Recensioni Software         

                     

Mario Piacentini Trio
Ancora Sogni

1. Innamorati a Milano
2. Un giorno dopo l’altro
3. Quando
4. Tema
5. Io che amo solo te
6. Domenica bestiale
7. Andora
8. Senza fine
9. Sonatina per Maria

Mario Piacentini -
piano
Riccardo Fioravanti -
contrabbasso
Marco Tonin -
batteria
 

 

In tempo di riletture jazzistiche di highlights del pop italiano, un posto significativo occupa Ancora sogni del Mario Piacentini Trio. Il cd è ricco di esecuzioni di notevole spessore, non di rado intense e toccanti, segnate da un moto interiore venato di note malinconiche, del tutto congeniali al pianismo colto e sensibile di Piacentini, ben accompagnato da Riccardo Fioravanti e da Marco Tonin, strumentisti di prim'ordine.

Particolarmente interessante è la riproposizione di Tema de I Giganti, in cui l'improvvisazione risulta fresca, stilisticamente elegante per il modo bop col quale il trio sa esprimersi con linguaggio moderno, meditativo ed incisivo. In tal senso, torna alla mente (senza che il paragone sia irriverente) Bill Evans col suo fluire pianistico raffinato ed introspettivo, supportato da ritmiche storiche (Scott Lafaro, Paul Motian, Eddie Gomez, Percy Heath, Philly Jo Jones) cui sembrano riferirsi il bravo Fioravanti e il poliedrico Tonin non con intenzioni imitative bensì con efficace personalizzazione dei modi di esplorarne le coloriture.

Altrettanto convincente appare il disegno armonico di Senza fine, brano tra i più rivisitati anche in ambito jazzistico, che qui trova forse una delle migliori interpretazioni sia a livello formale che sul piano dell'abbandono del tema per attimi di pura creatività e calda espressione.

Andora e Sonatina per Maria sono firmate dallo stesso pianista; più convincente la prima, originale dal lato compositivo nell'intenzione di evocare un fluire della memoria, ricordi intimi del paesaggio ligure che trovano luogo nel tono elegiaco e commosso della pièce in coerente linea esecutiva con quanto proposto di onirico nell'album che, non a caso, "Ancora sogni" sembra davvero indicarci.


Fabrizio Ciccarelli egozero@alice.it

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale