Anche se esiste già una recensione che tratta degli stessi autori, vorrei segnalare i Fourplay:

 

Nel panorama Jazz/Fusion c'è un grande nome rappresentato però da quattro grandi interpreti: mi riferisco ai Fourplay. Nelle loro incisioni le qualità degli strumenti sono rese ai massimi livelli. Così l'equilibrio tonale e strumentale si mantiene costante e piacevole in tutti i loro dischi.
Non solo. Negli anni hanno saputo mantenere la stessa enfasi e lo stesso entusiasmo nell'interpretare i propri brani e nel rieditare qualche grande successo internazionale, affiancati da voci importanti come El deBerge e Phil Collins o ancora Chaka Khan.
Segnalo, tra i dischi, il mio preferito che si intitola "4". Chi vuole cominciare a conoscerli dall'inizio può avvicinarsi a "Between the Sheets" o "Elixir".
Ripeto che le registrazioni, pur essendo incredibilmente analogiche, sono prive di qualunque rumore di fondo e possiedono una dinamica eccezionale. Il suono viene evidenziato senza colorazioni e in modo neutro, segno di una tecnica di ripresa e di mixaggio degne del genere che essi interpretano.

 

Riccardo N.  riccardo1975@tin.it