Autocostruzione

 

Il Tamp  di Giorgio Gabrielli

 

 

 Di cosa si tratta

Una altra modifica al TAMP

Chi lo ha costruito

Giorgio   gabrielligiorgio@alice.it

Mia presentazione

Un altra modifica al Tamp , il cult del momento , modificato da Giorgio , con la sua solita cura  ai dettagli e con  un risultato molto gradevole.

 

Ciao Davide, ti scrivo di nuovo perchè ho ultimato la mia "abarthizzazione" del mio Tamp. Visto che ho costruito le blue99 ho deciso di regalargli un amplificatore dedicato e quindi è nato il blueTamp, bello vero??

 

Le principali caratteristiche sono:
Connettori decenti per ingressi e uscite
Potenziometro alps blu 50 k log
Alimentazione a batterie (con caricabatterie esterno, che viene usato
solamente ad amplificatore non funzionante)


Realizzazione:
Per quanto riguarda il mobile ho usato MD da 10 mm che ho tagliato con seghetto alternativo e poi ho smussato a mano, ho incollato il telaio (costituito dai fianchi, dal fonte e dal retro) mentre il fondo e il coperchio sono fissati attraverso 4 barre filettate e dadi a testa tonda che fungono anche da piedini.

 

 

Per quanto riguarda l'alimentazione ho usato una batteria da 12v 7ah collegata ad un deviatore doppio (a levetta) a tre posizioni, in basso carico, al centro è spento e in alto è acceso segnalato da un led azzurro sul frontale.

 

 Il potenziometro originale l'ho "estirpato" e l'ho sostituito con un alps blu da 50k logaritmico (come visibile dalla foto dell'interno), ho cercato di mantenere minimo il percorso del segnale, infatti ho usato una barra di prolunga per il potenziometro così da poterlo posizionare molto vicino hai connettori d'ingresso e alla scheda del Tamp, ...per il controllo del volume ho utilizzato una stupenda manopolona cromata tutta piena molto pesante e possente!!!

 

 

I connettori sono di qualità media (non troppo costosi), la scheda del Tamp l'ho fissata al mobile con del bluetac (grazie alla mia amica Anna che me lo ha riportato come souvenir dall'Irlanda). Nella foto del retro sono visibili i cavi di potenza una variante di un progetto TNT, sempre costruiti da me, usando del cavo per reti informatiche (magari se vorrai te ne parlerò meglio in seguito).

 


Lista della spesa:


Tamp 40 euro


Legno (brico) 4 euro


connettori per: ingresso, uscite, caricabatterie maschio da pannello e femmina volante, 12 euro


Led blu, Porta led, deviatore doppio, batteria, caricabatteria  24 euro
 

Barra filettata 1,50 euro

Manopola 10,40 euro - potenziometro alps blu 50k log 18,50 -

boccola di prolunga 1,63 euro - tondino di prolunga 1 euro ( il materiale scritto in questa riga l'ho ordinato da audiokit ..molto gentili!! li consiglio).

 


Penso di aver detto tutto, la realizzazione mi ha dato molte soddisfazioni, sia estetiche che soniche, ed è stato un vero divertimento per me. Il Tamp si sposa alla grande con le ormai mitiche fostex fe 206 e che migliorano di giorno in giorno ..incredibile!!!


Un saluto a Davide e tutti gli amici di audiocostruzioni ...a presto.     Giorgio Gabrielli 
gabrielligiorgio@alice.it

 ----------------------------------------------------------------------------------------------

Visto che non mi era chiaro ho chiesto a  Giorgio , come ha fatto il collegamento del potenziometro :

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Super modifica del Tamp

di Andrea Bertoglio

 

Ciao, per il potenziometro ho così proceduto: sulla piattina che collega il tamp al potenziometro originale ho individuato gli ingressi del segnale e la massa (vanno eliminati i due fili che portano il segnale prelevato dal jack di ingresso che non servono, come vanno eliminati anche i due fili rossi che servono per l'accensione ricordandosi che questi ultimi vanno ponticellati).

 

 

Per meglio capire, guardando la presetta del tamp del filo che viene dal potenziometro si notano nell'ordine: due fili rossi (che vanno ponticellati) e 5 fili bianchi, di questi vanno utilizzati i primi tre fili bianchi partendo da quelli rossi, mentre gli ultimi due bianchi (quelli più distanti dai rossi) vanno eliminati.

Il tamp modificato da me

I tre fili bianchi che rimangono sono il canale destro, quello sinistro e la massa ( c'è scritto anche sullo stampato del t amp sotto la presa quindi è impossibile sbagliare). Una volta che ho individuato i due ingressi e la massa li ho collegati al potenziometro così: i due ingressi (provenianti dal t amp) li ho saldati al pin centrale per ogni canale del potenziometro mentre ai due pin laterali

(sempre per ogni canale) ho saldato rispettivamente il filo proveniente dal polo caldo dei due rca di ingresso ( nella foto il filo giallo e quello blu ) e nel pin controlaterale la massa del tamp e quella proveniente dai due rca.

 

 

 Prima di saldare i due laterali è bene effettuare una prova in quanto invertendo la posizione della massa con quella del segnale proveniente dagli rca si stabilisce il senso di rotazione del potenziometro. ...mi sa che ho complicato un pò le cose se non si capisce evita di metterlo e metti solo la foto :-))) ciao.

gabrielligiorgio@alice.it

Connessioni:

Visto che  sono molto stupido a volte , mi sono fatto uno schizzo di come collegare il potenziometro  e il resto, forse può essere  utile a tutti Davide Sbisa'

  

Click per allargare , a sinistra il collegamento con RCA e POTENZIOMETRO a destra se volete utilizzare un alimentatore esterno , il collegamento + al centro da prendere dal cavetto rosso nero che andava alle batterie

 

Altre cose di Giorgio presenti sul sito

Cavi di potenza di Giorgio

con cavo categoria 5

Giocando con le 206  di Giorgio

le casse in cartone !!!

più economiche di così

Le  Blue99 di Giorgio

con Fostex 206

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale