ECCO UNA NUOVA E SPERO  INTERESSANTE  SEZIONE  - DOMANDE E RISPOSTE HI-FI - 

Le risposte di Giuseppe

Pag. 23

 

Domanda di Germano  : buongiorno,   ho letto con grande interesse le domande e risposte sul sito di Audiocostruzioni, e vorrei porti anche io qualche   quesito sulle valvole..  io possiedo un Audioromy con finali 813, un single ended  classe A, almeno cosi è definito dal rivenditore. premetto   che non ho mai posseduto valvolari da migliaia di euro,   quindi non saprei darti un termine di paragone, ma mi pare   che suoni discretamente.   vengo alle domande: prima di tutto conosci questo ampli e   cosa ne pensi?   mi piacerebbe fare un upgrade, sapresti indicarmi i primi   interventi da fare?   vorrei verificare se lavora effettivamente in classe A, ma  non conosco la tensione anodica applicata, al momento la   tensione negativa di griglia è -75 V.   grazie mille  Germano

 

Risponde Giuseppe:   Ciao , Si lo conosco per averlo ascoltato da amici audiofili. La 813 mi è sempre piaciuta anche più della FU29 , diciamo che se la  giocano,,,,,non in potenza ovviamente.  Se vuoi conoscere la tensione anodica basta che stacchi un cappuccetto di  ceramica da un anodo e la misuri......attento alle scosse !!!! Questo ampli può lavorare Solo in classe A, per single ended in calsse B  servirebbero due tubi uguali per canale montati in configurazione  cascode......ce ne sono davvero molto pochi. In pratica la classe A comporta che l'elemento attivo (tubo o transistor o  mosfet....) conduca per l'intero periodo cioè 360°, mentre nella classe B  ogni elemento attivo conduce per metà periodo cioè 180°, i due semi periodi  si sommano in un nodo riformando il periodo intero di 180°, in questo modo  la classe B consuma di meno e rende di più, ma introduce la distorsione di  crossover, dovuta a svariati motivi che se vuoi possiamo approfondire......  Se vuoi verificare se funziona in calsse A basta che vedi se l'angolo di  conduzione della corrente anodica dura per l'intero periodo o per un semi  periodo, per fare questo hai bisogno di un oscilloscopio !  Up-grade ??? Nessuno, questi cinesi montano già componenti di altissimo  livello, gli costano quattro soldi....se proprio vuoi strafare cambia solo i  trasformatori di uscita. Per esperienza di riparatore, darei un'occhiata dentro. E' vero che i componenti top gli costano quattro centesimi, ma li scarseggia  manodopera qualificata, e mi è capitato spessissimo di imbattermi in  assemblaggi non proprio ben fatti e componenti saldati male, molto  male.....tutte cose che a occhio nudo sono facilmente identificabili. Per il resto, se posso, visto che ne vorrei anche io uno, mi puoi dire dove lo hai  preso e quanto ti è costato??  Saluti Giuseppe

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Francesco  :  Ciao Giuseppe, mi chiamo Francesco  e sono un ingegnere  della provincia di Perugia. Ti ho in passato scritto   un'altra volta per chiederti un consiglio e mi accingo   a farlo di nuovo!   Qualche tempo fa, ho acquistato in un negozio di Firenze   due sospensioni in foam da 13 cm che a detta del negoziante   sarebbero state della Ciare. In questi giorni avevo del   tempo a disposizione e le ho ritirate fuori per riconare   dei vecchi altoparlanti JBL per auto da 13 cm. Con mia   sorpresa mi sono accorto che in realtà le sospensioni sono   da 12,3 cm mentre il cestello dell'altoparlante   esattamente da 13 cm; le mie sospensioni non arrivano sul   bordo!   Volevo chiederti: c'è la possibilità di acquistare   sospensioni che siano realmente da 13 cm (eventualmente   dove, magari proprio quelle della Ciare) oppure sono tutte   realmente un po' più piccole? Se non fossero   reperibili quelle in foam, le sospensioni in gomma che   dimensioni reali hanno?
 

