Autocostruzione

Il finale a Mosfet di Pierluigi

 

 

Di cosa si tratta

Finale a mosfet

L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Costruito da:

Pierluigi Brescia

Caratteristiche

petersabb35@alice.iy

 

Davide,  ti invio alcune foto di un ampli a mosfet.(già ti avevo accennato alla sua lavorazione ).Quello che si vede nelle foto è stato realizzato con finali 2SK135 - 2SJ50. Un secondo esemplare con 2SK1058 - 2SJ162.

I resistori RX determinano prevalentemente il guadagno ad anello aperto e influiscono di conseguenza sul tasso di controreazione e quindi sul fattore di smorzamento.

 

Lo schema

 

Su 8ohm eroga circa 130W per canale e i due canali sono completamente separati.

La rete di Zobel si può provare ad eliminarla  ( io l'ho fatto ),Il condensatore in ingresso anche, se il pre è disaccoppiato in continua.

Le capacità sui mos di tipo N servono a riequilibrare le capacità "proprie" dei mos di tipo P.

Inutile aggiungere che i materiali usati devono essere di buona qualità.

A disposizione di chi volesse contattarmi.

Ciao  e spero tu abbia fatto ottime vacanze

 

 

                                                                

Ciao Davide, ti invio una breve e sommaria descrizione  dell,ampli -mos ( le foto sono già in tuo possesso )


1 )   In ingresso dopo un blando filtro troviamo un doppio differenziale cascode alimentato a corrente  costante.Segue :
 
2 )   Amplificatore di tensione ( doppio cascode in P-P ).Per i resistori RX vedere la nota introduttiva già inviata  con le foto.
 
3)    Stadio inseguitore , quindi con uscita a bassa impedenza poichè le capacità di ingresso sui gate dei mos non   sono trascurabili.Segue:
 
4)    Mosfet finali con uscita di source.
 
5)    Circuito per la regolazione del bias con transistor P ed N e termo stabilizzatore
 
6)    Regolatore dello zero in uscita , semplice ma efficace.  I radiatori sono visibilmente abbondanti perchè sono  stati sperimentati tre valori di polarizzazione dei  finali e cioè :
 
A)   600mA  ( 100mA ogni mos ramo N e P ) condizione questa di stabilità termica per i mos in questione anche  senza  i transistors della regolazione a contatto termico con i radiatori.
 
B)   1.6A ( 266mA ogni mos ramo N e P ) questa polarizzazione consente di lavorare in classe A per circa 40 W su   8 ohm resistivi prima di passare in AB fino a 130W circa.
 
C)   2.5A ( 416mA ogni mos ramo N e P )      "        A   "      100W  "           AB finoa 130 W circa.
 
 
 L'alimentatore è composto da due trasformatori toroidali da 400 VA ( uno per canale ) e da quattro condensatori elettrolittici da    47000 microfarad ( due per canale bypassati da condensatori più piccoli ) vedi schema dell'ampli. ( +60V    -60V)

 


 
I mos sono stati acquistati presso Digitex  i condensatori sono marchiati "Telecond"  ( già li avevo ). Il  resto è materiale comune anche   se di buona qualità.      I resistori  della serie E48 sono all' uno % .
 
 I prezzi variano anche sensibilmente secondo la qualità dei materiali e del grado di finitura.
 
 Con un pò di pazienza è possibile ricercare e trovare buone soluzioni
 
 

 

Home 

Hit Counter