ECCO UNA NUOVA E SPERO  INTERESSANTE  SEZIONE  - DOMANDE E RISPOSTE HI-FI - 

Le risposte di Giuseppe

Pag. 9

Domanda di  Aldo :

Gentile Signore,  Sono attualmente possessore di cd player Meridian  506/20, giradischi Linn Sondek LP12, ampli due t-amp  modificati con alimentatore dedicato, casse ProAc   Response One. Ho avuto in passato anche ampli  valvolari, ma comprando nuovo non ho potuto  permettermi il meglio dati i costi. Per ora sono  molto contento dei due t-amp che amplificano uno i  bassi e l'altro gli alti, ma il vero amore restano  gli integrati valvolari. La domanda è: esiste la  possibilità di trovare un integrato costruito da un  appassionato autocostruttore appunto a valvole e che  resti su un budget "umano"? La cosa non è per il   breve periodo, ma riguarda eventualmente un futuro  che spesso non troppo lontano (finirà anche il  mutuo!!). Sono comunque convinto che un buon  autocostruttore può arrivare a vette di eccellenza  che in negozio costerebbe cifre realmente impossibili, e ciò lo dico dopo aver provato cosa  può fare una persona esperta sui due t-amp. Praticamente stavo eliminando i t-amp per passare a qualcos'altro quando l'esperienza t-amp modificato mi ha aperto gli occhi. La ringrazio per l'eventuale  risposta, ci tengo a dire che ascolto in una stanza  piuttosto piccola, a volume raramente alto, non amo  particolarmente i bassi profondi, quanto un suono  piacevole e raffinato che mi permetta anche un  ascolto prolungato. Generi musicali preferiti: un   po' di tutto, dopo anni di pop-rock e parecchio jazz  ultimamente sono passato anche alla classica.  Cordiali saluti,  Aldo Viterbo
 

Risponde Giuseppe:

Egregio Sig. Viterbo,  La ringrazio della domanda.  Sono pienamente con lei.  I risultati migliori si ottengono col tempo, solo lui  può darci indicazioni precise su cosa cambiare   nell'impianto.  La scelta del valvolare, per miei gusti personali è  fondamentale, ma non repentina.  Nel mio impianto ha resistito un ampli a transistor  per molto tempo, e da quando ho deciso di  autocostruirmi un valvolare a quando ha emesso il  primo suono sono trascorsi tre anni...... Il risultato è pienamente appagante e soddisfacente.  Per la potenza ritengo che 5-6 Watt siano sufficienti  ad ascolti veri, con cultura e cognizione di causa.  E' pur vero che 5-6 watt da un ampli che può erogarne  20-25 sono migliori di 5-6 watt e basta, comunque  migliori di un T-amp.  Compri costruire HI-FI in edicola, vi troverà molte inserzioni di persone che progettano e vendono KIT per autocostruttori di tutto rispetto e dal prezzo  accessibilissimo, dai 500 600 euro a 1000 1500 euro,  trova dei prodotti veramente ottimi che costerebbero  10 volte tante se avessero un marchio hi-end......  e poi alcuni di questi progettisti vendono i loro progetti proprio a queste case hi-end. Detto questo e comprato uno di questi Kit, un costruttore smaliziato saprà bene come aumentarne il  valore con la scelta oculato di componenti più  performanti. Buon ascolto

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Ermete :

Buongiorno e complimenti per la sua rubrica.   Le espongo il mio problema:  devo collegare un totale di 4 casse acustice (due  per canale) per  sonorizzare un locale teatrale. L'amplificatore  prevede in uscita 8 ohm  ed ognuna delle quattro casse ha una impedenza di 8  ohm.  Aiuto, come posso fare?   Grazie   Ermete

 

Risponde Giuseppe:

Salve Ermete,  Mi scusi se approfitto della sua mail per ringraziare doverosamente il Signor Davide Sbisà, la rubrica è sua  come suo il sito.  Io posso solo avere il piacere di poter dire che Davide mi da la possibilità di intervenire nella  rubrica rispondendo a qualche mail. Grazie Davide.

Bhè c'è poco da fare, deve collegare le case in parallelo a due a due, quindi due in parallelo per ch dx e due in parallelo per ch sin.  In serie non si possono collegare (scusi se glielo  dico, magari sa meglio di me il perchè).  In questo modo ottiene un diffusore unico che offre  un'impedenza di 4 hom, gli amplificatori nella maggior parte dei casi può pilotare senza problemi anche  carichi da 4 hom.  Nel caso in cui non è sicuro di questa possibilità del  suo ampli, lo colleghi ugualmente, accenda il tutto e  cominci a farlo suonare per una ventina di minuti a  basso volume, se non si riscalda in modo eccessivo,  alzi ancora il volume e ricontrolli il riscaldamento  dell'ampli.  Poi lo usi al volume necessario per insonorizzare   l'ambiente tenendo sempre una mano sul case  dell'ampli, al minimo accenno di aumento della  temperatura eccessivo, spenga e si rassegni.... In linea di massima cmq andrà tutto ok, tenga presente che dimezzando l'impedenza del carico la  potenza erogata dall'ampli sarà circa il doppio...  Mi faccia sapere.  Saluti
 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Francesco : ciao Giuseppe,  ti ringrazio fin d'ora per la tua risposta.  ho comprato un ampli ming-da mc34b. ne sono molto  soddisfatto visto il rapporto qualità prezzo.  ultimamente ho sostituito le 4 valvole cinesi con delle 6L6 sovtek e devo dire che il suono è  veramente migliorato. lo trovo molto più caldo ed  allo stesso tempo più dettagliato. ho un vecchio  lettore cd sony e due casse warfedale diamond 2 vie   da pavimento che suonano discretamente. ma ecco la  domanda: è possibile accoppiare al mio integrato un   pre (ming-da MC-7r) e soprattutto questo porta ad un   miglioramento del suono oppure la reputi una spesa   inutile?  grazie  Francesco

 

Risponde Giuseppe: Ciao Francesco,  Ti rispondo solo adesso in quanto la tua mail è stata   meso nello spaam dal server yahoo.  Bello l'integrato ming, e bene per l'up grade  valvolare, ne è valsa la pena.  L'inserimento di un pre, probabilmente migliorerebbe   il suono, non so dirti di quanto; pensa che tanto per  cominciare avresti la fase più delicata del processo  amplificazione relegata in un'apparecchio, il pre, che  fa solo quello.  Sopratutto separeresti l'alimentatore della sezione  finale, da quello della sezione pre...e non è poco.  Ma nel tuo caso, inseredno un pre nella catena,  dovresti abbassare notevolmente il volume  dell'integrato per usare quello del pre, e  sinceramente non credo che la spesa valga l'impresa.  E poi se l'impianto ti soddisfa così.....usa i soldini  per comprare magari un'altro lettore CD.  Ti saluto cordialmente.

 

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Domanda di  Ivano:  Ciao Giuseppe, da pochi giorni ho acquistato per la   prima volta un Finale che descrivo "di riferimento"  il McIntosch MC 7300, l'apparecchio e in ottime  condizioni, vorrei sapere se e normale che il  McIntosch all'accenzione dopo circa un secondo fa un   leggero Bump.   Ti ringarzio anticipatamente.  Ivano

 

Risponde Giuseppe: Ciao Ivano,  Si è normale, un secondo è il tempo che impiegano i  condensatori di alimentazione per caricarsi e  polarizzari la sezione finale, il bump indica prorpio  questo.  In alcuni amplificatori esiste un circuito detto   antibump, esso asserve come ritardo nel collegamento   elettrico tra morsetti di uscita e finali, ed evita  prorpio questo fastidioso inconveniente inserendo i   diffusori dopo un ritardo di una manciata di   secondi.....il tempio di far arrivare a regime le  tensioni di alimentazioni.   Si potrebbe montare nel McIntosh anche come up-grade,   è abbastanza semplice.   Salutoni

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Iginio   :  ciao, sono un audiofilo da 35 anni, ne ho 47 ma  ascolto ancora male!!! ho comprato tante marche e    tanti prodotti ma il suono che io adoro (come il   suono live) non lo ho raggiunto per nulla. scusami  se mi sfogo con te! ora l'ultimo impiantino è  composta da lettore rotel rcd02, ampli arcam a 65   diva plus, casse bw 602.3  cuffia akg 240   studio (appena sufficiente). avrei pensato a delle   proac 140 studio ma penso che butterei per   l'ennesima volta i miei soldi. sto valutando   l'autocostruzione ma non ne capisco!  aiutami! ciao  iginio  lecce

 

 

Risponde Giuseppe: Ciao Igino,  Che dire, se qualcuno fosse stato in grado di  riprodurre fedelmente la musica ...q auest'ora sarebbe  milionario.  A mio modesto parere non è possibile riprodurre  l'evento al 100%, ma solo avvicinarci.   Pensa solo che quando uno strumento suona le note  vengono fuori da una sorgente puntiforme così come  quando qualcuno canta, poi viene registrato attraverso  un microfono stereo e due mono; a volte si usano  microfoni d'ambienza. Tutto questo altera inesorabilmente l'evento live.

 

Quello che si può fare a casa è cercare di riprodurlo  nel miglior modo possibile, di estrarre senza alterare  ulteriormente il suono dal nostro supporto,  introducendo altre alterazioni che allungano  ulteriormente la distanza tra il live e il riprodotto.   Tranne le casse ( che tutto sommato non sono così  malvagie) mi sembra che possiedi dei prodotti ottimi,  di qualità indiscussa.  Con le Proac faresti un passo avanti, ma arrivato a  certi risultai sonori, per ottenre un piccolo   miglioramento devi spendere molto, e arrivato a  spendere molto se vuoi ancora di più devi spendere  moltissimo.


Personalmente mi ritengo fortunatissimo solo per aver  ascoltato il top di gamma Dynaudio.....beato chi può   spendere tanto, e ti assicuro che se hai assistito   all'esecuzione live del brano riprodotto dalle   Dynaudio non puoi che dire ...questo è tutto quello  si può desiderare.   L'auto costruzione ti aiuta moltissimo ad arrivare li  dove a parità di prestazioni spenderesti almeno il  triplo per comprare un prodotto di Brand audiofilo.


Ma ti assicuro per esperienza personale che una volta   cominciato diventa una droga, e il tuo ampli, il tuo    pre o il tuo diffusore , subendo continui tuning ,  up-grade in fase di realizzazione modifiche o   quant'altro diventa una calenda greca che può durare   anche tre anni (come nel mio caso per un ' OTL).   E poi se dopo tutti questi soldi spesi, il tempo   impiegato le notti insonne.....non ti dovesse piacere   come suona????  Non sono in grado di darti una soluzione al tuo  problema, che poi è il problema di ogni audiofilo.  Posso solo dirti che quando mi stò assuefando al suono   riprodotto scappo in un jazz club della mia città l'8  club....e resto li fino ad ora di chiusura.....succede  quasi ogni sabato sera.

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Massimo :  Ciao Giuseppe sono Massimo, ho una domanda da farti!   Ho un subwoofer e devo costruirgli una cassa ma sono   alle prime armi e non ho nessuna idea su come  costruirla per avere un buon rendimento e qualità!! Mi  farebbe molto piacere se mi potessi aiutare!!!!   Mille grazie!!!!

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Massimo,  Ti aiuto volentieri,premesso che devi conoscere marca  e modello del tuo subwoofer, non che i parametri  elettrici e fisici, scarica dalla rete uno dei tanti  software freeware , tipo speaker workshop.   Inserendo i parametri di cui sopra nel software con  poche manovre di mouse avrai le dimensioni del tuo  mobile.  Puoi scegliere in più anche (grosso modo la dimensione  iniziale) e il tipo di carico da dare alla tua cassa.   In più ti serve costruire senz'altro un crossover per  sub....come sopra ci sono molti software da scaricare   che fanno il difficile del lavoro..   Buon lavoro  Giuseppe

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Fabio : Ciao Giuseppe,   provo a chiedere a te la soluzione ad un problema  che mi si è   presentato: ho da pochi mesi acquistato un   amplificatore integrato  a valvole, un Push-Pull di EL84 da 10+10 watt....lo  Yarland FV-34C   III....devo dire molto ben suonante, si integra alla  grande con il  mio lettore Nad C521 e le B&W DM601 S3....  ora, il mio problema è che vorrei sostituire le  valvole (Shuguang  cinesi) con delle JJ o TAD STR, solo che sono un po'   titubante per  quanto riguarda la regolazione del Bias....da quanto   ho potuto vedere   non c'è una regolazione del bias ma solo delle   vitarelle (una per  ogni coppia di EL84) che probabilmente regolano solo   il bilanciamento  della corrente per ogni coppia di valvole di   potenza....tu come la   vedi????

 

Risponde Giuseppe: Ciao Fabio,   Esatto, il PP in questione non ha una vera regolazione   di bias che comunque sia è la regolazione della  corrente di polarizzazione diuna valvola.   Nel tuo caso la vitarella è un trimmer che asserve a   un bilanciamento del guadagno della valvola bassa   rispetto a quello della valvola alta.   Quindi niente di più semplice, cambiamo le valvole e   regoliamo il guadagno di entrambi i canali collegando   un tono fisso in ingresso ,diciamo pure la famosa   sinusoide a 1Kz, e agiamo sui trimmer fino a quando in   uscita dall'ampli non leggiamo lo stesso valore di   tensione per entrambi i canali (ovviamente servirebbe    un'oscilloscopio, ma può bastare un buon tester....)    Sauti

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Ivano  : Ciao Giuseppe, scusa se ti disturbo, ci eravamo già
 sentiti un pò di tempo   fà riguardo il mio finale McIntosh NC7300 che faceva   un leggero Bump   all'accenzione e tu gentilmente mi hai  tranquillizzato dicendomi che era    normale. Questa mattina dopo 3 giorni accendo il  finale, suona tutto bene   entrambi i canali ma la lancetta vmeter del canale   destro non si muove più.   Lo sò che questo problema non influisce sul suono   però e meno di un mese che   possiedo questo finale e vorrei che stasse tutto a   posto. Puoi aiutarmi per    favore!? sono di Roma   Saluti

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Ivano, Ricordo la tua mail, grazie per esserti rivolto   nuovamente a me..   Puoi provare a rimuovere i pannelli e cominciare con   un chek visivo, controlla se è tutto in ordine,  qualche saldatura fredda..ecc....   Poi puoi provare a staccare entrambi i fili dai level   meter e invertirli sulla piastra, il destro al posto  del sinistro e viceversa.  Se il level meter che prima risultava fermo ora col   collegamento invertito funziona correttamente,e di   contro quello che funzionava ha smesso di muoversi,   vuol dire che c'è un problema sul driver dello  strumento.  se invece anche dopo  l'inversione continua a non  muoversi....lo strumento è rotto.   Non disperare in entrambi i casi la riparazione è   abbastanza banale per un buon tecnico.   Fammi sapere.  Ciao

 

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Potete tranquillamente scrivere a Giuseppe  devilsea2001@yahoo.it  per i vostri questiti , tenendo presente che lui lo fa per passione , quindi senza nessun obbligo , verranno  riportate i queste pagine.

 

 Torna all'elenco domande e risposte

 

Hit Counter

  home