Risponde Giuseppe:   ciao Francesco, grazie per avermi riscritto. Le sospensioni in foam non possono essere sostituite con quelle in gomma,  pena una minore escursione e velocità dovuto alla maggiore resistenza della  gomma.  personalmente ritengo che la sostituzione del foam non sia cosa complicata  in se, ma complicato è centrare il cono, senza esperienza e strumenti non è  possibile eseguire una centratura perfetta, e ne va della linearità in  risposta, una centratura erata anche di un millimetro ti fara spostare il  cono non in linea retta e perpendicolare all'asse, ma obliquo.  Mi sento di consigliarti una riparazione da chi fa questo tutti i giorni da   decenni:  http://www.teleprodottistore.it/  sono persone competenti e sopratutto oneste, basta vedere il listino per le  riparazioni. Se prorpio vuoi fare tu, puoi chiedere a loro i foam della dimensione 13.  saluti

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Luigi : Caro Signor Giuseppe ho bisogno di qualche suo consiglio in  merito alle valvole 807,dato che sono un appassionato di  hifi ma non capisco nulla di elettronica,mi sono sorti  qualche dubbio quando ho letto il libro di david manley per  la taratura del bias per il finale vtl 120 deluxe in mio   possesso.La taratura deve essere di 260 mv,ma dato che noi  abbiamo la corrente elettrica a 220 volt cambiano i   valori?in USA 110 volt.Se il valore va bene anche per il  mercato europeo ho notato che a casa mia ,nonostante lo   stabilizzatore 210/240 volt,la corrente si stabilisce a 235   volt.Devo cambiare qualche valore?.Per quanto riguarda la   valvola 807 ho notato che dopo qualche tempo ,forse   l'eta',il cappuccio delle 807 si sfila,come si   puo' rimediare?e' facile da riparare?,grazie per la   sua attenzione  Luigi

 

Risponde Giuseppe:    Salve Luigi, Intatno grazie per avermi scritto tenedomi in considerazione:  La tensione del bias è quella che indica lei, 260 mV . Altra cosa è la tensione di rete, essa infatti riguarda SOLO il primario del  trasformatore di ingresso, dal secondario in poi sia che l'apparecchio  funzioni a 220 o a 110 non cambia ASSOLUTAMENTE nulla.

Quindi, ripeto, la corrente di bias non varia al variare della tensione di  rete. L'energia elettrica delle medie e grandi città, subisce continui variazioni  di valore, va da 210 fino a 230/240 volt, ciò e dovuto al fatto che vi sono  moltissime utenze di potenza elevate, fabbriche,istituti pubblici ecc., che  con le loro variazioni di assorbimento , inevitabilmente "inquinano" la rete  elettrica
L'ideale sarebbe ascoltare musica di sera o meglio di notte, quando la  stragrande maggioranza delle utenze è spenta.  Tutto ciò non deve destare preoccupazione, anche se Lei ha 235 non ci sono  problemi e tari la corrente di riposo in pieno giorno sul valore indicato di  260mV...........poi per curiosità lo rilegga di notte e si accorgerà che non  sarà più 260mV ma giù di lì.  Ma le ripeto che non deve preoccuparsi più di tanto.  Per il cappuccetto....è normale , essendo di metallo tende ad espandersi  quando l'ampli è acceso, e ci mancherebbe altro ,essendo attaccato  sull'anodica....è inevitabile quindi che col passare del tempo e in seguito  a ripetuti cicli di accensione e spegnimento le mollettine di contatto  perdano un pò di elasticità.

Premesso che la corrente che circola non è alta, per tanto può andare bene  anche così, ma se proprio vuole la cosa fatta per bene, faccia in questo  modo:

Le indico questa procedura che potrebbe sembrare strana ma non lo è, è  finalizzata per scaricare i condensatori ed evitare scosse pericolose  ...sopratutto per i non addetti ai lavori..

Spenga l'amplificatore mentre è in funzione, ma non dall'interruttore....ma  staccando la spina! in questo modo l'ampli continuerà a suonare per qualche  secondo, fin tanto che i filamenti saranno caldi e ci sarà sufficiente  tensione anodica.  Dopo qualche secondo il volume scenderà e l'ampli cesserà di suonare. Si munisca di un tester e di una pinza a becco isolata. stacchi il cappuccetto dall'anodo e copn un puntale a massa infilando  l'altro nel cappuccetto si sinceri che non vi siano più di 30-40 volt,  altrimenti desista e aspetti che si finiscano di scaricare i condensatori.

A questo punto guardando nel cappuccetto vedrà una linguetta metallica a  forma di U , bene pieghi dolcemente i lembi della U verso l'interno ,  stringa la gola della U in pratica, trovandosi in questa condizione le  conviene anche dare una ripulitina ai contatti , un tradizionale spray per  contatti va benissimo. Inzuppi un cottonfioc con lo spray e lo infili nel cappuccetto, faccia lo   stesso anche per l'anodo della valvola.....non si sa mai ,visto che il   cappucceto era "lasco" avrebbe potuto generare qualche sfrigolio e annerire   leggermente anodo e U.  Reinnesti il cappuccetto e buon ascotlo.

Saluti Giuseppe

AAA .dimenticavo mi faccia sapere come va a finire, è bello chiedere e  ricevere una risposta. Ma chi risponde vorrebbe chiedere se la sua risposta è stata utile o meno,   al  no questo.....Reinnesti i cappuccetti e ascolti musica per i prossimi due o tre anni senza   problemi.
 

-----------------------------------------------------------------------

Domanda di Luciano  :   Buongiorno Giuseppe ed un caldo ciao...............   ti avevo richiesto tempo fa' un suggerimento per un   sa-8800, che ho seguito con successo.   Ora confido nella tua cortesia per disturbarti di   nuovo.   Ho acquistato un ampli music angel con le 300b/98   come finali ed ho montato delle 6sl7 della digitex   NOS veramente buone; mi sembra che suoni abbastanza   bene. Ecco la solita domanda da una persona   completamente a digiuno di valvole:  1° - le 300b sono tutte intercambiabili o hanno dei   valori diversi e quindi non sostituibili?  2° - Pensi che valga la pena spendere parecchi soldi   per delle buone valvole su un entry-level di   questo tipo? il sistema single ended mi piace....   però il gioco vale la candela? ovvero montando   delle valvole da 300-400 ? la coppia (Golden  Dragon) avrei qualità in più?  Grazie come sempre, Luciano

 

Risponde Giuseppe:   Caro Luciano, Credo tu stia parlando del XDSE 300B, giusto ??  dunque,dunque ragioniamo insieme:  ammettiamo di avere una fiat punto (ogni riferimento è  casuale), e volendone migliorare le prestazioni  decidiamo di intervenire.....diciamo sulle gomme.  Possiamo cambiare marca e modello di pneumatici, ma  oltre un certo punto non possiamo arrivare, ok  montiamo il modello che riesce a darci le prestazioni  migliori.  E adesso che si fà? Pensandoci bene possiamo eseguire  un tunning alla centralina e guadagnare dei  cavalli....e allora si fa pure il tunning alla  centralina.  A questo punto se cambiassimo la marmitta con una più  compressa avremo 3 o 4 cavalli in più.  Non possiamo farci mancare la bomboletta di nitrox che  ci fa raggiungere 0-100 Kmh in 3 secondi...

A questo punto sai che succede ? Che le gomme cambiate   in precedenza non vanno più bene in quanto tutto il   resto è diventato più potente, che si fa si ricomincia  da capo o si cambia macchina.......e già sto pensando  alle modifiche da fare......ma forse ha ragione quel   mio amico che dice più di 130 non puoi fare.....   Scusa l'introduzione, serviva solo per spiegarti che  così entri in un vortice senza uscita che ti toglierà  il gusto di apprezzare il tuo angel e sopratutto di  ascoltare la tua musica.  Un'ampli è costruitosu un progetto, il quale suona  bene se il progetto è buono, suona male se il progetto  è cattivo.  E' altresì vero che entro certi limiti tutto è  migliorabile.  Nel tuo caso non credo che spendere soldi per cambiare  le 300B ti farebbe saltare in avanti,in modo  apprezzabile e che comunque giustifichi la spesa.  Potresti arrivare a comprare il top, delle Western   Elelctric 308B-2 a (se non ricordo male) 308B-2 a   4000$, ma sei sicuro che il tuo ampli ne gioverebbe ?  Quello che conta è il contesto, l'assieme dei   componenti.   Se veramente vorresti ottenere delle migliorie   tangibili dovresti cambiare i trasformatori di uscita   e poi le valvole finali.   Ma poi se il suono che ne scaturisce adesso è di tuo   gradimento.....perchè cambiare ???   Golden Dragon......mi piacciono molto di più le JJ   gold grid (eccezzionali).   No, ci sono alcune 300B che possono dissipare potenze   superiori e per tanto non tutte sono adatte adessere   sostituite alla ceca.   E' comunque vero che queste 300B "performanti" sono   montate su ampli molto spinti, in giro ci saranno   credo...una decina di modelli al massimo che montano   di questi tubi.   E comunque un tubo "super" può essere montato al posto   di uno "standard".   Ciao e a presto

 

-----------------------------------------------------------------------

Domanda di  Francesco :   Ciao Giuseppe,  sono un appassionato di hi fi, e ti scrivo perché  non riesco a trovare un  diffusore che mi piaccia in modo particolare  (ovviamente tra quelli che ho  provato). Ultimamente mi sono dato  all'autocostruzione con un progetto di  A. Maltese "Le Torri" (non so se lo conosci, il   progetto è apparso cu CHF n°  92, se non erro). Il suono non mi ha mai soddisfatto  più di tanto, sia per  un esuberanza nei medi e poi perchè non riescono a  dare dei bassi profondi,  rotondi e ben articolati, se non con registrazioni  Audiophile. Se metto su  un cd con una registrazione "normale" questo  diffusore non riesce ad  emozionarti. Non so se metterlo da parte e comprarne  uno già fatto.  Qualche giorno fa, ho ascoltato le Monitor Audio  silver rs8, e sono rimasto  subito colpito da questo diffusore, sia per la  dinamica, sia per i bassi,  per la ricostruzione della scena.per la realistica  riproduzione del  palcoscenico. insomma.   Ti vorrei chiedere, considerando le mie  elettroniche:
- Finale Rotel RB 06
- Pre Rotel RC 06
- Cd Player Advance Acoustic MCD 203 MKII
- Giradischi Project 6.9 testina Denon   dl160  

Credi che questi diffusori si possano abbinare bene  al resto? Oppure me ne   consiglieresti altri?  Grazie anticipatamente  Cordiali saluti    Francesco

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Franceso,  Si abbinano bene all'impianto, ma devono prima  abbinarsi all'ambiente.   Diffusori autocostruiti.....ci ho perso anche io un pò   di tempo, ma la spesa non vale l'impresa.  Troppo tempo, troppo spazio per realizzarli, un ampli   lo realizzi lo monti e lo monti in mezza giornata, ma  un diffusore.....sbagli nel dimensionare i pannelli,  li incolli li fresi e ti accorgi di aver   sbagliato,dovevano essere 20 cm più alti o che ?   Dopo diverso tempo sono arrivato alla conclusione che   almeno per i diffusori ci vuole una struttura adeguata   sia per lo studio che per la realizzazione, e che   rarissimamente un autocostruttore/progettista può   avere a disposizione.  Esistono comunque degli ottimi progetti dynaudio ,di  qualche anno fa, davvero davvero eccezzionali.  Facci un pensiero e guardali in rete.   SAluti   Saluti

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Gianluca  :  Gentile Giuseppe , ho preso il mio primo giradischi , un   project RPM5  , con testina grado .  Mi sono accorto , che il motorino e' alimentato da un  trasformatore  esterno in A.C. non stabilizzato di 16 V. e 500 ma.  Quando la testina si avvicina al centro del piatto , e  quindi al  motorino in A.C. , la testina capta delle interferenze dal   motorino ,  e dai diffusori si sente un rumore " HUMMM" a  bassa frequenza. Leggevo  di un utente che ha risolto il problema usando lo speed box  SE della  Project , che altro non e' che un alimentatore  stabilizzato in A.C.  con variatore della velocita ( penso che vari il voltaggio)  . Solo che   lo speed box SE , costa quasui come il giradisci , e mi   sembra   eccessiva come spesa .   Non riesco a trovare un alimentatore stabilizzato in AC da   16 v.. Che   soluzioni potrei adottare?   Ciao Grazie.

 

Risponde Giuseppe:   Ciao,  Domanda banale, il collegamento di massa è ok??  Il problema non è la stabilizzazione della tensione AC, se il motorino   emette spurie non è dovuto al fatto che viene alimentato dal classico   trasformatorino.  stabilizzare la tensione comunque è facile, puoi provare ( per eliminare   ogni tuo dubbio ) alimentare il trasformatore con un piccolo gruppo ups ,   quelli per i Pc per intenderci, oltre che gruppo di continuità sono ottimi   stabilizzatori della 220V domestica.  Più tosto mi posti una foto del vano sotto piatto e quindi del motorino ?  Grazie.

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Antonio  :   Salve Sig. Giuseppe, ti ho conosciuto attraverso il sito  Audio Costruzioni di Sbisà e vista la tua cortese  disponibilità, approfitto per porti un quesito circa un  apparecchio attualmente nelle mie mani che vorrei cercare di  riparare, ma purtroppo non sono un grande esperto, diciamo   che me la cavo.   Ci vorrei provare!!!!!!!!!!!!!!
Si tratta di:
AMPLIFICATORE KRUNDAAL DAVOLI SHOW II A VALVOLE
DIFETTO: Come vedi dalle foto allegate, l’apparecchio si accende,  le valvole diventano incandescenti, ma purtroppo accade  quanto segue:
1) Senza alcun segnale in ingresso, dai due  altoparlanti, fuoriesce solo un rumore di fondo abbastanza  forte, sempre dello stesso livello, praticamente girando la  manopola del volume non provoca alcun effetto su entrambi i  canali, il rumore rimane sempre lo stesso.
2) Poi ho provato ad immettere in uno degli   ingressi jack, cablando un apposito cavo, il segnale  proveniente da un lettore CD portatile, il risultato e stato  che dalle casse non esce alcun bel suono, rimane l’odioso   rumore di fondo sempre dello stesso livello.
RICHIESTA:
Prima di metterci le mani, ti chiedo:
1) Potrebbe il rumore essere causato dal cattivo  funzionamento dei Condensatori contrassegnati con la freccia  rossa sulla foto?
2) Nella parte interna, vi sono altri  condensatori, dovrebbero essere cambiati anche quelli?
3) Io ho pensato ai condensatori, visto che le  valvole funzionano, ma se così non fosse, mi affido alla  tua cortese professionalità, dovresti essere così gentile  da darmi dei suggerimenti.  Ringraziandoti anticipatamente, ti saluto.  Antonio

 

Risponde Giuseppe:   Ciao Antonio,
1) il fatto che le valvole si accendino non vuol dire che funzionino anche ,  ma semplicemente che i filamenti sono integri.
2) vista l'età dell'ampli cambierei a tappeto tutti i condensatori  elettrolitici ( sono sicuro che risolvi anche il rumore a cui ti riferisci,  che al 90% dipende dai condensatori di filtro sull'alimentazione)
3) fammi sapere se c'è altro o in che modi risolvi, in modo che la tua  esperienza arricchisca anche gli altri.
Ciaoooo

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Alex  :Ciao sono Alex, mi son venuti dei dubbi se fosse meglio migliorare l'audio di un lettore CD da 80/100e aggiungendo un DAC separato da 1000e oppure sia meglio cambiare comprando un lettore CD integrato sempre intorno ai 1000e.Mi è venuto tale pensiero per il fatto che le meccaniche mi sembrano tutte uguali e se sono in grado di leggere i bit senza problemi, e per un integrato di costo maggiore ciò che aumenta i costi sia esclusivamente il dac e non la meccanica. Più precisamente son convinto che dai 60e ai 1000e i lettori CD e DVD abbiano la stessa meccanica, poi salendo è più costosa, ma la differenza è sempre molto bassa che conviene investire più sul dac.Cosa ne pensi in merito. Un vivo grazie.SalutiALEX

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Alex ,diciamo che fino a 700-800 euro le meccaniche fanno tutte schifo, alcune a dire il vero non hanno proprio niente di meccanico anche se arrivano a costare 1000 e più.Per ottenere qualcosa di buono si deve spendere veramente tanto, altrimenti conviene comprare un vintage Marantz, Wadia Digital, Revox, Philips.....tanto per citarne alcuni, e poi collegarci un DAC da mille euro in su.n elettronica, e sopratutto nel nostro hobby , arrivati a certi livelli occorre spendere veramente molto per ottenre un piccolo miglioramento, mi spiego meglio se ho X come prestazioni, e decido di spendere 1000 euro per ottenere X+1, per ottenere poi X+2 non bastano 2000 euro.Sono per tanto in pieno accordo con ciò che scrivi, conviene acquistare prima un buon DAC e poi pensare alla meccanica, occhio a quelle Vintage che sono veramente eccellenti, meccaniche come quelle Revox, e quindi Philips o Marantz, volerle trovare oggi in una meccanica si pagherebbero nonn meno di 7000 - 8000 euro.

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Potete tranquillamente scrivere a Giuseppe  devilsea2001@yahoo.it  per i vostri questiti , tenendo presente che lui lo fa per passione , quindi senza nessun obbligo , verranno  riportate i queste pagine.

 

 Torna all'elenco domande e risposte

 

Hit Counter

  home