Autocostruzione

Marnatz 100 Clone di Francesco

 

 

SCHEDA

Di cosa si tratta:

Ampli finele


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Produttore:

Francesco 

Caratteristiche:

Clone marantz

Mail:

hiromi.ko@virgilio.it

CARATTERISTICHE

 

MARANTZ MOD.100
Trattasi di un ampificatore costruito da zero partendo da fogli e profili di alluminio lavorati, piegati, tagliati a mano ed assemblati utilizzando accessori, squadrette e viti messe da parte nel tempo. Dal momento che sul mercato non si trovano piu' amplificatori vintage con i classici strumentini VU-meter illuminati di blu o verde dal fascino anni 70 a meno di cacciare parecchi verdoni al furbastro di turno magari pronto a rifilarti un amplificatore stracotto e ammalorato da restaurare, ho deciso di farmelo da me seguendo nozioni apprese nel tempo dopo avere smontato e riparato decine di apparecchiature dalle piu' svariate soluzioni costruttive provenienti da diversi paesi. L'apparecchiatura non segue la filosofia del sofisticato ed esoterico per forza, magari a costo di sfoggiare masselli di alluminio, manopoloni da mezzo Kg. e vumiteroni grossi come finestre delle cattedrali gotiche ma la dottrina della semplicita', della sobrieta' sia nella veste esteriore che a livello costruttivo, nella piu' intima essenza elettronica, che e' ben nascosta all'interno e non mostrata come una vetrina piena di gioielli. Ma la cosa piu' importante a parte le linee dl design e' il risultato acustico e dinamico.
Poche parole per descriverlo Piena pulizia del suono con tutte le frequenze al posto giusto senza bisogno di equalizzatori, cavi stratosferici, compressori di dinamica, crossover, filtri e chi piu' ne ha piu' ne metta per arricchire i postulanti venditori di aria fritta, inoltre i ronzii e fruscii sono assenti ed impercettibili anche al massimo del volume, i bassi sono corposi e ben equilibrati i medi e gli alti ben presenti e ascoltando musiche a cui si e' abituati non ci si stanca mai di riascoltarle perche' ogni volta si scoprono dettagli nuovi mai notati con altri amplificatori commerciali. Utilizzandolo con casse ad alta efficienza di impedenza non superiore a 4 ohm e posizionando il volume al minimo si ottiene un suono cosi’ ricco e potente di dinamica con una uscita di pochi milliwatt che si e’ pienamente soddisfatti senza bisogno di richiedere altra potenza assordante.

SOLUZIONI TECNICHE ADOTTATE
Nulla di inventato a parte qualche modifica apportata al circuito originale di derivazione Marantz del famoso amplificatore Mod.1120 per adattarlo a componenti di piu' facile reperibilita'. I transistors di potenza finali sono i classici 2N3055 della Motorola originali degli anni 70, selezionati per tensioni superiori a 100Volt. Il Trasformatore e’ stato recuperato da un amplificatore Marantz modello PM 750DC guasto che ho deciso di sacrificare in quanto i finali Sanken erano diventati pressoche' introvabili e poi era un amplificatore non proprio particolarmente bello e di agevole servicing.
I due Vu meter sono stati da me recuperati da un vecchio amplificatore Denon da 100Watt guasto regalatomi dal carissimo amico di varese Pietro che qui saluto caramente.
POTENZA DI USCITA
!00 WATT stereo; collegando un lettore CD Sony in ingresso e alzando al massimo del volume non si percepisce alcuna distorsione per quanto ci si sforzi.
Ho battezzato questo amplificatore Marantz modello 100

SCHEDA FOTOGRAFICA

 

 

 

VEDIAMO DENTRO E DIETRO

 

 

 

 

 

 

 

Home