SCHEDE E RECENSIONI

Gryphon Diablo 250

Ampli Itegrato


 

SCHEDA

Di cosa si tratta:

Ampli integrato


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore:

Gryphon

Caratteristiche:

250 watt

Costo:

12.240/00 eruro anno 2013

Vasta Gamma di Nuovo Usato disponibili  Click

CARATTERISTICHE

 

 

INFO DAL WEB

 

Dal sottoindicato sito tradotto con google:

https://6moons.com/audioreviews/gryphon4/1.html

Questa recensione è apparsa per la prima volta nel numero di agosto 2012 della rivista hi-end di alta fedeltà fairaudio.de della Germania. Puoi anche leggere questa recensione del Gryphon Diablo nella sua versione originale tedesca. Pubblichiamo la sua traduzione in inglese in un accordo di sindacazione reciproca con gli editori. Come è consuetudine per le nostre recensioni, la firma dello scrittore alla fine della recensione mostra un indirizzo e-mail in caso di domande o se si desidera inviare un feedback. Tutte le immagini contenute in questa recensione sono di proprietà di Fairaudio o Gryphon - Ed.

Recensore: Jörg Dames
Fonti : Fonel Simplicité, laptop con foobar2000 e J River MC con Northstar USB dac32
Amplificazione : integrato - Fonel Emotion, Abacus Ampino - pre / power - Funk MTX Monitor V3b, Audionet AMP Monos
Altoparlanti : Thiel CS 3.7, Sehring S 703S,
cavi per monitor Eo : a basso livello - filo dritto Virtuoso, di alto livello - HMS Fortissimo, Reson LSC 350
alimentazione CA: Powercord Quantum, cavo di alimentazione Hi-Tuning Gold con terminazioni IeGo, ciabatta MF-Electronic
USB : Kimber USB Ag
Rack : Vendita
al dettaglio di componenti Lovan Classic II Review : € 12.000, € 1.600 extra per scheda MM / MC

Se hai fondi a cinque cifre da investire nell'amplificazione , non è sempre necessario che si tratti di una combinazione pre / potenza. Certo sarebbe una separazione rassicurante "ufficiale" e fisica della preamplificazione (principalmente attenuazione in realtà) e l'amplificazione della potenza riduce la densità delle parti e le potenziali interferenze. Monos va ancora oltre con alimentatori dedicati per canale. Con i suoi dati biometrici il più grande dual-mono integrato di Gryphon — abbiamo recensito l' Atilla più piccola circa 18 mesi fa — rende il riempimento del rack piuttosto ufficiale. C'è 250wpc in 8 ohm di massa muscolare, 30 kg di peso combattivo e dimensioni robuste di 48 x 21 x 46 cm LxAxP per trasformare questo drago alato in un mostro senza dubbio completamente sviluppato.

Mentre i danesi sono fornitori anche di preamplificatori da € 30.000 (Pandora) e € 100.000 monos (Mephisto Solo, prezzo per coppia , nessuna preoccupazione), il loro sito Web esegue un campionato sorprendente ma esplicito dei loro modelli integrati: nessuna confusione con le interconnessioni; percorsi di segnale più brevi; e non ultimo il fatto banale che sviluppo e produzione non debbano riservare un budget per due chassis separati. Uno invece investe in ciò che conta di più: la progettazione di circuiti. Ovviamente questo è relativo alla classe di prezzo. Al di sopra di una certa sfera, i costi dell'involucro dovrebbero essere meno significativi sulla calcolatrice. Comunque sia e tutti i pregiudizi personali a parte, più importante dei concetti è il modo in cui vengono realizzati.E per citare il postulato 30enne non ancora disponibile dell'ex cancelliere tedesco Helmut Kohl, "quello che viene fuori dall'altra parte". Quindi mettiamo il Diablo di Gryphon sul carrello elevatore e copriamo le funzionalità di base prima di fare un giro di suono.

Funzionalità e tecnologia. Sul primo ci sono cinque input meccanicamente solidi sull'estremità della coda del Gryphon, con un set XLR al di sotto che ho usato principalmente per le mie audizioni e che l'azienda conferma è sonicamente leggermente superiore. Non è sempre un dato di fatto e occasionalmente anche una questione di gusti, ma è anche vero per i miei cavalli da lavoro con componenti Fonel e preamplificatore Funk MTX.

Gli ingressi possono essere nominati con una lunghezza massima di otto lettere ed è possibile determinare SPL massimo consentito, impostazione del volume all'accensione e luminosità del display (è anche possibile disattivare completamente). L'ingresso 3 può essere impostato su bypass volume per scopi AV. Emettere un avvertimento per qualcosa di così ovvio è quasi banale, ma la supervisione personale non è stata estranea agli attacchi di cuore che inducono incidenti, quindi fai attenzione quando invii un segnale a piena potenza alle uscite. La gestione di tutte queste funzionalità del menu e delle opzioni di monitoraggio avviene tramite le superfici sensibili al tocco anteriore sinistro e destro. Su questo punto il Diablo non era un mostro utilizzabile al 100%. Le cose non erano completamente intuitive e all'inizio era abbastanza facile premere nel modo sbagliato. Ma è incluso un superbo manuale inglese e non si effettueranno modifiche quotidiane a questi aggiustamenti.

 

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

 

 

 

 

VEDIAMO DIETRO

 

 

 

IL TELECOMANDO




MANUALE




IMBALLO



ALCUNI ANNUNCI USATO

 

 

 

 

COME SUONA

 

Un altra recensione trovata online:

http://www.hifiplus.com/articles/the-gryphon-diablo-integrated-amplifier/

 

GRYPHON DIABLO INTEGRATED AMPLIFIER (HI-FI +)
attrezzature +
di Chris Thomas |
categorie: Amplificatori integrati | Prodotti: Gryphon Audio Designs Diablo
Gryphon Diablo Integrated Amplifier (Hi-Fi +)


Quando ti siedi davanti al tuo sistema per un po 'di terapia musicale, cosa stai ascoltando? Sembra logico supporre che ognuno di noi ascolti in modo diverso e che ascoltiamo e ascoltiamo cose diverse - o dovrei dire che ascoltiamo le stesse cose in modo diverso? Sei particolarmente consapevole dei livelli di dettaglio nella musica o sei più sensibile agli elementi ritmici e ai problemi di temporizzazione? Cerchi un sistema con un'ampia gamma di tonalità o la messa in scena del suono olografico è in cima alla tua lista di priorità? O forse ascolti tutte queste cose in momenti diversi. Ho un amico che adora la pura presenza in faccia. Vuole che la musica salti dagli altoparlanti e lo faccia a faccia a faccia. Niente di meno e il sistema non gli interessa e quando si acquista un componente impone sempre la sua idea di cosa dovrebbe fare un sistema sulla musica. Se un album sia stato registrato in quel modo sembra completamente irrilevante. Nonostante io sottolinei le ovvie insidie ​​di un simile approccio nei suoi confronti, vuole creare sistemi che si appellino ai suoi gusti particolari piuttosto che apprezzare che non ci siano due registrazioni costruite allo stesso modo.

Sicuramente qui non ci può essere giusto o sbagliato in quanto sono i suoi soldi e lui lo spende come vuole, ma è un perfetto esempio per me di come moltissime persone hanno preimpostate viste su come vogliono che la loro musica sia presentato. Ciò che è di vitale importanza per alcuni è in realtà un grande aspetto negativo per gli altri. Ad esempio, credo che un palcoscenico tridimensionale del mondo reale e una rappresentazione realistica della profondità rientrino tutti nella direzione generale della coerenza e quei sistemi che hanno solo altezza e larghezza iniziano con uno svantaggio. Ma non mi sono sempre sentito così. Quando avevo un sistema puramente bidimensionale, non credevo fosse importante. Questi sono aspetti della registrazione più specifici della musica e rientrano nelle competenze del produttore il cui compito è realizzare il materiale in qualcosa di solido e utilizzare tutti i mezzi a sua disposizione per raggiungere questo obiettivo. Tutte queste domande mi sono venute in mente da quando ho iniziato ad ascoltare l'amplificatore integrato Gryphon Diablo. Questo è un prodotto costoso, soprattutto per gli standard di amplificatori integrati, un motore di un design che guiderà quasi tutti gli altoparlanti alla distruzione. Fa un'affermazione audace nell'aspetto e nel suono, ha apparentemente illimitate riserve di potere ed è tremendamente ben specificato tecnicamente ed è facile da usare come probabilmente troverai. Tutte cose buone eppure, anche dopo ore e ore di ascolto, mi trovo ancora a preoccuparmi della sua capacità di coinvolgermi completamente musicalmente. Ho trascorso gran parte del mio tempo a chiedermi perché. Come nel caso del lettore CD Mikado che ho recensito nell'ultimo numero, il Diablo ha un grande impatto. Scrive la musica audace e ampia davanti alle tue orecchie. Non potresti mai definirlo timido, ma ciò non significa che non sia anche sottile. Afferra un altoparlante e lo gestisce con grip, ritmo e intensità attraverso una larghezza di banda incredibilmente utilizzabile e con un controllo eccezionalmente teso.

Anche fisicamente è un oggetto imponente. Fondamentalmente una scatola grande e abbastanza convenzionale, la penna del design Gryphon supremo Flemming Rasmussen, ha rivestito il Diablo in componenti in alluminio acrilico e lavorato, dandogli un aspetto elegante e distintivo, una struttura simile a Ziggurat. È molto ben costruito e ha la tipica attenzione di Gryphon ai dettagli dentro e fuori. Tutti i loro prodotti sono design accattivanti, ma alla base sono componenti estremamente solidi e seri. Diablo offre ingressi per quattro connessioni single-ended e una bilanciata, oltre a un paio di uscite e ha un singolo set di connessioni per altoparlanti. Non ci sono parti mobili sul pannello frontale. Tutte le operazioni di commutazione e controllo del volume vengono eseguite mediante tocchi di luce su aree specifiche e sul display fluorescente a vuoto, che offre tre livelli di luminosità,

Il telecomando è uno dei migliori che abbia mai provato, un design metallico lungo e sottile che ti consente di arrivare dove vuoi in modo rapido e completamente intuitivo. È una lezione oggettiva di chiarezza ordinata e rende l'amplificatore una gioia da controllare. Devi essere un po 'sensibile con esso anche se la potenza si accende con una corsa infernale e questa è una cosa che questo amplificatore ha in abbondanza. Può produrre 250 watt in 8 ohm, 500 in quattro e 800 watt in un carico di 2 ohm. Questo lo rende praticamente il più potente amplificatore integrato che io abbia mai usato e quando lo accoppi con una larghezza di banda così ampia (0,1Hz-250kHz) ti rendi presto conto di avere il controllo di un dispositivo pesante in grado di terrorizzare gli altoparlanti in sottomissione . Come il lettore CD Mikado, il famoso Diablo ha bisogno di un bel po 'di tempo da nuovo per raccogliere tutti i suoi punti di forza e concentrarli sul processo di creazione della musica. Funziona caldo, impiega un po 'di tempo a correre (anche se non fino a quando il Mikado), ma sii paziente e lascialo cuocere per alcune settimane e lentamente arriva in canzone. Dopodiché puoi lasciarlo in standby e tornerà alla velocità entro un'ora circa dal risveglio.

Esito a dire che il Diablo è incentrato sulla sua natura dilagante, ma fa i suoi affari con tale vigore che il modo in cui impiega quei Watt è, diciamo, centrale per il suo carattere e c'è sempre la tentazione di far avanzare il volume così poco un po 'di più e vedere come risponde. Diventa orribilmente avvincente anche se il Gryphon non è un amplificatore che accarezza necessariamente la musica. Non soffre della sindrome del grande amplificatore, non è lento a reagire o lento a turno. Invece tiene gli altoparlanti in una morsa simile a un vizio, scagliandoli nella vita, imponendo un livello di controllo dinamico che li lascia senza dubbio su chi sia il capo. Dà un nuovo significato al termine "guidare l'altoparlante".

Collega il loro lettore CD Mikado che ho esaminato nell'ultimo numero e hai una miscela potenzialmente esplosiva di dettagli audio e dinamica che rende l'Hi-Fi davvero impressionante. L'alchimia inebriante coinvolta non lascia dubbi sul fatto che dovrai prendere in considerazione gli altoparlanti e i cavi piuttosto attentamente. Ma non pensare che Diablo sacrifichi troppa finezza per la muscolatura pura. È vero, porta l'odore di un petto peloso ma rimane estremamente sfumato quando l'occasione lo richiede ed è in grado di sfruttare la messa in scena spaziale del suono aperta che il Mikado fa così bene. Ha un senso del dettaglio finemente strutturato e delicato attraverso la sua notevole larghezza di banda e che mantiene la tua attenzione tanto quanto il potenziale dinamico puro, sia grande che piccolo.

Il basso è forte, potente e veloce, mentre le alte frequenze, sebbene chiare e articolate, sono solo un tocco duro. Non ho trovato troppo in termini di calore tonale attraverso la banda media e l'equilibrio rimane risolutamente sul lato freddo e soprattutto con il Mikado nella parte anteriore. Per coloro che vogliono crogiolarsi nella vibrante vibrazione degli strumenti ad arco e archi, il duetto di Diablo / Mikado non sarebbe probabilmente la mia prima raccomandazione.

Ascolta la collaborazione di Alison Krauss con Robert Plant su Raising Sande rimarrai sicuramente impressionato dalla superba separazione degli strumenti e dalla loro individualità dinamica, ma ho scoperto che l'amplificatore perde il senso di intimità, il calore e l'affetto tra i due cantanti. Il produttore T Bone Burnett ha fatto un ottimo lavoro nel bilanciare le due voci distintive l'una con l'altra e il mix che ha prodotto è magistralmente minimizzato. Dolce e aspro, Ying e Yang, chiamalo come vuoi, ma, per me, questa relazione è ciò che riguarda l'album. Come ascoltare Ella cantare contro Louis Armstrong, c'è qualcosa di quasi spirituale nella miscela contrastante. È qui che il Grifone non è riuscito a far scorrere i succhi.

È inafferrabile e non puoi facilmente indicarlo, ma a volte un sistema ce l'ha e a volte no. Ho trovato esattamente lo stesso con la nuova versione di Joni Mitchell, Shine. Questo è il suo miglior lavoro per qualche tempo. La sua voce ormai oscura, affinata da un milione di sigarette, ha trovato l'ambiente strumentale perfetto in questo album e l'inclusione della chitarra a pedali è un colpo da maestro. Essere un musicista in un concerto di Joni Mitchell deve essere diverso da qualsiasi altra cosa. A ogni giocatore viene data la propria voce, ma ha questa straordinaria capacità di scegliere i propri stili e fonderli insieme lungo la pista. Raramente sentirai qualcosa di superfluo in un album di Joni e questo è tanto snello e cattivo come arrivano. Ancora una volta stiamo parlando dell'intimità e della capacità del sistema di chiamare la tua anima, di fare quel passo ulteriore e di parlarti a un livello diverso e molto più personale. Questo è, per me, ciò per cui vale la pena pagare un audio di fascia alta. Non si tratta della larghezza di banda aggiuntiva o del controllo migliore o della risoluzione superiore, in quanto molto presto ci si può abituare a queste cose. La musica, nella migliore delle ipotesi, è arte e dovrebbe sicuramente riguardare l'illuminazione spirituale, a qualunque livello tu operi personalmente. Bene, lo è comunque per me, ma lo so sicuramente, avendo letto migliaia di recensioni ai miei tempi, che non è lo stesso per tutti. La mia vera preoccupazione è che il Gryphon spesso lascia la musica un po 'impersonale e piuttosto un dato di fatto. È uno di quegli amplificatori che puoi davvero sentire lavorare mentre ricostruisce e alimenta le informazioni in un torrente di dettagli dinamici. Uso deliberatamente il termine informazioni poiché ho trovato il Gryphon troppo meccanico nel modo in cui ritrae la musica. In altre parole, raramente suona bello e più ho ascoltato, più me ne sono reso conto.

Il che mi riporta alla mia prima domanda. Cosa ascolti quando suoni il tuo sistema? Perché, tecnicamente parlando, il Gryphon Diablo fa davvero spuntare la maggior parte delle scatole. È certamente un grande Hi-Fi - di questo non ho dubbi e posso facilmente immaginarlo sia impressionare e soddisfare molte persone con le sue capacità drammatiche a tutto tondo. A questo livello di performance, tuttavia, sono le altre cose che fanno la differenza tra te e la musica o no e sicuramente questo è tutto. Probabilmente hai capito che durante questa recensione io e Diablo eravamo un po 'inquieti e mi sento frustrato per non essere mai riuscito a legare i suoi notevoli attributi alla musica, a riscaldare la sua esibizione più di quanto non abbia fatto io. Non esprimo giudizi di valore qui, solo una semplice osservazione che viene dal cuore piuttosto che dalla testa.

 

 

Home