Sonora 2004

 

 

Per  tutti quelli che non sanno di cosa si tratta   una breve presentazione : e un incontro che noi autocostruttori  facciamo ogni anno per esporre le nostre creature  e  trovare l'occasione  per scambiarci opinioni consigli e stare insieme.

Qui' sotto mettero i nomi e specifiche di quello che mi ricordo , chiedo scusa alle persone che non si troveranno specificate  e le invito a mandarmi una breve descrizione e specifiche , le allego subito all'articolo e invito tutti a mandarmi anche altre foto.

 

Visto che Max , molto piu bravo di me per queste cose, scrivera' un resoconto della manifestazione , io allego  solo le foto e pochissime spiegazioni .

 

 

 

nella foto di sinistra  Sergio e Emilio  mentre aspettano l'apertura della fonoteca ,  va detto che abbiamo avuto un piccolo intoppo  alla mattina , problema di  incomprensioni con il responsabile  che aveva  capito che l'apertura  sarebbe stata alle 10 di mattina ( supportata da una mail di Emilio ) mentre noi eravamo li alle 9 !!!!!

Per fortuna la bella giornata , solamente  fredda, ha fatto si che  il problema  sia passato senza che nessuno si lamentasse.

 

 

 

praticamente la mostra e iniziata  per  strada..

poi finalmente l'apertura

 

 

ecco  che iniziamo l'allestimento  a sinistra Max  Emilio (tagliato) e Andrea a destra

 

 

 

A sinistra un ampli ibrido del gruppo di Filippo Punzo ,  a destra  il pre Sony  modificato di Emilio , sotto ella di Salvatore e ancora piu' a destra il  giradischi Dual .

 

 

L'ampli  tipo munizione !!! di Andrea

 

 

Il super  ampli di Luigi e i suoi amici ( ve ne erano due)  atre info qui:http://web.tiscali.it/jjlaboratories/

 

 

L'integrato di Sergio a transistor

 

 

Questo era un interessante  impianto , Luigi ha costruito  questi monovia Fostex e  che venivano fatti funzionare da  ampli presi da fonovalige d'epoca  e inscatolate in contenitori di  legno.

Vi assicuro che il risultato era  favoloso

 

 

 

Qui a destre le New Singer di Alberto Bellino

 

 

ed ecco la visuale completa

 

La interessante stazione ricevente  della sezione Radioamatori di Modena  che hanno tentato !!! di ricevere un nuovo tipo di  trasmissione radio digitale , purtroppo senza  riuscita , causa il posto veramente infelice  per il posizionamento dell'antenna.


 

e qui sotto il resoconto  preso dal forum del sito

 

andreabertoglio
 

Inserita il - 21/11/2004  alle ore:  20:42:30  


ciao a tutti,
ecco il thread dove raccontare e raccontarci le impressioni di questa bella manifestazione. la bella giornata ci ha agevolato ed ha reso piacevole la nostra partecipazione. certo, alle 9 del mattino il freddo si faceva sentire, ed il ritardo dell'addetto alla fonoteca ce lo ha fatto entrare bene nel midollo. stasera, rientrando a casa, ho riflettuto su questo episodio e sul fatto che nessuno si sia innervosito o l'abbia preso male. questo la dice lunga sull'atmosfera della manifestazione e sullo stato d'animo dei partecipanti: positivo, amichevole, rilassato e goliardico.
il convento è bello, come carpi del resto: una sorpresa! purtroppo l'ambiente d'ascolto è più ostile della foresta nera. durante gli ascolti mattutini c'era qualcosa che non mi tornava; quando al pomeriggio ho ascoltato la mia catena ho realizzato di quali disastri sia capace un ambiente di quelle dimensioni (soffitti altissimi, 6mt o di più?). comunque si sono ascoltate tante cose e si è parlato molto, complice anche il vinello del ristorante, mettendo in primo piano la voglia di scambiarsi opinioni e consigli, in tutta sincerità, all'ascolto nudo e crudo. e le ho apprezzate molto, la sincerità e la franchezza, nel scambiarsi anche giudizi non positivi. solo barry si è offeso quando davide lo ha chiamato 'cassa da morto'....ma per strada mi ha detto di averlo già perdonato!!!
ah dimenticavo la nota negativa: maramao, nominato per l'occasione addetto alla navigazione terrestre sino al convento, mi ha deluso profondamente: al posto della mappa promessa si è presentato con un foglietto stracciato con scritto un numero di cellulare......giovane marmotta? pfui! hai vinto il premio 'paperoga' della giornata!!!

un doveroso ringraziamento a davide e a tutti gli altri organizzatori che hanno reso possibile questa bella manifestazione. sonora crescerà!

ciao a tutti
andrea   (p.s.: presto ci sarà l'articolo di massimo sul sito!)

Modificato da - andreabertoglio il 21/11/2004 20:51:25

Admin
 

Inserita il - 22/11/2004  alle ore:  13:00:34  


Ottimo Andrea sono contento che ti sia piaciuta ... bene ..
e un bel punto di ritrovo..

ciaoo davide

max
 

Inserita il - 22/11/2004  alle ore:  13:26:32  


Ciao ragazzi, pur non essendo un autocostruttore, devo dire che mi e' piaciuto moltissimo l'incontro a Carpi. Certo l'ambiente non era quanto di piu' audiofilo si possa trovare, ma certamente lo scopo non era quello, anzi. Mi ha fatto molto piacere trovare tanti appassionati di musica e di hifi, mentre sono rimasto un attimino spiazzato dal fatto che comunque hanno fatto da padrone i sistemi largabanda + valvolari. Ora non capisco se tale scelta e' dettata comunque da una sorta di sperimentazione e ricerca (quyindi un certo piacere)in questi tipi di progetti (largabanda); uniti ad una covinzione che valvola = hifi.Se cosi' non fosse penso che la maggior parte delle persone abbia gusti musicali diversi dal mio, o meglio, sono io che sbaglio tutto e quindi non ho alcun gusto.Non pretendo di trovare ad incontri del genere cloni di amplificazioni KRELL che muovono cloni di KLIPSCH, pero' penso che lo stato solido sia a torto messo un po' troppo in disparte. Detto questo penso comunque che al di la' del gusto musicale diverso (a proposito, ma esistono solo quartetti d'archi, trio jazz, Norah Jones e Diana KRALL!!!!)Tutti gli espositori sono stati fantastici, ed ancora di piu', era bellissimo vedere le loro espressioni di ricerca dei particolari quando suonava una loro creatura. Un applauso infine a Davide ed a chi lo ha aiutato materialmente per l'ottima riuscita dell'incontro. Siete forti ed io vi continuero' a seguire sempreanche se non sono un autocostruttore, ma solo un appassionato di musica.

 

per Davide:
spero di non essere stato troppo ruvide circa le impressioni su alcune elettroniche in officina.
ciao
MassimilianoVai in cima alla Pagina

max
 

Inserita il - 22/11/2004  alle ore:  13:27:55  


ops......per ambiente intendevo la stanza logicamente

 

Massimiliano

Massimiliano FABIANIVai in cima alla Pagina

andreabertoglio
 

Inserita il - 23/11/2004  alle ore:  08:38:42  


ciao max,
per prima cosa devo dirti che a sonora c'erano gli apparati portati da noi. quindi la prevalenza di una categoria su un'altra, può essere imputata alla pura casualità oppure al fatto che i gusti di tanti siano orientati verso quel tipo di apparati.
comunque in mattinata lo stato solido ha detto la sua con il 'the best' e il 'the best2' di sergio. e molti diffusori largabanda sono a due vie (tweeter aggiuntivo). l'unica catena per così dire 'minimalista' era la mia, con ampli single-ended da 4-5 watt per canale e largabanda dure-e-pure fostex, che però nell'ambiente di ascolto descritto, mi hanno deluso tantissimo. peccato.
inoltre era in forse la presenza di politiz e delle sue 'colombaie', primo premio ciare. interpretazione molto bella e particolare di un diffusore a più vie che in quell'ambiente si sarebbe fatto 'sentire'!!

(tanto per inquadrare la tua persona....eri in officina al mattino con me,davide e massimo?)

a presto
andrea

max
 

Inserita il - 23/11/2004  alle ore:  11:43:52  


ciao Andrea,
no in officina ci sono stato penso intorno alle 16 perche' volevo ascoltare il Korsun. Per quanto riguarda il discorso da me impostato, voglio precisare che non voglio assolutamente muovere critiche di nessun genere. Ripeto che tutti i ragazzi sono fantastici nelle loro realizzazioni, magari fossi io stesso in grado solo di capire quello che dicono (figuriamoci a realizzare), quando le discussioni invadono campi... termoionici con resistenze, impedenze, induttanze etc...
Vorrei pero' capire una cosa, e mi farebbe piacere che piu' persone partecipanti al forum, mi diano una risposta in modo da avere ben chiaro il quadro. Anche se non proprio completamente, devi convenire che l'ago della bilancia sia per quanto riguarda l'esposizione di domenica, e sia in piu' generale le varie discussioni nel forum, si sposta nettamente a favore dei valvolari monovia o pseudo tali. In genere le persone tendono sempre al "meglio", percio' se tutti parlano e costruiscono valvolari e monovia piu' o meno addolciti, devo pensare che il "nirvana" per la riproduzione di un brano musicale e' rappresentato da questi componenti.
Io ascolto la musica con un lettore cd molto "dolce" (AUDIO ANALOGUE PAGANINI) un ampli valvolare (SYNTHESIS) e delle casse acustiche abbastanza "calde e ruffiane" (CHARIO DELPHINUS), quindi penso di essere obiettivo nelle mie "masturbazioni mentali". Purtroppo il mio trittico va bene con alcune incisioni; poche direi (soliti nomi: norah jones , krall, jazz)ma con la maggior parte della musica esistente al mondo va in crisi. In una parola non sono sicuro che le valvole siano la soluzione migliore per una perfetta imitazione di un brano musicale.
Forse mi sto dilungando troppo, ma spero di essermi spiegato, e soprattutto di non aver offeso nessuno.
Massimiliano

edgarnew
 

Inserita il - 23/11/2004  alle ore:  13:21:15  


 

Ciao Max, sinceramente anche a me sarebbe piaciuto venire fino a Carpi, ma la cosa non era per niente agevole (vivo a PAlermo) considerando l'esiguo tempo libero a mia disposizione.
Ho l'impressione che il motivo per cui, come dici tu, sul sito e sul forum ci sia una certa prevalenza di ciò che è a tubi e di ciò che al massimo possiede due altoparlanti, non avvenga tanto per una scelta di vita o predilezione di una qualche filosofia, quanto perchè questo è intanto un luogo di autocostruttori e notoriamente valvole e singoli altoparlanti rappresentano per gli stessi la palestra più importante per esercitarsi.
Mi sembra invece un po' strana la tua affermazione secondo cui con la tua catena audio puoi ascoltare solo 4 cose mentre tutto il resto rimane tabù o quasi.
Sei sicuro che tutto stia messo a posto?
Mi permetto di dirti che conosco benissimo il tuo trittico ed in varie condizioni m'è sembrato abbastanza universale per ascoltare non solo ciò che dici tu.
A questo punto ci sarebbe, se mai, da chiedere che cosa ti aspetteresti magari da una riproduzione, che sò dei Metallica!
Se parliamo di impatto, di punch da colpo nello stomaco e cose simili, probabilmente hai ragione nel dire che il tuo impianto in tal senso può essere carente, ma se invece ,molto più correttamente chiedi ai tuoi oggetti una riproduzione omogenea e coinvolgente allora ti posso assicurare che anche con hard rock, metal etc. il tuo impianto può dare delle soddisfazioni.
Le valvole, dici correttamente non sono la panacea per la riproduzione audio, ma nemmeno sono il peggiore male, anzi ti posso dire che per quanto riguarda la gamma media (quella che ognuno di noi recepisce al meglio e con il maggior numero di informazioni per la riproduzione audio) non esiste nulla meglio delle valvole, se ovviamente sono messe al meglio.
Se mai, le valvole possono avere qualche limite come sistema di potenza, ma anche qui c'è da chiedersi cosa si voglia raggiungere, considerato che con i tubi i rischi e se mai gli eventi legati al clipping sono certamente meno evidenti che nello stato solido.
Magari i tuoi problemi di riproduzione si potrebbero risolvere scegliendo qualche cavo più appropriato (soprattutto quello dell'alimentazione dell'ampli) o una collocazione dei diffusori diversa da quella attuale.
Salutoni
Edgar

Edgarnew

Modificato da - edgarnew il 23/11/2004 13:23:25

Maramao
 

Inserita il - 23/11/2004  alle ore:  13:49:56  


Ciao Massimiliano,
come al solito nella fretta ho premuto il tasto sbagliato e ho reinviato il messaggio prima di rispondere, sorry.

Credo molto nel mio orecchio. Non essendo un tecnico, come te del resto, ti consiglio caldamente di fare dei confronti e di non basarti su distinzioni (valvolare-transistor, per esempio) che per essere serie devono essere supportate dalla competenza. Sperimentare, per chi come noi non è un tecnico, consiste sostanzialmente nell'ascoltare.
Tu e io sappiamo cosa vogliamo sentire, questo è il vantaggio. Nel senso che tu sai molto bene come certi brani che ami e ti sono familiari "devono" suonare. Quindi assemblare un impianto hi-fi dovrebbe rispondere prima di tutto, e mi pare sia quanto hai già fatto, a esigenze "interiori" di ascolto.
Se ascolti Jazz, Blues e vuoi sentire voci femminili calde, strumentazione essenziale e ben disposta sullo stage sonoro, bene... allora perché dannarsi se con lo stesso impianto una canzone dance degli Psychic U-turn (esistono) non si sente con tutti i suoi bravi bum bum bum?
Penso di non asserire un'eresia se dico che dietro a ogni impianto c'è il gusto e l'orecchio del proprietario. Se vuoi ascoltare altro, fai degli esperimenti con altri componenti.
Non so se ti sono stato di qualche aiuto, probabilmente ho solo detto delle banalità, comunque ho provato.

Salutoni,
Massimo
 

max
 

Inserita il - 23/11/2004  alle ore:  14:53:01  


ragazzi!!!!
sono contentissimo che mi rispondete, ma per non annoiare troppo gli altri, rispondero' per l'ultima volta.
..... certo, io conosco il mio impianto e conosco i miei gusti musicali. Per quanto riguarda l'impianto ho cercato di mettere su' qualcosa non troppo dispendioso(ma a breve qualcosa cambiera') per cercare di avere una certa piacevolezza nell'ascolto. Sono daccordo sul fatto che le valvole danno qualcosa in piu' in fatto di medie frequenze, laddove l'orecchio umano e' in grado di definire meglio i suoni; ma questo a che livello? Una volta ho ascoltato della musica da un impianto dove, il solo ampli valvolare, costava alcune decine di milioni. Per me' era perfetto. Era caldo, morbide, entusiasmante, e tanto......punch. Ho ascoltato un sistema con ampli ELETTROCOMPANIET (non ricordo la sigla) ed era caldo, morbido, entusiasmante e tanto..... punch. Allora? dove la differenza? Il mio synthesis non e' ne l'uno ne' l'altro. E' un ampli economico bello da vedere ma che suona con poca realta'. Era molto piu' reale il mio povero NAD 3020.Con questo voglio dire che se rimaniamo in tema di ampli economici, allora sono daccordo nel dire che un valvolare da 1000 Euro risulta molto piu' armonioso di uno a stato solido dello stesso prezzo; ma se alziamo il tiro, penso ad un KRELL o simile, secondo il mio punto di vista dobbiamo accenderne tante di lampadine per equiparare la dinamica, la presenza, il dettaglio della musica qualunque essa sia.
Sempre dal mio punto di vista bnon credo alla famosa"fatica d'ascolto" dovuta ad un impianto molto analitico. Io vorrei che l'impianto restituisse tutte le informazioni contenute sul suporto(sia esso digitale o analogico),e nel miglior modo possibile. D'altronde non staro' mai seduto per delle ore in quel preciso punto pronto a sobbalzare se qualcosa non va'. Piuttosto forse staro' un ora seduto e per il resto camminero' parlero' con i familiari o al telefono, mentre la musica scorre. Non mi perdero' nella scelta forzata di ascoltare il quartetto d'archi od il trio jazz perche' cosi' queste benedette medie frequenze balzeranno al mio orecchio piu' limpide che mai, sempre e solo (ah dimenticavo norah jones e Diana KRALL- ma questa KRALL chi la conosce? io pensavo che gli U2 erano famosi ed invadevano le classifiche. Di KRALL possiedo un cd perche'...fan tutti cosi'). A questo punto l'impianto analitico sicuramente non affatichera' i miei timpani.
Ragazzi viva la musica di qualsiasi tipo(ho della musica tibetana che il mio impianto si rifiuta..)viva le cornamuse elettroniche di HEVIA e viva il piano di GASLINI, riprodotta in qualsiasi modo purche' il piu' fedele possibile non all'originale(come si fa' a sapere cosa c'e' nell'originale? potrebbe non piacerci), ma all'illusione che ci creiamo e che si chiama hi fi.

