Autocostruzione

 

Un altro ampli  su tecnologia Tripath ( Tamp ) di Carlo

" Fenice 20"

 

 

 Di cosa si tratta

Finale su tecnologia T Amp

Chi lo ha costruito

Carlo  cconsoli@iol.it

Caratteristiche particolari

Semplice economico ma ben  suonante

Mia presentazione

Belli questi progetti , adatti anche a i principianti , infatti basta saper saldare a stagno e  ci si può divertire tanto..

 

Ciao a tutti,  ho realizzato un ampli in configurazione finale di potenza, tutti   componenti di qualità, connettori dorati, con cablatura interna di cavi  di segnale schermati e di potenza OFC in rame argentato. Infine, ho  messo un solo led violetto (anche l'occhio vuole la sua parte) e   contenitore metallico di buona qualità.   Ho provato il t-amp su un paio di Bosenforger VC-2 (!), è  sconvolgente.  Carlo

 

 

Ho acquistato la scheda Fenice 20 tempo addietro e l'ho inscatolata in apposito contenitore di metallo, usando connettori e cavi di ottima qualità, accoppiandola ad un alimentatore stabilizzato da 12V/5A (ne bastano 3 di Ampere) ed un preampli passivo con stadio phono recensito su TNTAudio, il TCC TC-754 (http://www.tnt-audio.com/ampli/t-preamp.html).


Ecco la lista della spesa per realizzare un'accoppiata pre+finale di qualità hi-end:

 

- Scheda Fenice 20: 50 €
- Connettori da pannello dorati: 10€
- Diodo 1N4148, led di accensione, interruttore di

   accensione, resistenza da 1kOhm per il led,  connettore

   per i 12V alimentazione: 5€
- Contenitore metallico: 10€
- Cavo schermato per il segnale (50cm) + Cavo di potenza

  (50cm): 5€
- Preamplificatore TCC TC-754: 80€
- Alimentatore ZG 12V/3A: 25€

Totale: 185€

Il Tamp di Joe77 basato sulla stessa scheda


La spesa non è minima, in assoluto, ma consente di avere un ampli hi-end a tutti gli effetti, dotato di selettori di ingressi e pre-phono.
E' possibile anche usare la Fenice 20 in configurazione amplificatore integrato, mediante un potenziometro Alps ed un commutatore Palazzo, aggiungendo altri 3 ingressi e relativi connettori da pannello, risparmiando un quarantina di euro e rinunciando, però, al pre-phono.

L'ampli suona in modo sconvolgente, tanto da mettere in discussione il mio Audiogram MB-2, ti dico solo che l'ho provato in accoppiata a due Bosendorfer VC-2, ed il risultato è stato davvero inquietante, in senso positivo, ovviamente.
 

Il circuito


Per quanto riguarda i cavi di segnale e potenza, suggerisco di autocostruire il TNT Shield (http://www.tnt-audio.com/clinica/shield.html) e il TNT Star (http://www.tnt-audio.com/clinica/stella.html), entrambi fanno barba e capelli a cavi economici (ma mica tanto !) della serie Vivanco OFC (costano 25€ quello di segnale e 5€ al metro quelli di potenza).

Per i  diffusori, sono rimasto molto sorpreso dalle Indiana Line 4.06, trovate nuove su internet (eBay) a 149€, che si accoppiano alla grande con tutto il resto del set-up.

Ulteriori incrementi qualitativi consistono nel sostituire il trasformatore all'interno dell'alimentatore stabilizzato con uno toroidale e di applicare un condensatore Elna al posto di quello standard che si trova nell'alimentatore. Inoltre, la sostituzione delle induttanze sulla Fenice 20 con altre di livello adeguato porta sicuramente benefici notevoli.

Carlo, Roma   
  cconsoli@iol.it

 

La vista dietro

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale