Schede e recensioni

Am Audio  T90

Integrato 90 watt
 

 

 

  Di cosa si tratta

  Ampli integrato


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

  Produttore

  Am Audio Ita

  Caratteristiche

  90 watt

  Costo

  1650 euro anno 2011

 

 

Caratteristiche


Listino anno 2011 - 1650 €

Descrizione

 

Dal sito:

 

http://www.audioreview.it/index.php?option=com_content&task=view&id=250&Itemid=2

 

AM Audio presenta il T-90 un amplificatore integrato, con una potenza dichiarata di 90 Watt per canale, nato dal più costoso dei progetti AM Audio teso a realizzare un apparecchio capace di una notevole potenza e qualità sia audio che estetica, con l’ambizione di avere un prezzo tanto basso da lasciare stupiti. Il risparmio è stato ottenuto minimizzando i tempi di assemblaggio, di cablaggio e utilizzando le schede di potenza dell’MT-5/MT-6, giovandosi dell’economia di scala.

La qualità dei componenti è tale da mantenere la costanza di prestazioni nel tempo e una vita media del prodotto di almeno 30 anni.

Come sopra citato il T-90 è realizzato utilizzando i migliori materiali ben lavorati eliminando ogni spigolo vivo con l’annegamento delle viti di fissaggio del coperchio e con la totale assenza di viti a vista sul frontale. Per non deturpare l’estetica del frontale, il ricevitore del telecomando è inserito in uno dei piedini anteriori. Il cablaggio è il più breve possibile e completamente nascosto

Il pannello frontale è realizzato in alluminio dello spessore di 15 mm, finemente lavorato a CNC, spazzolato, anodizzato nero e brillantato. I coperchi sono in acciaio da 3 mm di spessore tagliati a laser il cui disegno lascia intravedere i dissipatori i condensatori e il contenitore cilindrico tornito in lastra, in cui è resinato il trasformatore toroidale low noise da 500 VA a doppi secondari destinati ad alimentare in modo indipendente i due canali.

Il trasformatore è connesso ai due ponti a diodi IR da 36A/400V collegati ai quattro condensatori elettrolitici della Nippon Chemi-Con che forniscono una capacità di filtro di 44.000uF per canale (per un totale di circa 88.000uF).

L’elettronica trova posto su sei circuiti stampati in vetronite da 2,4 mm a doppia faccia e doppi fori metallizzati. Sul retro oltre alle scritte di identificazione, eseguite al laser il pannello ospita i connettori di uscita in ottone dorato, gli RCA di ingresso a doppia doratura e anima in teflon e la vaschetta di alimentazione.

Il segnale in ingresso, selezionato dalla commutazione a relè, attraversa un filtro RC, il potenziometro del volume motorizzato e viene applicato alle basi dei transistors bipolari che costituiscono gli amplificatori differenziali: essi, come tutto il resto del circuito, sono in configurazione complementare e simmetrica, alimentati ognuno dal proprio generatore di corrente che utilizza un diodo zener come riferimento. I differenziali presentano delle resistenze di emettitore che, in relazione al valore di quelle utilizzate come carico di collettore, stabiliscono il guadagno in modo da mantenerlo non eccessivo per limitare il tasso di controreazione generale. In ogni caso, il suddetto anello di reazione negativa non comprende assolutamente i piloti e i finali, ma deriva dal secondo stadio complementare di guadagno in tensione, formato per ognuna delle polarità da un circuito Darlington in cui ognuno dei due transistors ha delle adeguate resistenze di emettitore per regolare, secondo quanto desiderato, il guadagno dell’insieme. Le compensazioni necessarie al margine di stabilità sono ridotte a due condensatori da 10pF. La sezione d’uscita comprende una coppia di piloti che lavorano in classe A, in modo da offrire un abbondante margine di corrente alle basi dei transistori finali. In questo modo, pur essendo tutta questa sezione d’uscita priva di anello di reazione negativa con la sezione di guadagno in tensione, la forma d’onda di distorsione anche a frequenze alte è priva di picchi dovuti ad armoniche di ordine elevato.
 

Lo stadio finale utilizza 2 coppie di transistor Sanken 2SC2364/2SA1295 da 17A/200W cadauno; ognuno dei due canali del T-90 è quindi in grado di gestire correnti stazionarie di 34 Ampère e di dissipare 800Watt (!) a 20°.

Ogni canale è corredato da un circuito di controllo del relè di uscita a contatti dorati, in grado di sopportare 16 Ampère, preposto alla salvaguardia dei diffusori e alla soppressione dei disturbi di accensione e spegnimento. A protezione dei circuiti troviamo un fusibile per ognuno dei quattro rami di alimentazione monitorati da un Led. Un circuito di accensione graduale elimina i problemi di assorbimento che spesso fanno saltare il contatore di casa. Ad ogni accensione il volume si azzera automaticamente per i primi 30 secondi. Il T-90 è garantito 5 anni.


Scheda fotografica


 

 


 

 

 

Vediamo dietro


 


 

 

Vediamo dentro

 

 

L'interno e veramente ben costruito

 

Telecomando

 

 

Imballo    e    manuale

 

 


Links


http://www.amaudio.it/index.html

 

Come suona


Ampli vigoroso e dal suono rotondo , non ha problemi di carichi difficili.


 

Home