Pagine Utili         

Andrea Braido

" Sensazioni nel tempo " 

recensione di Fabrizio C.

 

Ripercorrere la propria esistenza musicale affidando i ricordi a contesti sonori assai diversi fra loro, eppur vicini nella sensibilità di Andrea Braido, non è progetto di semplice costruzione: Andrea è un frequentatore pensoso – sia gaio sia malinconico – di molti stili, intimamente raggiunti nella percezione della musica come “casa del mondo”. E’ allora tanto è possibile incontrare “vertigini” indiane quanto movenze ispaniche, tanto suggestioni sudamericane quanto arie d’Estremo Oriente, improvvisazioni di stampo modale (come egli stesso afferma nel booklet-prefazione), fraseggi come lampi o come pacato incedere di accordi, spesso illuminati da una tecnica strumentale di grande spessore e dalla tentazione della “dissolvenza incrociata”, nel medesimo brano, tra atmosfere diversissime fra loro. Capita che arpeggi rapidissimi, orientaleggianti o gitani o, addirittura, di sapore “new age”, intersechino arie “smooth”,  hendrixiane oppure bluesy , senza mai incorrere in cacofonie, in stravaganze banali, di cui il panorama chitarristico attuale appare ben colmo.

Del resto la cultura musicale di Andrea Braido rimanda alla lezione di musicisti, di capi scuola indiscussi : da John Cage a Jimi Hendrix, da Frank Zappa a Toninho Horta, da Paco de Lucia a John Mc Laughlin ( del quale assume le movenze strumentali da sitar in più di un’occasione): una formazione solida e raffinata, come s’intende facilmente, nella quale si fa spesso luce l’effetto della distorsione tipico del Nostro, così come la dichiarata affinità con Jeff Beck, come egli dichiara in una recente intervista. Andrea non ignora nemmeno le vie indicate dai grandi del jazz (Coltrane e Parker, sopra tutti, sembra) assunte in modo istintivo e personalmente riproposte nella sua musica. A riprova di ciò si provi ad individuare il genere da egli prediletto: il rock-blues, si potrebbe dire, avendo ascoltato le sue opere precedenti, ma sarebbe riduttivo e talora equivoco anche volendo limitarsi solo all’analisi dei cd già pubblicati. E’ in Braido qualcosa di più ampio, di più istintuale, di più emotivo, si sarebbe tentati di dire.

“Sensazioni nel tempo”: in questo ripercorrere è naturale, quasi ovvio, che egli suoni tutti gli strumenti, come fonemi d’uno stesso linguaggio, alto, eclettico, frutto di un talento francamente inusuale; inusuale ma ben disciplinato da buon gusto musicale e sensibilità sonora.

Il cd nasce come raccolta dei momenti più cari al Nostro, che suona, registra e mixa, volendo descriverla da solo la propria vita, dal primo fino all’ultimo brano, “A come Andromeda” (sigla dello sceneggiato omonimo mandato in onda dalla RAI nel 1972, composto da Mario Migliardi e arrangiato da Braido) in giusta memoria di uno straordinario uomo ed attore quale fu Luigi Vannucchi, ben presto dimenticato dai mass media (grazie Andrea per avercelo ricordato…).

Una menzione particolare va ad  “As aparencia enganam”, in ricordo di Elis Regina, quarta track intrisa di “saudade” donata a chi ascolta con grazia e tenerezza, aleggiando su panorami latini di intensa fattura, armoniosi, ariosi, luminosi.

Nonostante qualche inevitabile calo di tensione, l’opera (10 brani per quasi 52 minuti di musica) non potrà passare inosservata: Andrea Braido è, nel suo genere, senz’altro uno dei migliori strumentisti presenti sui palchi europei, con la sua passione per la Fender Stratocaster, con la sua scelta delle Frudua, estremamente versatili nel raggiungere l’effetto humbucking, un artista che sceglie di usare undici chitarre (!) nella realizzazione  del suo cd e che, coerentemente, arriva ad accompagnarsi con tibetan bells ed arpa messicana in questa prova tra multietnicità, “world music”, e tutto ciò che è di “confine” tra quei panorami musicali che, come detto, per lui sono la “casa della musica”. 

Il costo del cd è di 13 euro: si può comprare on line sul sito della Casa.

Fabrizio Ciccarelli    Egozero@alice.it

 

Via Giovanni da Udine 34
20156 Milano - Italia
Tel.(+39) 02 38093284/5
E-Mail: videoradio@tiscali.it
Web Site:
www.videoradio.org

 

 

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale