l' Editoriale di Domenico

Ecco   una   cosa che mi  fa' tanto piacere , un bel  editoriale  spedito  da una persona che ama l'HI-FI , mi piacciono molto queste cose perche' penso che  rendano il sito interessante.. inutile dire  FATEVI AVANTI !!

Davide www.audiocostruzioni.com


 

Caro Davide,

Ti avevo promesso di scrivere qualcosa sul tuo sito e intendo onorare l'impegno, anche se sembrerà un articolo un pò insolito per un pubblico di audiofili.

Il mio amore per l'Hi End nasce da una grande passione per la musica ( sono stato un musicista amatoriale) , dalla esigenza di migliorarne la qualità di ascolto.E' un concetto particolarmente  importante; in molti di noi talvolta ( quasi sempre ) l'attenzione morbosa per gli oggetti tende a prevalere sull'interesse musicale, tanto che nella scelta dei dischi si finisce  inevitabilmente per prediligere  quelli che meglio di altri esaltano le doti del nostro impianto.

Questo costituisce il limite  e - per taluni apsetti - un livello di guardia che mi spinge a proporre una campagna per ristabilire il primato della musica su transistor, valvole e cavi , come dire : il primato del contenuto rispetto al contenitore.

Due i consigli che mi permetto di darvi:

1. Non sempre il suono più bello è anche quello più fedele; talvolta è solo più suggestivo.

   Sceglietevi uno strumento di riferimento , che sia però uno strumento acustico ( per i suoni elettronici è impossibile individuare un parametro di riscontro) , così come io ho fatto con il pianoforte e su di esso parametrate il vostro impianto: vi assicuro che le sorprese non mancheranno ( ho sentito impianti importanti riprodurre un pessimo suono di pianoforte).

2. La radio : sono impegnato altresì a promuovere la riscoperta della radio, strumento che in difetto della suggestione delle immagini o di altri elementi esterni , solo può catturare la nostra attenzione per la qualità dei contenuti offerti.Alcune stazioni ( soprattutto quelle della tanto bistrattata RAI )  sono certamente in grado di arricchire i nostri orizzonti culturali, con particolare riferimento a fenomeni musicali straordinariamente interessanti.

Tra l'altro si trovano in giro ( con qualche difficoltà ) esemplari di radio incredibilmente belli ed affascinanti ( pensate a quelli degli anni 70-80 ).

Personalmente ne raccolgo un pò ovunque e sono disponibile a cederne alcune per annoverarvi nel " club " degli amanti della radio.

Sia bene inteso , nella vita  ( ahime' )faccio cose completamente diverse e quindi non devo promuovere un mio prodotto o interesse , tuttavia credo che gli appassionati audiofili possono concorrere a mantenere vivo e , anzi , a rinverdire l'amore per uno strumento che , almeno nelle sue espressioni qualitativamente più autentiche , i nostri figli rischiano di non conoscere.

Scrivetemi se credete. Ciao e buon ascolto.

Domenico

( La prossima volta magari consiglierò qualche disco).

Domenico              siordomenico@virgilio.it