Pass Labs Aleph30 clone

di Andrea Pirovano

 

Prefazione :   Grazie Andrea  certamente un progetto molto interessante , unica cosa che mi dispiace molto e l'uso di questo "legnaccio" come pannello anteriore !!!!   Spero che nel frattempo Andrea l'abbia sostituito ...

Comunque  veniamo a cose piu serie .. progetto molto interessante   vorrei sapere  se l'amico Staruby (Luigi) lo ha realizzato ???  Facci sapere  ..  Ciaooo a tutti  Davide Sbisa'


Pass Labs Aleph30 clone

di Andrea Pirovano

 

Gli amplificatori  prodotti progettati da Nelson Pass e commercializzati sotto il marchio "Pass Labs" si collocano nella fascia Hi-End del mercato. Quello che distingue Nelson Pass dagli altri progettisti Ŕ la sua estrema disponibilitÓ, che ne fa un "listmate" molto apprezzato sul forum http://www.diyaudio.com. In piena linea con questa disponibilitÓ verso gli autocostruttori Nelson rende disponibili una serie di progetti "dedicati" al DIY (chi non ricorda lo "Zen" e i suoi figli, mogli...ora giunto alla 7ma generazione con le "variations"), facilmente consultabili su http://www.passdiy.com assieme a numerosi articoli di impronta didattica. Il maggior fervore attorno ai progetti di Pass si ha intorno ai suoi progetti commerciali, di cui sono resi pubblici i service manuals quando la linea esce di produzione. In questo modo sono stati resi di pubblico dominio (sul sito "commerciale" http://www.passlabs.com) gli schemi completi della serie Aleph, che comprende numerosi amplificatori in classe A da 30 a oltre 100W per canale, oltre a un paio di preamplificatori a circuitazione bilanciata di gran classe.

Il mio "clone"

L'amplificazione in classe A, pur essendo quella dalle migliori prestazioni soniche, soffre di un compromesso molto pesante: la sua efficienza Ŕ ridottissima, inferiore al 25% (alla massima potenza, che Ŕ anche il punto di massima efficienza!). Questo significa che un amplificatore da 30W ne dissipa in continuazione circa 120 (per canale....)... per cui vi lascio immaginare che dissipatori ci vogliono... (mi fanno sorridere gli ampli dichiarati in classe A in contenitori rack a 1 unitÓ che diventano a malapena tiepidi...).

 

In virt¨ di questo compromesso e del fatto che vorrei poter ascoltare musica anche d'estate ho scelto di costruirmi il pi¨ piccolo della famiglia, l'Aleph 30 (versione "aggiornata del 3", con possibilitÓ di ingresso bilanciato) da 30W per canale. Il cabinet adottato Ŕ autocostruito attorno ai generosi dissipatori, ricuperati da un azionamento per motori  industriale, in quanto non esistono in commercio a prezzi ragionevoli contenitori a fiancate dissipanti sufficientemente grandi (il rack 4U pesante dissipante dell'HIFI-2000 Ŕ quello che si avvicinerebbe di pi¨ ma forse non Ŕ abbastanza, a meno di optare per due monoblocchi).

 Un altro progetto di Nelson

 

Costruirsi un Aleph non Ŕ difficile, lo schema (che non posso pubblicare qui per questioni di copyright) Ŕ talmente semplice che c'Ŕ chi se lo Ŕ costruito "in aria", senza usare un PCB. Sono disponibili comunque in rete molti stampati, come il front-end universale (va bene per tutta la serie, in quanto il montaggio dei Mosfet finali Ŕ esterno al PCB) che ho usato io.

andrea.pirovano@libero.it

 

Un altro progetto di Andrea

Dac con TDA 1543

di Andrea Pirovano