduto dall'importatore alla Audio costruzioni e poi a me ) Davide sebbene avesse la certezza di essere nel giusto ed anche io ne ero certo si era offerto risolvere la vicenda sia dal punto di vista economico che con la sostituzione dell'apparecchio.

Avere questa disponibilita' a distanza da una certa garanzia. Ma ora passiamo "all'ascolto " . Non sono un professionista della recensione e quindi cerchero' di essere il piu' conciso possibile. Aggiungo, a dicembre ho acquistato da Davide il cavo di alimentazione Analog Reseach modello Silver Raincoat collegandolo all'amplificatore ed é una vera bomba, sembra di aver messo un propellente "speciale" in un auto che gia andava forte e che ora la fa andare ancora piu' veloce e con una "stabilita" maggiore in " curva " e sui "dossi " alias basse e medio basse frequenze ed alte cristalline. Il Cavo di Alimentazione di Davide l'ho inserito nel CD Classe' modello .3 di qualche anno fa ed ha dato risultati migliori del Cablerie D' Epeun. Quindi il mio impianto é cosi composto:

Ampli: Electrocomaniet ECI 5;
CD: Classé .3;
diffusori: New Audio Frontiers modello Refernce 5.1 nuovi, acquistati a novembre;
giradischi: un vecchio Thorens 105 con pre Phono NAD PP 2;
cavi segnale: Cardas Quadilinc 5C;
Cavi potenza : Monter Cable Z2 reference BW;
Mobiletto Solidsteel mod. 5.2

Nel suo complesso, perche' di complesso si deve parlare l'impianto suona bene, ( si ma bene che vuol dire ? ) bene vuol dire dettagliato, preciso, controllato in basso, con una buona estensione in profondita' e con una
scena abbastanza larga. Gli strumenti vengono collocati con maggiore precisione ( ma non precisione chirurgica ) particolarmente dopo l'inserimento del cavo della Analog Research, ripeto " un terremoto " ma un terremoto positivo. L'ampli ha gli ingressi bilanciati e la casa fornisce degli adattatori RCA-XLR ma poiche' il mio CD ha le uscite bilanciate ho acquistato degli adattatori e vi posso assicurare che la differenza in positivo e' evidente e si palesa in una maggiore scioltezza e profondita della scena. Ancora una cosa l'ampli ha un commutatore che esalta di 9 DB il segnale in ingresso ed é solo in questa configurazione che si riesce a tirare fuori il meglio.


Ho constatato anche io come un recensore di una rivista di qualche anno che esaminava un 'ampli simile al mio che con il collegamento bilanciato non si riesce ad azzerare completamente il volume ( ma é percettibile solo la notte quando la casa é avvolta nel silenzio ) . Comunque dell'ampli sono soddisfatto ha dato quella raffinatezza in piu' che mi mancava ed in particolare e' particolarmente controllato in basso , senza enfatizzazioni di sorta. Penso che a breve acquistero un secondo cavo di alimentazione della Analog R. da mettere sul CD, nella speranza che mia dia gli stessi miglioramenti apportati sull'ampli.


Qualcuno dira' ma dove vuoi arrivare alla perfezione ? no voglio raggiungere il massimo che in fin dei conti sarebbe il piacere di ascoltare uno strumento con un'approsimazione il piu' vicino possibile alla realta'; quel piacere e quell'emozione fisica e cerebrale che provo quando tutte le apparecchiature lavorano in squadra. Quell'emozione me la da la "MUSICA" e non l'apparecchio bello e pesante. Uno strumento musicale riprodotto in maniera scorretta potra' essere ascoltato, percepito; potra'anche emozionare superficialmente ma a lungo andare nel nostro inconscio non rimarra nulla di quella percezione. Basta ho finito ma è la prima volta che scrivo della passione per la musica e per l'alta fedelta' e forse ho esagerato e sono uscito dal seminato, ma questa passione dopo la famiglia ed i valori che ci distinguono dalle "Bestie " ci aiuta anche a dimenticare ed a superare le difficolta' della vita.

Cia Davide , ti allego le foto del mio impianto, ma non venute bene .

valevivianss@tiscali.it

 

 

 

Home