Autocostruzione

Ampli 20 watt di Arturo
 

 

 

Di cosa si tratta

Finale 20 watt



L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Chi lo ha costruito

Arturo  artdale@tiscali.it

Caratteristiche

Molto economico

 

 

Prefazione

 

Ciao Davide,

a parte il gainclone a 6 canali che, dopo diversi anni, continua a darmi più di una soddisfazione, mi serviva un  amplificatore di piccole dimensioni, eventualmente con qualche watt in meno del gainclone, ma non volevo optare per il T-amp, che mi sembrava davvero un po’ troppo poco potente.

Alla fine ho scelto di costruirmi un amplificatore da 20+20W, anche questo clone del gaincard (la versione da 25W),  utilizzando il chip LM1875 della National.

Secondo me, data la qualità, questo piccolo integrato ha meno “fortuna” di quanta ne meriti. Forse è un po’ messo in secondo piano dal 3886 ma, sia per una questione di costi  che di dimensioni, credo possa essere un’ottima soluzione a basso costo intermedia tra t-amp e gainclone.

Ti allego una piccola descrizione del progetto nel caso tu ritenga possa essere utile ad altri.

Ciao   Arturo.

 

 

Il progetto


 

Finale 20+20W con LM1875

 

L’LM 1875 della National è un pò il “fratello” minore dell’LM3875 e, al pari di questo, sembra sia  utilizzato della 47labs (per la versione 25w del gaincard). Il più noto LM3875-3886 ha forse messo (ingiustamente) in secondo piano questo piccolo chip che, però, secondo me, resta un’ottima soluzione, semplice ed economica, ideale per tutte le applicazioni per le quali serve tanta qualità con una potenza intermedia tra t-amp e gainclone (per il datasheet :  http://www.national.com/ds/LM/LM1875.pdf).

Il kit che ho usato è di provenienza HK, i materiali mi sembrano di discreta qualità ed è molto semplice da montare. Nel mio caso serviva un piccolo amplificatore per il PC per cui l’ho scelto per le dimensioni ridotte, ma c’è anche un kit a 3 pcb disponibile su chipamp.com. Purtroppo non sono riuscito a trovare alcun fornitore italiano. Non ho previsto un preamplificatore né  la regolazione del volume in quanto questa funzione viene svolta dalla scheda audio esterna del PC.

 

 

Il trasformatore è un 18+18V 120VA. Il tutto montato su una base di alluminio da 2mm collegata a massa. Per risparmiare un po’ di spazio, la dissipazione (importante) è affidata ad un foglio di alluminio che fa anche da schermo (anche questo importante per il  1875) a sua volta poi fissato alla base, come si vede dalle foto. La dissipazione mi sembra abbastanza efficace in quanto anche dopo qualche ora di funzionamento il tutto resta appena tiepido.

Devo notare che è stato necessario utilizzare dei dissipatori anche durante le prove dato che, in mancanza, i chip tendono a surriscaldarsi dopo pochi secondi di funzionamento.

 

 



Ultima annotazione riguarda il passaggio dei cavi dell’alternata che, per evitare interferenze e disturbi, avviene al di sotto della base di alluminio che regge il tutto.

Il contenitore misura solo 20x14x8cm e, a conti fatti, come si vede, il tutto ci poteva stare anche in qualche centimetro meno. E’ evidente che esteticamente si può fare molto meglio......

 

 

Come sempre, lo scopo era quello di ottenere un impianto complessivamente di qualità ad un costo molto contenuto. Con un impianto per PC risulta difficile fare, con un minimo di cognizione di causa, una valutazione oggettiva delle qualità dell’ampli, per le quali devo necessariamente rimandare ai non pochi articoli in rete.

In ogni caso, con una scheda audio all’altezza (nel caso una vecchia ed ottima terratec firewire, la stessa che usavo fino ad un paio d’anni fa per il gainclone a 6 canali), un paio di buone casse ed il giusto software il risultato è sicuramente eccellente.

Il costo “all inclusive” dell’amplificatore compreso kit, trasformatore, contenitore, supporto di alluminio, boccole e varie è stato di circa 100 Euro; i soli kit + trasformatore più o meno 60 euro.

Il mio indirizzo e-mail: artdale@tiscali.it


 

Links


http://www.national.com/ds/LM/LM1875.pdf

Audiocostruzioni e punto vendita di:


                              E tanto Altro

 

Hit Counter

Home