Impianti completi

IL SUPER GIRADISCHI  DI EDOARDO

e gli ultimi aggiornamenti al suo impianto
 

 


Di cosa si tratta

  Impianto completo


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Proprietario

Edoardo     simonazzi@autopac.it

 

 

Descrizione


Guardate che roba.... un piatto autocostruito...  veramente un capolavoro.

Costruito da Edoardo  di Brescello il paese di Camillo e Don Peppone, dove ci sono anche degli ottimi autocostruttori.

Vi lascio alle foto perche' ho solo quelle, spero presto di avere anche le specifiche ..

In ogni caso ecco la mail di Edoardo        simonazzi@autopac.it

 

 

 

 

 

 

 

Bello vero !!!   Ed ora passiamo al figlio  di Edoardo  Raphael

 

Ciao complimenti per il sito! Mi presento,sono il figlio di Edoardo che ti a inviato le foto del suo giradischi. Ho pensato ,dato che a qualcuno piaciuto di farle vedere le foto del mio progetto che da questa estate sto sviluppando, con infinita passione grandi soddisfazioni.

Ho solo 18 anni quindi la mia conoscenza nel campo dell'analogico molto ristretta, ma la meccani come l'hi-fi sono le mie grandi passioni.

Dopo aver passato tutta l'estate a lavorare solo sul giradischi,cambiando diversi tipi di boccole perni per cercare di ottenere la miglior rotazione possibile, ma anche il minor rumore possibile, generato dalla rotazione del piatto, sono passato al braccio.

Li incominciato il difficile, perch non volevo un braccio tradizionale ma un tangenziale a cuscino d'aria ,che mi ha sempre affascinato.

Anche li trovare l'accoppiamento giusto tra perno boccola,dove si va a formare il cuscino d'aria non e stato facile, ma a ogni cambio di soluzione notavo miglioramenti del suono in termini di dinamica e disposizione degli strumenti pi corretto.

Sto lavorando ancora sul braccio ,per cercare di ottenere il massimo dalla tipologia tangenziale anche se non so quali siano i limiti...

Il giradischi e a sospensione pneumatica, con perno di diametro 30 accoppiato con boccole al teflon. il peso del solo piatto di 18 Kg.

La motorizzazione a batteria con motore a gabbia di scoiattolo (sarebbe una dinamo tacchimetrica).

Spero di non averla annoiata,ma ci tenevo a mostrarle il mio progetto a cui tengo molto.

Se ha bisogno di qualche spiegazione sono sempre disponibile, spero che la documentazione inviata sia arrivata completa

La ringrazio per il tempo perso,  distanti saluti

Simonazzi Raphael.          Sorbolo PR. 1 / 12 / 03       ritasassi@tin.it


 

 

Ciao. Grazie mille per aver messo le foto sul sito! ,sono lusingato.

A dir la verit ho solo una piccolissima officina che comprende un tornio che con un p di inventiva puo diventare una fresa,  un trapano a colonna.

Il giradischi l'ho progettato con autocad  realizzato ogni singolo pezzo personalmente escluso il calettatore del perno il perno stesso.

Per quanto riguarda la rotazione del piatto posso dire in generale che, sono partito con bronzine di bronzo sinterizzato autolubrificanti mentre per l'appoggio della spina sul fondo ho situato due sfere d'acciaio temprato di diametri diversi. Questa soluzione poteva anche andar bene ma risultava non perfettamente costante, a causa delle sfere che si appiattivano e le boccole ,dato il diametro della spina di 30 mm si consumavano, poi risentivano sensibilmente le variazioni di temperatura variando le tolleranze.

Quindi sono passato a boccole al "teflon grafitato" che parevano andar bene m anche loro hanno mostrato problemi d'usura.

 

 

Per qui ho deciso di usare boccole di teflon bianco tornite da me.

Queste ultime hanno dimostrato una ottima resistenza all'usura, abbassando il rumore di rotazione mantenendo una buona costanza al variare della temperatura.

Per in teoria queste boccole dovrebbero dare qualche problema di microdinamica, ma con certe masse e diametri la cosa discutibile.

Per la base della spina ho eliminato una sfera al suo posto ho situato una plachetta di ferro, un inserto di un utensile che si  dimostrato praticamente inerte all'usura data la sua durezza.

Il perno ancorato al piatto grazie a un calettatore autocentrante , sistema molto sicuro rigido.

Il piatto rotante staccato dalla base del giradischi per mezzo di una camera d'aria,che forma un cuscino d'aria tra i due componenti, annullando gran parte delle vibrazioni dannose provenienti dal tavolino,pavimento,ecc...

Questo mi ha permesso di avere un giradischi con una buona rotazione,un basso rumore meccanico con pochissime vibrazioni. Una buona base per potermi concentrare sulle problematiche che comporta lo studio di un braccio tangenziale.

Ho provato a dare una spiegazione generale sul giradischi, ma per ulteriori spiegazioni sono sempre disponibile, anche se la mia poca esperienza non credo mi permetta di dare grossi consigli, pero posso provarci.

La saluto la ringrazio ancora per la soddisfazione che mi ha dato mostrando le foto sul suo sito                   

 Raphael Simonazzi


Ciao ho pensato di inviarti le foto del pre linea a valvole e del finale realizzati sempre da me, che ho inserito tra il giradischi e le sorprendenti altec A7 voce del teatro.

 


 

Aggiornamento impianto  febbraio 2010



 

 

 

 



Audiocostruzioni e punto vendita di:

 

                              E tanto Altro


 

Hit Counter

Home