ECCO UNA NUOVA E SPERO  INTERESSANTE  SEZIONE  - DOMANDE E RISPOSTE HI-FI - 

Le risposte di Giuseppe

Pag. 11

Domanda  di Giuseppe : Ciao Giuseppe, ti ringrazio per avermi risposto con solerzia.  Vediamo se riesco a mettere i tasselli al posto  giusto.  Come sai, chi ama la musica non è mai soddisfatto  del proprio impianto e chi come me ha pure la capacità di capirci poco o niente senza l'aiuto di  persone competenti naviga a vista, cercando di  assimilare nozioni dove capita e nella mia  fattispecie nei vari forum.  Premesso che le mie conoscenze sono all'abc in  materia di hi-fi, ti spiego come mi trovo  impantanato in mezzo ai diffusori.  Dopo tanti anni di ascolto con componentistiche di  battaglia, 3 anni fa circa mi sono avvicinato per  caso all'hi-fi.  Un'amico negoziante di musica(vendita cd)mi ha  consigliato l'accoppiata harman kardon amplificatore e lettore.

 

I diffusori sono stata una scelta  obbligata visto il budget a disposizione, ma anche   perché il rivenditore aveva solo quelli a  disposizione.Non ti dico cosa ho passato per quanto  riguarda i cavi e la disposizione dei diffusori  nell'ambiente di ascolto.Preso ormai dalla passione,  ed essendo un navigatore accanito ho conosciuto vari  siti che trattano la musica,ed ho inizito a scrivere  un po' a tutti per avere un parere sul mio  impianto.Tutti concordavano che i diffusori erano il  punto debole della mia catena musicale.Siccome per  sostituire i diffusori occorrevano un bel po' di  eurini ho cercato di capire se era possibile modificarli, successivamenteo ho conosciuto un  ragazzo di caserta che ne possedeva dei simili  upgradati e lui mi diceva che con le modifiche si  sentivano meglio.
 

Preso dalla smania sono partito a testa bassa,  chiedendo un consiglio a te ed in contemporanea  avevo aperto un thread sul sito videohifi.Ricevetti  risposte esaustitive sia da te che dall'amico del  forum, la momentanea mancanza di pecunia da   investire in musica ma soprattutto la nascita di mio  figlio Matteo, però avevano fatto passare in secondo  piano la problematica dei diffusori.Adesso però sono  deciso ad intervenire in un modo o nell'altro nel  senso o di sostituzione o di modifica.Siccome visito  quotidianamente il sito di Davide e leggo con  piacere lo spazio che tu dedichi a coloro che hanno  bisogno di aiuto e di pareri ti ho riscritto.  In merito al trhead aperto su videohififorum ti  riporto quello che avevo scritto : esiste la  possibilità di migliorare i diffussori infinity   alpha 30 con qualche accorgimento? Il seguito lo sai  perché ho fatto un copia ed incolla sull'altra  e-mail.
 

Il casino che ho creato è dovuto al fatto che non  sono stato chiaro all'inizio e per questo ti chiedo  scusa.  Ma secondo te, un ricablaggio dei cavi e la  sostituzione dei condensatori elettrolitici  apporterebbero una miglioria netta nella qualità del   suono?  Scusami ancora per il qui pro quo, attendo tue  considerazioni " definitive " Ciao e buona giornata.


 

Risponde Giuseppe: Cioa Giuseppe,  Auguri ,tanti auguriper Matteo, è il più bell'"impianto" che avresti mai potuto realizzare.  Sono lusingato per la tua considerazione "definitiva"  che hai del mio consiglio, e proprio per questo che ti  chiedo vivamente di leggere con attenzione quello che mi accingo ascriverti:

La musica può attraversare tutti i condensatori che  vuoi, cavi in oro e platino, diffusori da mille e  una notte....ma arriverà solo e sempre in un solo   posto, nella tua testa.  Ogni uno di noi "audiofili" ha sviluppato un suo gusto  musicale, che non per forza ,anzi spesso è diverso  dagli altri.  Taluni addirittura si stancano nell'ascoltare musica  dal vivo, perchè troppo diversa da quella che  abitualmente ascoltano a casa.  Tra i miei  due amici, c'è un musicista , un'ottimo  musicista jazz, che è talmente ignorante  sull'elettronica che pensa quando l'ho conosciuto  aveva paura di toccare lo spinottino delle cuffie con  e dita per paura di prendere la corrente......eppure  quando suona il sax....il locale si ammutolisce.


Questo per dirti che per saper apprezzare la buona  musica non c'è bisogna di capirci per forza di  elettronica, quindi non pensare che se non conosci la  differenza tra un condensatore carta e olio da uno in   polipropilene metallizzato sei condannato a sentire  cattiva musica.  Siamo sicuri che sostituendo i tuoi condensatori nel  cross over con altri blasonati, il seganle audio ne  trarrà benefici?  Siamo sicuri che poi dopo aver speso una cinquantina  di euro, otterremo il risultato sperato?  Ogni condensatore mette del suo, infatti l'autore del  tuo link dichiarava, questo è caldo, questo è freddo,  ma se lo fai rodare ti regala dei bassi profondi,  ecc...ecc....

Ecco la mia domanda è questa di cosa ha bisogno il tuo  orecchio per far in modo che il tuo cervello  percepisca la musica di suo gradimento??  Cosa non ti piace nel timbro musicale del tuo   impianto?  Magari il segnale audio arriva già non di tuo gusto ai  diffusori, e quindi ? di certo non ti può aiutare un  condensatore.  Le tue infinity,se sostituiamo i condensatori sui  cross over possono andare meglio, ma in cosa, cosa ti  aspetti da loro?

Se invece vuoi proprio fare delle prove, ti consiglio   vivamente i condensatori che uso io, ma non per questo  ti devono andare bene, sono gli economici EPCOS dalle  caratteristiche elettriche eccezionali sono delle  scatolette blu, forse anche bruttini e scialbi da  vedre rispetto ai fratelli in carta e olio.  Ma sono trasparenti, è come se non ci fossero.......   Aiutami a capire e sarò lieto di aiutarti a capire.  Questo è quanto ho da dirti di definitivo.  Aspetto con ansia una tua nuova mail.   Salutoni Gius
eppe
 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Federico  : ciao ho trovatoil tuo email su  audiocostruzioni...scusa il disturbo... la  set scorsa ho accompagnato aun amico amilano per  vedere un impianto in  venditas a 200 euro. Si trattava di yamaha a-1,  piatto hitachi e casse   ultralinear dw-1. Ovviamente l'amico volpe si è  preso lo yamaha e ha   lasciato a me il resto e la divsione delle spese di  viaggio.   Le casse incuriosivano: made in usa, 5 vie.. pero' 2   dei 4 tweeter erano  stati sostituiti e 2 dei 4 woofer erano dannegiati   (cupola schiacciata dalsolito bambino)

 

Foto:
http://i63.photobucket.com/albums/h134/benzobrill/ul-1.jpg
http://i63.photobucket.com/albums/h134/benzobrill/ul.jpg


Ho provato a tirare su una cupola agganciandola con  del nastro adesivo ma è rimasto solo un po' di cartoncino e un graffio sulla  cupola, Dove vivo (BO)  c'è un riparatore di componenti che mi ha  preventivato un lavoro di  riparazione 25 euro a cupola.. un po' troppo..  insomma magari è il suo   prezzo ma sono sicuro che esiste un modo semplice..   tra l'altro il  riparatore 1) mi ha detto che smonterebbe le cupole e un altro riparatore mi   ha detto che conosce un sistema basato su una   macchina che induce pressione   negativa.. insomma un bidone aspiratutto che con  sole 20 euro a cupola   sistema il problema (un bidone lo trovo pure io a  prestito).


Del resto su vari forum usa mi hanno parlato delle   ultralinear come delle   sole totali, in altri di sottomarche delle ess..   insomma niente di che..   Consiglio: nad 3020 o sansui au-517 ?  Ho trovato nella spazzatura un lenco l78, che devo   guardare (rrumori,   ruggini...) per iniziare a portarlo a nuova vita ?   (Es: ho trovato su ebay    un braccio DECCA che dicono faccia al caso suo...   piu innumerevoli articoli  di amanti del genere, per quanto i riguarda mi piace   parecchio anche perchè  mi ricorda il mio primo piatto, il lenco l133 che ho   regalato...). Il motore    funziona.    Saluti,   federico   BO

 

Risponde Giuseppe:  Ciao,  Nesun disturbo.  Puoi provare ad appoggiare il becco di una scopa  elettrica o un bidone aspiratutto sulla cupola del tweeter 8l'idelae sarebbe che il foro di aspirazione  della scopa elettrica sia proprio ugulale al diametro  della cupola.  In quest'operazione devi prestare la massima  attenzione a non schiacciare il tweeter, meglio se usi  quei tubi di prolunga che servono per aspirare sui  mobili ecc. accendi la scopa elettrica e se sei  fortunato la cupola ritorna al suo posto.  Un'altro metodo che puoi provare è il eguente.  Prendi una scatola, mettici il tweeter dentro e  chiudila bene con del nastro adesivo.  Pratica un foro nella scatola e infilaci il becco  dell'phon, acendilo e tienilo lì per alcuni minuti.  L'aria calda del phono espanderà l'aria sotto la  cupola ammaccata, se non è troppo rigida l'espansione  dell'aria riporterà la cupola nella sua posizione  originale.  Un'altro metodo ancora, scolla la cupola   delicatamente, sistemala e rincollala.   Nad 3020 sicuramente, bello il lenco.   Saluti

 

Domanda di Federico : pensavo anche a  inumidirlo con vinavil e acqua.. poi.. cercare di   risucchiarlo.. come ? un   ago ?

 

Risponde Giuseppe:  > Buona l'idea dell'acqua e vinavil, anche la storia  dell'ago la proverei.  Solo una piccolo appunto: non esagerare con l'acqua e  vinavil potrebbe colare all'interno e infiltrarsi tra  bobina e magnete incollando tutto.....  Proverei come dici tu, ma solo con l'acqua per   ammorbidire la cupola, poi ci infilerei un'ago ricurvo  praticando un piccolissimo foro a questo punto sarà  facile ripristinare la curvatura della cupola.  In un secondo momento bagnerei la cupola con acqua e   vinavil, più vinavil che acqua.
 

Il forellino lo puoi tappare con un vecchio sistema,   prendi una cicca di sigaretta, togli la carta attorno  al filtro e metti il filtro in una ceneriera, versaci  qualche goccia di acetone (quello che usano le donne    per le unghie) il filtro in pochi secondi si  trasformerà in una sostanza appiccicosa, a questo   punto hai pochi secondi per prenderne con una pinzetta   un pezzettino e spalmarlo sul buchino, soffia per  asciugare l'acetone et voilà il foro è tappato senza   appesantire la cupola.   Ciao
 

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Domanda di  Filippo :  Salve,  vorrei chiedere un'informazione. possiedo una cassa  biamplificata attiva da  250 watt della LEM, di almeno 5-6 anni fa.   All'accensione mi fa uno strano  problema: 

 si sentono solo gli alti, come se il suono venisse   fuori da una radiolina.  In assistenza mi hanno detto che dei 2 amplificatori  quello dei medio-bassi   sente il segnale in ingresso, ma l'uscita è nulla e  che deve essersi rotta   una resistenza saldata sull'amplificatore. il costo  della riparazione è di   150 euro, pari al costo dell'intero amplificatore,  poichè questa resistenza    non è più in commercio e quindi bisogna cambiare   tutto l'integrato.  Vi sembra possibile? secondo voi il costo è   ragionevole? quale potrebbe  essere il reale problema? mi stanno imbrogliando?  mi ha anche detto che il resto è tutto apposto   compreso cono e amplificatore  degli alti, che prende il segnale direttamente  dall'ingresso, a monte  dell'altro amplificatore. cosa mi consigliate di  fare?  1 amico mi ha proposto di farla passiva aggiungendo  1 crossover e 1  amplificatore esterno.  Grazie a tutti coloro che risponderanno.

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Filippo,  Non stai scrivendo ad un newsgroup , ma a me solo,  quindi ti posso rispondere solo io.  Da quello che descrivi sembrqa che l'amplificazione  medio bassa non va, ma c'è un pò di confusione , ti  spiego.  Prima parli di resistenza non più in commercio   (impossibile, e allorquando lo fosse si potrebbe   assolutamente ovviare con altro, le resistenze come i  condensatori non andranno mai in dususo), poi di  integrato ???  Per sapere se ti stanno imbrogliando avrei bisogno di  vedere la cassa o al limite la scheda amplificatrice  dei medio bassi, ma pensoche sia impossibile questo.   L'idea di mettere un cross-over e un 'ampli esterno è   sciocca, spenderesti più di 150 euro e avresti uno  storcio non più trasportabile come adesso .  Sono a tua disposizione.   Giuseppe
 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Alberto :  Ciao Giuseppe, sono Alberto uno dei tanti  appassionati,  ho un dubbio da proporti, posseggo  ormai da svariati anni una coppia di finali mono  Audion 300B Silver  Night  e sarebbe giunto  il   monento di sostituire le vecchie 300B con 4 nuove.  Il mio dilemma è nato quando ho letto una  descrizione di un finale autocostruito dal sito  www.alteraudio.it, scrivo testuali parole: Nella  stragrande maggioranza degli amplificatori  commerciali, le valvole finali sono polarizzate  automaticamente  utilizzando la caduta di tensione  provocata dallo scorrere della corrente di riposo  attraverso il resistore di catodo: questo è un  sistema approssimativo, che pur funzionando, non  garantisce la perfetta uguaglianza dei punti di   lavoro delle valvole finali, non controlla la loro   deriva col passare del tempo, e pone una grossa   incognita sulla adattabilita' futura del circuito  quando si rendera' necessario cambiare le valvole.  La mia domanda è molto semplice, non avendo nessuna   regolazione del bias a che incognita vado in contro  sostituendo le 300B con 4 nuove, posso farlo  tranquillamente o devo chiedere aiuto ad un tecnico?  Sicuro di una tua risposta ringrazio. Saluti  Alberto.
 

Risponde Giuseppe:   Ciao,  Cambia le valvole tranquillamente con quelle nuove, se  noti qualche cosa non va te ne accorgi subito  all'ascolto, o visivamente sulla placca, osservandola   al buio la vedi arrossire troppo, rispetto alle altre.   l'ideale cmq sarebbe prenderle accoppiate, o almeno  misurare la caduta di tensione ai capi della   resistenza di catodo, prima e dopo la sostituzione...   Nel caso spegni e richiamami, ti aiuto io.   Ciao

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Juri :  Ciao Giuseppe,allora ti volevo sottoporre un mio  dubbio..,dunque ultimamente avendo fatto dei lavori  in casa,ho colto l'occasione per far passare delle  canaline nei muri ,in modo da poter far arrivare i  cavi tranquillamente da un lato all'altro della stanza senza averli tra i piedi!  Il problema è che non volevo far uscire i fili  direttamente dal muro specialmente perchè cambio   spesso diffusori per fare delle prove con altri, e  quindi pensavo di inserire a muro una classica  scatola elettrica,con sul fronte un pannellino con  degli attacchi femmine,in modo poi da poterci  collegare un qualsiasi cavo maschio dello stesso  tipo che collegasse i diffusori..!A questo proposito  avevo visto varie soluzioni e possibilità,ma quella  che personalmente avevo ritenuto migliore era quella  di utilizzare dei connettori RCA dorati maschio e  femmina, femmina a pannello nel muro e maschio   collegato ai cavi dei diffusori...!Non so se però è  una cosa corretta utilizzare connettori RCA perfare  questo collegamento, e specialmente nn so se con  questi connettori rischio di compromettere il  livello audio!Avevo scartato gli spinotti a  banana,in quanto mi risultavano poco comodi e  specialmente girando un pò li avevo trovati solo di  scarsa qualità.Attendo una tua risposta e  suggerimenti...!   Grazie  Juri

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Juri,  Anche io come te ho passato dei corrugati da 32mm nel   muro per farci passare dentro i cavi, almeno ho  pensato oltre a non averli tra i piedi saranno un pò  più schermati.....giusto un pò   Vista la tua necessità di sostituire i diffusori  spesso, effettivamente è comodo ingegnare un sistema  che sia comodo allo scopo.  Dunque scartando a priori e assolutamente i connettori  RCA che SERVONO SOLO PER SEGNALI DEBOLI, potresti  comprare proprio due coppie di connetori per casse,  visto che le spine a banana non ti piacciono ,prendi  quelli con i fori, dove infili direttamente il cavo e  lo serri con la vite.  Il massimo però lo otterresti con prese da pannello e  spine scanspeak, sono fatti apposta per te, sopportano  forti correnti, sono praticissimi , robustissimi  veloci da innestare e disinnestare e, non so se li hai  mai visti sono quelli che usano nei concerti per   collegare rapidamente indovina cosa??? i diffusori.   Unica pecca, tutta questa qualità costa un pò, ma non  eccessivamente......ricordo sui 20-25 euro la coppia  (maschio-femmina).   Li puoi trovare su www.distrelec.it

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di Mario   : Salve, sono Mario  ti volevo chiedere un consiglio   in merito,  ho un problema di fruscio o di clipping  al canale destro del mio amplificatore (Audio  Puccini Se). Mandato ad un centro assistenza per  ripararlo ed upgradarlo, mi ritornava indietro,  migliorato notevolmente dal punto di vista musicale  ma nel mio impianto si ripresentava lo stesso  difetto, contattato telefonicamente il centro di  assistenza mi confermava che dopo varie prove a loro   non dava questo tipo di difetto e mi consigliavano  di non usare eventualmente cavi di potenza in  struttura elicoidale perchè alcune volte possono  dare tali tipi di problemi ma di usare cavi di   potenza con poli staccati almeno di un cm tra loro.  Ho provato inoltre lo stesso ampli presso l'impianto  di un mio amico con cd lector e casse autocostruite  e nel suo sistema andava tutto bene. Il problema si  presenta all'accensione e quando la manopola del  volume supera ore nove, dieci, faccio presente che  ho dei diffusori triangle altea 91 db. Il problema  può essere dovuto al potenziometro alps,  condensatori o autoscillazione?? A te l'ardua  sentenza, anticipatamente ringrazio.  PS se hai bisogno di ulteriori informazioni sono a  tua completa disposizione

 

Risponde Giuseppe:  Ciao Mario,  Non ho ben capito se il tuo problema è il fruscio o il  clipping, o tutti e due.   Il fruscio potrebbe dipendere dall'ampli....ma a casa  del tuo amico va tutto bene, ma forse non ha quei  mostri di diffusori che hai tu 91db sono molti(beato  te).  Il clipping potrebbe dipendere ancora dal tuo ampli,  nel laboratorio dove hai portato il Puccini, hanno  verificato che entrambi i canali raggiungono il  clipping insieme, o quasi ?? Il raggiungimento del  clipping a che potenza erogata corrisponde ??  Prova ad invertire le casse, se il problema si inverte  c'è qualcosa nell'ampli che non va, è sicuro.  Se invertendo le casse il problema si sposta , allora  hai un serio problema ai diffusori.   Fammi sapere.  Saluti
 

 

-----------------------------------------------------------------------

 

Domanda di  Marco  :  Gentili Giuseppe e Davide, complimenti per l'ottimo  sito che avete creato, personalmente è una fonte di  continue ispirazioni, per gustare a fondo e sempre  con nuove emozioni il mondo della riproduzione  acustica.   Qualche tempo fa, ho acquistato un giradischi   pro-ject, modello Debut, testina ortofon om5,  collegato ad un integrato copland cta 401 e il tutto   fatto cantare da una coppia di b&w cdm 601, stand per diffusori,   tavolino,cavi d'alimentazione, segnale e potenza  autocostruiti. L'impianto è inserito in un'ambiente di 14 mtq.  Da un'pò ho ultimato un braccio di lettura, basato  sulla filosofia  progettuale del "RE Morsiani".  Il braccio in questione è stato presentato qualche  anno fa sulle   pagine di costruire hi-fi, ha l'antiskating  magnetico, pivot regolabile.   La domanda che ora le pongo è se sia possibile   sostituire questo   braccio con l'originale del pro-ject e quali altri  interventi "meccanici"  sia possibile effettuare sulla base di lettura in  questione, per   migliorare il rilevamento del solco?  Non soddisfatto di tutto questo upgrade, con   l'aiuto di un'amico,  ultimerò la realizazzione di un pre phono, progetto  di "Bebo" recuperato  dalle pagine del vostro sito.   A grandi linee le ho descritto la mia  componentistica e le mie  aspettative per migliorare la sinergia tra i  componenti, ora le chiedo un  parere di tutto ciò e magari se è disposto a  consigliarmi come effettuare  le varie tarature per montare il braccio.   Anticipatamente vi ringrazio per la disponibilità  Distinti saluti   Marco

 

Risponde Giuseppe:   Salve Marco,  Risponde Giuseppe. Grazie infinite per i complimenti, ma vanno fatti a  Davide. Il sito è suo, lo cura lui, a me solo l'onore di  curare una rubrica.  In realtà non è solo una rubrica, l'intento di Davide  è quello di diffondere il maggior numero di   informazioni possibili alla comunità audiofila.  Diffondere i dubbi e i problemi del singolo all'intera   comunità di audiocostruzioni.com con eventuale mia  soluzione è, forse il termine sarà errato,  informazione ....il bello che è gratuita, non si paga.  Veniamo al Suo problema.  Project debut con volontà di montare un Morsiani al   posto dell'originale (credo sia così in quanto dalla   domanda si capisce il contrario, e non ha senzo).  Sicuramente la cosa è fattibilissima, ricordo anche io  gli articoli relativi a quel braccio, la base del  Project dovrebbe essere in MDF, quindi  lavorabilissima.   Interventi di miglioramento della base di  lettura....????? Non credo si possa fare molto, non si  presta a molte modifiche, anzi penso nessuna.  Ma il Project, va bene così per com'è nato...secondo me questo è sottointeso.  Equipaggiarlo con quel braccio lo trasporterà anni  luce avanti, buon lavoro.  L'impianto? non posso sbilanciarmi sulla qualità dei  cavi autocostruiti non li ho visti ne sugli stand( ma  se ha costruito dda solo il Morsiani, saranno   sicuramente ben fatti)per il resto mi sembra un   impianto equilibrato.   Mi piace molto il pre di Bebo.  Salutoni

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Potete tranquillamente scrivere a Giuseppe  devilsea2001@yahoo.it  per i vostri questiti , tenendo presente che lui lo fa per passione , quindi senza nessun obbligo , verranno  riportate i queste pagine.

 

 Torna all'elenco domande e risposte

 

Hit Counter

  home