Autocostruzione        

 

La ciabatta filtrata di Mattia

 

 

 

 Di cosa si tratta

Presa filtrata

Chi lo ha costruito

Mattia  mattia@pt2.it

 

Buongiorno,  è la prima volta che vi scrivo, ma sono da molto tempo attento visitatore del vostro sito.

 

Volevo presentarvi una multipresa con filtro che ho costruito per alimentare il mio modesto impianto Hi-Fi.

Si tratta di un progetto che ha come base il filtro emi/rf bistadio (lo stesso impiegato da Giovanni per il suo PROGETTO P.F.D. Power Filter Device).

 

Lo schema è semplicissimo e le fotografie dovrebbero bastare per creare le vostre repliche!

 

Ho dotato la multipresa di 4 prese (due chucko multistandard e due "normali"), 10A corrente totale supportata (il limite è quello del filtro CF-HF 10, prodotto da General Electric, acquistato per 35 euro su rs-components.it .

Una presa IEC consente di scegliere il cavo di alimentazione più appropriato (io personalmente l'ho abbinata ad un cavo autocostruito con schermatura).

Su ogni presa è indicata la FASE, facilmente individuabile perchè la multipresa è dotata anche di un cercafase incorporato! Basta collegare l'alimentazione e toccare con un dito la vite inserita sulla parte destra della mulripresa per verificare che la multipresa sia appunto in fase! (lo stesso principio di funzionamenteo del cacciavite cercafase!).

 

 

 

Elenco componenti e prezzo (escluso il cavo di alimentazione):

 

-contenitore VIMAR 12 frutti: 9 euro

-2x 16A prese chucko multistandard: 8 euro

-2x 16A prese standar: 2,5 euro

-6x tappi vimar: 3 euro

-Connettore IEC: qualsiasi negozio di informatica sarà contento di regalarvi degli alimentatori per pc guasti dai quali toglierlo!

-1mt di cavo BLU, 1mt di cavo TERRA, 1mt di cavo MARRONE (io ho scelto cavi da 1,5mm2): 3 euro

-connettori faston X 9: 3 euro

-Filtro bistadio GE CF-HF 10: 35 euro

-per il cercafase potete smontarvi un cacciavite da 2 euro e prenderlo da lì!

 

Totale: 62,5 euro

 

Veniamo al dunque: il mio impainto Hi-Fi, se così possiamo definirlo perchè non è certo l'impianto da sogno dell'audiophile tipico, ma per ora le risorse economiche mi impongono questo (Nad CDP 540, Nad 3020i, Speaker Indiana Line Arbour 4.06, cavi di segnale e di potenza autocostruiti) ha risposto in modo stupefacente alla sostituzione della vecchia multipresa con quella che ho costruito. Eliminate in un sol colpo le interferenze causate da TV o accensione lampade alogene (apparecchi situati in una stanza diversa!), quando alzo il volume e la sorgente è su "pausa" non sento più  quel fastidioso "subsuono" provenire dalle casse!

 

Volendo condividere questa economica esperienza, vi invio le foto.

 

Distinti saluti

Grazie per le idee che riuscite sempre a mettermi in testa!!!

 

Mattia Trussardi

(Bergamo)      mattia@pt2.it

 

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale