Autocostruzione        

Kripton integrato 300b progetto Fulvio Chiappetta costruito da Vincenzo.

 

 

 Di cosa si tratta

Integrato  single ended

L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Chi lo ha costruito

Vincenzo  vincenzogionta@gmail.com

Caratteristiche particolari

Valvolare

 

Prodotto: Custom KRIPTON 300B SiAudio & HDM Audio

Costruttore: SiAudio

Progetto: ing. Fulvio Chiappetta

Committente e recensore: Vincenzo Gionta

 

 

INTRODUZIONE:

In un momento storico come quello attuale, dove il mercato, ovviamente con la complicità di tutta la catena distributiva, propina prodotti dal costo impronunciabile e ancor più grave essenzialmente poco musicali, ho deciso di acquistare o meglio di commissionare la realizzazione di un Single Ended custom ad una delle strutture italiane (a mio avviso) più autorevoli e qualificate in ambito hi-end, la SiAudio.

 

In realtà seguivo da diverso tempo l’ing. Chiappetta, ebbi la possibilità in passato di apprezzare un suo progetto; uno splendido OTL da 25W in classe A con caratteristiche soniche eccellenti, inoltre la sua presenza sulle maggiori testate giornalistiche nazionali di settore e i suoi interventi in convegni ed eventi vari, mi hanno convinto a rivolgermi direttamente alla sua struttura per la realizzazione di un amplificatore integrato che rappresentasse il compimento delle mie aspirazioni soniche.

 

Il materiale utilizzato

 

La mia esigenza primaria era quella di possedere un amplificatore prima di tutto ben suonante, un prodotto che esaltasse la trasparenza ed il realismo sonico live.

 

Dopo un po’ di anni passati ad ascoltare impianti hifi che esaltavano unicamente l’estremo iperdettaglio, sentivo di voler ricercare un qualcosa che invece riproducesse un segnale sonico tentando di interferire il minimo possibile con esso, ovviamente senza disdegnare la qualità e la quantità di informazioni che una esecuzione musicale può regalare.

 

 

Qualche mese fa, in una occasione poco rilevante, fra un caffè troppo zuccherato ed uno scambio di opinioni in compagnia dello stesso ing. Chiappetta, ebbi la possibilità di ascoltare un finale in Kit, a quei tempi ancora in veste di prototipo, che utilizzava una valvola per me magica, la mitica 300B; rimasi favorevolmente affascinato dal realismo sonico che quel prodotto trasferiva alle mie orecchie e decisi che in futuro avrei ipotizzato l’acquisto di un prodotto simile.

 

COSTRUZIONE:

Ovviamente nell’istante in cui decisi di commissionare la realizzazione del prodotto, avevo già le idee chiare sulle modifiche che avrei voluto sul mio amplificatore;

in verità devo ammettere che non sono mai stato un acquirente tranquillo…

 

Io esprimevo le caratteristiche soniche da me predilette e l’ing. Chiappetta progettava le trasformazioni tecniche da realizzare in ambito di alimentazione, trattamento del segnale e stadio di preamplificazione, è stata una esperienza unica.

 

Inoltre la realizzazione del cablaggio legata alla trasmissione del segnale e potenza, è stata curata dalla HDM Audio, distributore dei prodotti Bocchino Audio per l’Italia, un piccolo artigiano che realizza i conduttori utilizzando cavi di sezione diversa in puro argento, ripeto in puro argento a mille millesimi e non semplicemente placcati. Ogni singolo conduttore è composto da 16 cavi da 0,60 mm. isolato in Teflon e terminato con tecnica di serraggio in modo da garantire una percentuale di conducibilità elevata senza creare ostacoli generati da lega saldante alla trasmissione del segnale.

 

Il cabinet dell’amplificatore, nonché i tavolini porta-elettroniche modello KEGRUN sono stati progettati dalla HDM Audio e realizzati dallo studio G&Q di Napoli, una seconda struttura di ebanisti che si occupano di realizzazioni e progetti su misura; la caratteristica singolare riguarda un’utilizzo di sostanza resinosa all’interno di tutte le singole giunture, un componente che agisce sullo smorzamento di eventuali micro vibrazioni generate dalle elettroniche stesse.

 

Adesso vorrei descrivere a grandi linee le caratteristiche dichiarate, ma per le specifiche tecniche e principalmente i cambiamenti apportati alla realizzazione originale vi rimando al n° 100 di Costruire Hifi, regolarmente distribuito in edicola, in quella occasione l'ing. Chiappetta dovrebbe redigere un articolo specifico.

 

12W RMS

4-8-16 Ohm

Picchi dinamici in classe A2 < 3 dB

Assenza di contro reazione

Alimentazione separata

Triodi

Raddrizzamento a valvole

Condensatori BHC – RIFA – MUNDORF resistenza interna < 60 mOhm

Accoppiamento diretto tra gli stadi

Alimentazioni e masse separate per gli stadi di potenza e di segnale

Fattore di amplificazione in tensione 26 dB

Resistenza di ingrasso 100 kOhm

Smorzamento 20 – 20 K Hz > 4

Rapporto S/N 90 dB

Risposta in frequenza 10 – 30 K Hz +/- 0,1 dB

Alps 50 K blindato

 

Valvole selezionate e accoppate:

4 ECC99

2 300B Valve Art 98B

2 Amperex BB per lo stadio di preamplificazione

 

SUONO:

Spesso, troppo spesso facciamo l’errore di pensare che una potenza modesta tipo 12W non sia sufficiente ad insonorizzare un ambiente domestico anche di dimensioni generose, cosa dirvi, la mia esperienza è stata completamente diversa!; ho collegato il mio amplificatore alle Tannoy SRD 12X, un diffusore che difficilmente sarà rimpiazzato, e per magia si è ricreato un evento sonoro live all’interno della mia stanza, e credetemi, "è pur vero che i diffusori hanno 95dB di sensibilità ma non mi aspettavo tanta grazia".

 

 

Dopo un rodaggio accurato delle valvole, circa 50h, ho avuto la possibilità di ascoltare una purezza sonica impressionante, la gamma relativa alle alte frequenze era perfettamente nitida, l’immagine era eccellente, ampia e definita, il basso controllato, corposo ma mai invadente, come accade in parecchie configurazioni che utilizzano amplificazioni a triodo, la dinamica generata in varie esecuzioni riesce a coinvolgere il più sordo e distaccato degli audiofili, in realtà sono rimasto estremamente soddisfatto del prodotto e del suono.

 

Se proprio dovessi trovargli un difettuccio, ma si tratta di un qualcosa sicuramente up-gradabile, (inoltre l'up-grade è già stato consigliatomi dallo stesso Chiappetta) nominerei le ECC99 JJ, probabilmente utilizzando le Mullard E182CC sul pilotaggio, l’amplificatore raggiungerebbe livelli sonici di riferimento assoluto.

 

vincenzogionta@gmail.com

 

Hit Counter Torna alla pagina iniziale