Massimiliano

andreabertoglio
 

Inserita il - 24/11/2004  alle ore:  02:01:55  


ok....ma non se ne stava parlando qui? > http://www.audiocostruzioni.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=644
(evoluzioni audio)

su sonora nient'altro?

ciao
andrea

alex69
Nuovo Utente


Emilia Romagna
1 Messaggi.

Inserita il - 24/11/2004  alle ore:  23:02:42  


Ciao Ragazzi a me Sonora è piaciuta tantissimo, è stata la mia prima occasione di ascoltare diffusori autocostruiti da persone che hanno la mia stessa passione.
Ha fine giornata sono arrivato ad una conclusione (il mio giudizio è quello di un autocostruttore alle prime armi) innanzitutto complimenti a tutti per l'accoglienza riservataci e comunque per la considerazione, eravame persone nuove in un gruppo che credo già consolidato da tempo, poi complimenti a tutti gli autocostruttori sono rimasto entusiasmato sia dagli amplificatori allo stato solido di Sergio per la loro dinamica e pulizia del suono, per il calore dell' ampli valvolare jj di gigi e gigi.
Sui diffusori che dire? non mi sento di portare delle critiche a questo forum perchè sicuaramente se questi diffusori fossero stati ascoltati nel loro ambiente d'ascolto, cioè, l'ambiente che ha portato la costruzione di quel tipo di moblle, che ha determinato la scelta di quel tipo di trasduttore, allora si che avremmo potuto valutare nel modo più corretto tutto il progrtto.
Cmq. saluti a tutti e spero di poterci vedere presto ciao da Alex

 

not_only_valve
 

Inserita il - 25/11/2004  alle ore:  08:03:05  


Ciao a tutti !!!
Perche' non spedite a Davide qualcuna delle foto che avete scattato a Sonora 2004 cosi si potrebbero pubblicare nel sito ?
Saluti.
not_only_valve

 

Maramao
 

Inserita il - 25/11/2004  alle ore:  11:07:27  


Ho promesso che avrei scritto un resoconto di Sonora: per farlo bene ho bisogno dei nominativi dei partecipanti, anche dei non costruttori, dei nomi o delle sigle proprie dei rispettivi apparati/diffusori e, dove significativi (diffusori) anche delle sigle degli altoparlanti. Se ognuno manda le sue informazioni a Davide, insieme alle eventuali foto già richieste da NOV (ehm... per brevità), mi fa proprio un favore. Viceversa capirete che non mi sarà possibile redarre alcunchè di significativo.

ipse dixit,
Massimo

PS: non c'entra, ma vi invito a ricordare la qualità e la pulizia di suono del vecchio giradischi Dual ricablato e restaurato da Emilio di Audioasi, suonava che era una bellezza e personalmente mi ha molto sorpreso.

jj65ita
 

Inserita il - 25/11/2004  alle ore:  11:35:45  


COME NON C'ENTRA!!!  In fondo si tratta di "autocostruzione" o tweaking o, come minimo, di "restauro accurato"... di sicuro si tratta di HI-FI!!!

A me è piaciuto tutto: il clima molto familiare (grazie anzitutto agli organizzatori), le realizzazioni, la sala stessa (un po' grandina forse, ma meglio così che un tugurio top-audio-style!).

Il resoconto arriverà presto, mi auguro, comunque vorrei segnalare che, fino a quando sono rimasto, ho visto di tutto: amplificazioni a stato solido non convenzionali (dei single-ended da 30w e da 15w, l'anteprima MONDIALE del primo ampli a ss in configurazione Ciclotron, tipicamente usata negli amplificatori a valvole OTL), amplificazioni a valvole (integrati da 15w e da 1w, finali "minimalisti" con una doppia valvola pentodo-triodo per canale, vecchie fonovaligie recuperate e rimesse in moto egregiamente...), casse autocostruite partendo da progetti esistenti o completamente originali, sia monovia "pure" in reflex o con caricamenti "diversi" (a tromba o...Jorge, un aiutino?), sia monovia con "rifiniture" in alto, sia ancora multivia (vedi i diffusori di Filippo, che collegati al Ciclotron facevano faville... a quando il progetto in rete? )...

Insomma, molta carne al fuoco, poco (o quasi niente) fumo... mi sono divertito!

Ciao a tutti i partecipanti e anche a chi non è potuto venire,
Luigi

edgarnew
 

Inserita il - 25/11/2004  alle ore:  11:42:18  


GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
L'ANNO PROSSIMO MI ORGANIZZO
Edgar

EdgarnewVai in cima alla Pagina

Maramao
 

Inserita il - 25/11/2004  alle ore:  14:11:12  


Capisco che la mia frase è stata simpaticamente presa a pretesto per un intervento cortese ed entusiasta, comunque, a scanso di qui pro quo, il "non c'entra" si riferiva al contenuto del mio messaggio, non certo all'appassionato e meritevole lavoro di Emilio.

Ciao,
Massimo

marco71
 

Inserita il - 25/11/2004  alle ore:  22:41:22  


Ciao a tutti!Sono Marco71, la new entry che ha realizzato, unitamente ad Alex69, i diffusori acustici con il trasduttore a doppio cono unito al tweeter a tromba. Sono davvero entusiasta di Sonora 2004; è la prima volta che partecipiamo ad un evento del genere e faccio i miei complimenti a tutti i partecipanti ed ovviamente a Davide che ha organizzato tale manifestazione. Vorrei dire la mia in merito alla discussione intrapresa nel forum sull'argomento "diffusori acustici". Premetto che, a mio modesto e più che sindacabile giudizio, il diffusore "ideale","perfetto" o "universale" NON ESISTE, pertanto tali eventi permettono a noi autocostruttori di sperimentare varie configurazioni di carico, nonchè l'utilizzo di legnami sempre differenti, al fine di realizzare il diffusore che meglio si adatta ai gusti personali. Sono d'accordo con Massimiliano (approfitto dell'occasione per salutarlo)quando sostiene che una buona cassa acustica dovrebbe riprodurre nel miglior modo possibile ogni genere musicale ma....ecco che qui innescherò altre diatribe: personalmente amo un determinato tipo di sonorità in quanto la musica che ascolto prevalentemente è articolata su bassi "caldi" e "viscerali"...e amo nel contempo l'acuto presente e preciso...pertanto nelle mie realizzazioni cerco di soddisfare le mie esigenze (sono un pò egoista??). Insomma..ho scritto tale preambolo per dire che comunque la musica stimola sensazioni molto personali, dunque ogni autocostruttore deve essere libero di realizzare il "proprio" diffusore, che sia in grado di appagare i propri sensi uditivi.Personalmente amo la new age, la fusion e la musica contemporanea di musicisti solisti...dunque non mi interessa realizzare diffusori che ripropongano eccezionalmente la musica rock o il "punch" della musica da discoteca (è un esempio!). Beh...adesso basta! Penso di aver comunque detto la mia. Saluto infine il "collega" complimentandomi con lui per il valvolare realizzato nella cassetta delle munizioni...sei stato GRANDE (comandi!!)!! Sto studiando il progetto di due nuovi diffusori con woofer da 38 cm della italianissima Ciare; nella realizzazione farò sicuramente riferimento al manuale del mio conterraneo (che bella la mia Liguria!!) Andrea Bellino - Sistemi di Carico per Altoparlanti: è una trattazione veramente interessante che condensa, senza troppe complicanze, tutto quello che può essere utile a Noi autocostruttori. Ragazzi...ho terminato (finalmente...vero?). CIAO A TUTTI!!!

 

andreabertoglio
 

Inserita il - 26/11/2004  alle ore:  20:47:48  


ciao,
vedo con piacere che la manifestazione non ha entusiasmato solo me. intanto devo dire ai due amici del forum edgar e politiz che si è sentita la loro mancanza. magari la prossima edizione.....

 

dopo le lodi e i complimenti vorrei passare a idee e consigli che contribuiscano a migliorare le prossime edizioni:

1) stilare, qualche giorno prima della manifestazione, una lista di massima degli apparati che verranno esposti, per poter fare una scaletta (sempre in linea di massima) delle sedute di ascolto.

2) articolare la manifestazione su due giorni, magari con albergo convenzionato, in modo da incentivare la partecipazione di chi è lontano.

3) predisporre, oltre alla sala grande, un'altra sala di ascolto, più piccola, dove far suonare i sistemi 'minimali'.

4) spostare la data in periodi più clementi (giornate come quella, il 21.11 sono come mosche bianche); andrebbe bene anche a metà ottobre.

...chi ha idee si faccia avanti. magari in futuro potranno essere messe in pratica!

ciao a tutti
andrea

Admin
 

Inserita il - 27/11/2004  alle ore:  00:54:56  


Caro Andrea visto che lo organizzata due volte provo a risponderti e spiegarti quali sono i problemi:

 

1) stilare, qualche giorno prima della manifestazione, una lista di massima degli apparati che verranno esposti, per poter fare una scaletta (sempre in linea di massima) delle sedute di ascolto.

SONO POCHISSIMI QUELLI CHE TI DICONO SE VENGONO E COSA PORTANO !!!

2) articolare la manifestazione su due giorni, magari con albergo convenzionato, in modo da incentivare la partecipazione di chi è lontano.

DOPO SI FRAZIONEREBBE MOLTO PERCHE SONO POCHI CHE STANNO DUE GIORNI E RISCHI DI VEDERE LA META' DEI PRODOTTI.

3) predisporre, oltre alla sala grande, un'altra sala di ascolto, più piccola, dove far suonare i sistemi 'minimali'.

SAREBBE BELLISSIMO ...

4) spostare la data in periodi più clementi (giornate come quella, il 21.11 sono come mosche bianche); andrebbe bene anche a metà ottobre.

SI QUESTO LO AVREMMO VOLUTO FARE ANCHE QUESTO ANNO ... MA POI NON CI DAVANO IL LOCALE PRIMA ......

Ora vi dico come penso si possa migliorare la cosa ... anche se in questo modo la manifestazione e ottima e situata in un bel posto..

Comunque l'idea e questa .... trovare una sala grande anche a pagamento e oltre che esporre le cose autocostruite aprire la porte a qualche commerciante di prodotti usati e anche fare una sezione mercatino , dove ogniuno di voi puo' mettere in vendita le proprie cose usate.... Ora questa e' una idea ... ma tutto e legato alla sala e al costo di questa ... se costa poco e la spesa per ogni espositore e bassa .. allora diventa interessante se invece il tutto costa molto ... dovremo fare con quello che abbiamo ...
Idee ???' suggerimenti ??? ciooo davide