Autocostruzione

 

Vincenzo e il suo integrato a valvole da 95/00 euro

 

 

 Di cosa si tratta

Integratino super economico

Chi lo ha costruito

Vincenzo   vincenzo.cuttitta@tiscali.it

Caratteristiche particolari

Come sopra  super economico

Mia presentazione

Era tempo che sul forum del sito si parlava  di un amplificatore Hi-Fun  a questo indirizzo: http://www.audiocostruzioni.com/forum/topic.asp?TOPIC_ID=910   e casualmente  Vincenzo mi ha mandato questo bel progetto....

Penso  che possa  essere una ottima soluzione , economica , relativamente semplice e ben suonante .  Poi il nostro amico lo ha costruito veramente bene ( sembra fatto da una fabbrica !!)  non posso che fargli  i complimenti..

 

Come prima cosa  vi consiglio di visitare il sito di  Tnt Audio  e piu' esattamente a questa pagina   http://www.tnt-audio.com/clinica/ta/pcl86.html     dove Vincenzo  ha  preso spunto.   Vi consiglio di  andarla a vedere dove troverete tante informazioni e  consigli per la costruzione di questo ampli spiegati in maniera perfetta..

Mi preme sottolineare  la  serietà e passione di tutto lo staff di Tnt Audio, che costantemente danno ottima informazione e un sevizio impagabile..

-------------------------------------------------------------------

 

Ecco l'ampli Hi - Fun

 

Ciao Davide,

         Sono Vincenzo da Palermo. Seguo da parecchio tempo il tuo interessantissimo sito che sta diventando un punto di riferimento per tutti gli autocostruttori italiani. Dopo diverse esperienze con i diffusori acustici, mi sono finalmente deciso ad intraprendere l’avventura della costruzione di un ampli a valvole, spinto dall’esigenza della creazione di un piccolo secondo impianto per il mio studio. Sono un fotografo e mi occupo di reportage geografico; spesso trascorro parecchie ore al computer per le regolazioni cromatiche delle immagini digitali e, essendo un accanito melomane, adoro ascoltare della musica e le trasmissioni radiofoniche (sono un fan di Radio3…) mentre lavoro.

 

 

 Mi occorreva un ampli anche di bassissima potenza (il locale è molto piccolo) ma di alta qualità e soprattutto, visto che sarebbe rimasto acceso per parecchie ore al giorno, con costi di sostituzione delle valvole relativamente bassi. Il mio impianto principale è composto da un CDP Cambridge CD6, un amplificatore Fase Performance 1.1 (di prossima, spero, sostituzione con un SE di 300B su schema JEL) e un tuner, cavi autocostruiti (TNT Merlino per l’alimentazione e Cablerie d’Hupen per il segnale, TNT Star per i diffusori), diffusori su progetto Digitex Alma (mobile modificato con accordo reflex posteriore e diverse proporzioni).

 

la vista da sotto

 

Per lo studio prevedevo un cdp economico ma bensuonante (pensavo ad un Teac 1120 o ad un Philips 720) e un tuner analogico come sorgenti. Come diffusori… muoio dalla voglia di costruire due piccoli monovia a tromba! La scelta per l’ampli, dopo avere passato al vaglio molti schemi presenti in rete con potenza d’uscita intorno ai due watt, è caduta sul piccolo “Insulto Integrato” di TNT che, oltre ad uno schema semplicissimo, perfetto per iniziare a far pratica con l’air wiring, offre anche il vantaggio di utilizzare due valvole economicissime (utilizzate un tempo per la sezione audio dei televisori). Si tratta di un SE di PCL 86, una valvola composta da un triodo (simile alla ECC83) e da un piccolo pentodo di potenza, in questo schema collegato a triodo. La sensibilità d’ingresso è abbastanza alta e permette il pilotaggio diretto con un cdp.

The story begins!

Inizio così a cercare dei TU adeguati e soprattutto economici…

Contatto Elettronica Novarria e scopro che hanno appena messo in vendita un kit comprendente i TU a grani orientati, il TA, due PCL 86 Philips e tutti i componenti passivi ad un prezzo vantaggiosissimo: 82€!! Non chiedo di meglio!

 

lo schema

 

Devo soltanto realizzare il mobile (pochi problemi, mio padre è ebanista…) e comprare i connettori, l’interruttore, un potenziometro e un deviatore per i due ingressi. Ordino il kit e comincio a pensare alle diverse possibilità per il mobile. Un po’ ispirato dalla forma del mio Fase, piego un foglio di lamiera di alluminio (scarto di lavorazione di un fabbro) a “doppia U” e faccio realizzare a mio padre due semplici fiancatine in massello trattare con mordente verde e poi verniciate. Come puoi vedere dalle foto, il risultato, soprattutto se si considera il costo della realizzazione (pressoché nullo!), è più che dignitoso. Fatto questo, passo alla foratura e al montaggio dei trasformatori, degli zoccoli e delle barrette in bakelite per il montaggio dei componenti in aria.

 

l'alimentazione

 

In due giorni il lavoro è terminato e,  effettuati tutti i controlli, passo al collaudo. Dopo qualche minuto di riscaldamento rimango veramente sorpreso dall’incredibile ricostruzione scenica e dall’estrema naturalezza della gamma media e medio/alta. La gamma bassa è un po’ “molle” ma sufficientemente profonda. Nessuna fatica di ascolto anche dopo parecchie ore di funzionamento!

Sono estremamente soddisfatto del risultato. Ascoltare qualcosa che è stato costruito con le proprie mani è sempre gratificante… Tenendo conto del costo di realizzazione (circa 95€!) e dell’estrema semplicità del progetto, non posso che consigliarne la realizzazione a chi, come me, è alle prime armi con questo tipo di apparecchi.

 

la vista da dietro

 

Il prossimo lavoro sarà la costruzione dei diffusori per lo studio. Ho scelto i piccoli e rinomati Fostex FE103E che probabilmente utilizzerò in configurazione backhorn (progetto Fostex) o spiralhorn (progetto Poiram). A tal proposito gradirei avere notizie da chi ha realizzato le piccole trombe della Fostex circa la collocazione e il tipo di materiale fonoassorbente necessario (o meno) nella camera di compressione e nel labirinto.

Ciao a tutti e W IL DIY!!

ELENCO COMPONENTI SCHEMA ORIGINALE TNT AUDIO

Resistenze:

*        R1 = 220 kohm 1/2W

*        R2 = 1 kohm 1/2W

*        R3 = 100 kohm 1/2W

*        R4 = 470 kohm 1/2W

*        R5 = 47 kohm 1/2W

*        R6 = 330 ohm 1/2W

*        R7 = 330 ohm 1W

*        R8 = 22 kohm 1/2W

*        R9 = 220 ohm 2W (sostituibile con una induttanza)   

Condensatori:

*        C1 = 0.1 mF polyestere 400V

*        C2 = 47 mF elettrolit. 350V

*        C3 = 100 mF elettrolit. 25V

*        C4 = 100 mF elettrolit. 350V

*        C5 = 100 mF elettrolit. 350V

*        C6 = 47 mF elettrolit. 350V

         Varie:

*        2 PCL86

*        4 diodi 1N4007

*        S1 = interruttore di alimentazione

*        S2 = interruttore retroazione on/off

 

Rispetto allo schema originale nel kit di Elettronica Novarria sono state apportate alcune piccole modifiche alla sezione di alimentazione ed è stato completamente eliminato il circuito di controreazione. Sui trasformatori di uscita Novarria è presente una presa per collegare le PCL86 in ultralineare anziché a triodo

 Costi sostenuti:

Ho speso pochissimo:
- Valvole, trasformatori, resistenze e condensatori - €82
- Connettori, potenziometro e interrutori - €13,50
- Lamiera di alluminio - Gratis (Scarti di lavorazione)
- Legno - Gratis (Residui di mio padre)
- Viti e bulloni - €0,25

TOTALE €95,75
Per un ampli a valvole in classe A... Niente male, vero?
Ciao e a presto                

                                                               Vincenzo.Cuttitta@libero.it

 

-----------------------------------------------

Modifiche

 

Ciao Davide!
Ti scrivo per comunicarti alcune piccole ma importanti modifiche apportate al mio ampli con le PCL 86 che potranno essere utili a coloro che realizzeranno lo stesso progetto:

- La resistenza R8 dello schema di Novarria (R9 nello schema originale TNT) è fornita nel suo kit con un valore errato (1/2 W anziché due) ed è quindi necessaria la sua sostituzione. Io, per precauzione, l'avevo sostituta prima della saldatura (è visibile nelle foto).
La stessa si può sostituire anche con un'induttanza da 10/20H, da almeno 30mA e di pari valore come resistenza in continua (es. Z6 di Novaria) con notevoli benefici.

- Ho collegato a massa un capo dei filamenti e la massa del TU come indicato nello schema originale TNT (nello schema del Kit non era previsto); in tal modo il leggero ronzio di alternata si elimina completamente. Ho inoltre collegato a massa anche lo schermo del potenziometro d'ingresso.

- Ho bypassato C4 con un MKT da 1 uF e prevedo la sostituzione di C1 con un carta/olio: il piccolo ma musicalissimo "Insulto" penso che meriti qualcosa di meglio dei condensatori in polyestere forniti col kit...

- Non risparmiate troppo sul potnziometro d'ingresso: anche nella configurazione prevista da TNT può causare rumore durante la rotazione. Un potenziometro logaritmico al carbone di tipo sigillato può essere sufficiente.

Ciao e a presto!

PS. Sto costruendo le Backhorn con i Fostex FE103E!!

vincenzo.cuttitta@tiscali.it

----------------------------------------------------------

Un altro ampli molto economico presente sul sito:

 

Gainclone un integrato con operazionale hi-end basso costo   di Danilo

 

Avete commenti , chiarimenti ,  richieste particolari , scrivete sul forum del sito  vi verra' risposto 

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale