Pagine Utili

 

Pippo  ci parla delle connessioni bilanciate Bilanciatori e altro

 2 parte

 

 

 

L'amico Pippo   ci  ha mandato  questo interessante  articolo , una cosa utile  che ci aiuta a capire qualcosa di piu' sulle connessioni XLR e lancia le basi per la costruzione di un bilanciatore.

 

 

Vi ricordo che Pippo ha una sua  sezione sul sito  dove puo'  rispondere ai vostri piccoli quesiti.

L'amico Risponde

 

IL BILANCIATORE – PARTE SECONDA

 

Mi auguro che nel tempo intercorso tra la pubblicazione della prima parte di questo che mi piace pensare più come a un thread fuori forum, piuttosto che ad un vero “articolo”, vi siate andati a leggere i due numeri di Audioreview di cui più volte ho fatto riferimento, giusto per saperne di più sotto un profilo strettamente scientifico-tecnico.

Aggiungo, e me ne assumo tutte le responsabilità del caso, improperi inclusi, che se volete potete contattare direttamente l’Ing. Fulvio Chiappetta per il tramite dell’indirizzo e mail della SI AUDIO, volendo potete fare riferimento a me ed a queste pagine su Audiocostruzioni, troverete una persona sensibilissima (anche non solo in fatto di questioni audio) e ultradisponibile a qualsiasi chiarimento, alla faccia dei santoni che celano la propria ignoranza dietro paroloni e prosopopea.

Premetto che la realizzazione del bilanciatore può avvenire per il tramite di trasformatori, dalle caratteristiche meglio specificate nella prima parte, acquistabili da varie parti, personalmente in questa realizzazione mi sono avvalso dei trasfo disponibili proprio presso la SI AUDIO, ma ciò non toglie che di prodotti validi se ne possano anche trovare da altre parti.

Per comodità insieme alle immagini ho anche incluso alcuni semplicissimi schemi del progettino.

Voglio anche aggiungere che ho preferito realizzare il bilanciatore utilizzando ingressi ed uscite solo di tipo bilanciato (cannon tripolare)  e aggiungere lo schema ultrasemplice di come realizzare un cavo da un lato cannon e dall’altro RCA da utilizzare in tutte quelle circostanze in cui sorgente (es. cd player) ed amplificatore (o pre) fossero provvisti solo di connessione sbilanciata.

Ciò anche per consentire l’utilizzo, almeno da una parte della connessione, dei connettori di tipo Cannon  che sinceramente trovo più stabili e a loro modo anche un po’ più seri (giusto una mia opinione)

 

 

Il trasformatore d’accoppiamento della SI AUDIO si presenta come una vera e propria “saponetta di metallo”, il trasformatore vero e proprio si trova all’interno del contenitore che è completamente blindato (schermato) e resinato sul fondo.

Ciò volendo ci consente anche di realizzare dei progettini di tipo stand alone, ossia utilizzando dei semplici connettori RCA volanti da collegare all’IN  (segnale proveniente dal cd) e all’OUT (segnale verso l’amplificatore), in tale configurazione si possono al limite anche non utilizzare cavi di connessione

 

 

 

A lato il semplice schema da utilizzare nel caso di INPUT-OUTPUT di tipo bilanciato CANNON, le connessioni vanno rispettate in modo assolutamente categorico.

La connessione indicata dalla linea blu, ristabilisce i contatti originariamente previsti nelle configurazioni bilanciate “native” e consente di sfruttare al meglio tutte quelle circostanze in cui gli apparecchi siano dotati di collegamenti bilanciati non reali (i più) per trasformarli in collegamenti bilanciati reali    

 

 

 

 

Lo schema a lato vi mostra come deve essere costruito il cavo CANNON – RCA, come si può facilmente notare, i collegamenti da realizzare sono soltanto 2, il secondo piedino in alto del Cannon va al positivo dell’RCA, il piedino in basso del CANNON va al negativo dell’RCA.

Nulla di più semplice   

 

 

ATTENZIONE PRIMA DI ANDARE AVANTI, RICORDATE CHE LO SCHEMA UTILIZZATO PER LA REALIZZAZIONE DEL BILANCIATORE VALE PER UN SOLO CANALE – QUINDI PER UN NORMALE COLLEGAMENTO STEREO NE SERVONO OVVIAMENTE 2.

 

Il primo esempio d’utilizzo del trasformatore è veramente ultrasemplice basta infatti collegare all’ingresso del trasformatore un connettore rca maschio da connettere al cd player ed un connettore rca femmina cui può essere collegato il cavo che già si utilizza normalmente per la connessione cd – ampli.

 

Come si può notare si tratta d’una connessione “volante”, ma che ci affranca dall’onere di andarsi a costruire una scatola ad hoc etc. etc., fra l’altro è la prima realizzazione di tal genere da me effettuata ed è quella che mi ha permesso di comprendere i vantaggi di tale dispositivo.

 

 

 

 

Nelle due successive immagini viene documentata la mia “fretta” nel volere sperimentare gli effetti del bilanciatore, come si può notare ancora una volta i contatti sono realizzati al volo anche in via “diciamo” provvisoria, giusto “per capire e, comunque, già si capisce abbastanza.

 

 

 

Le due “saponette” sovrapposte e connesse al volo per collegare il CDP Rotel al preamplificatore, incredibile ma vero anche in questa disastratissima situazione, il trasformatore d’accoppiamento ha reso in maniera impeccabile il messaggio sonoro, facendomi apprezzare come non avevo mai avuto occasione di farlo la mia musica preferita

 

 

Torna pagina 1  Vai a pag - 3

 

    Avete commenti , chiarimenti ,  richieste particolari , scrivete sul forum del sito  vi verra' risposto 

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale