Autocostruzione        

Power CD Player

Lettore Cd autocostruito + ampli 100 watt

di  Franco

 

 

 Di cosa si tratta

Lettore Cd + Ampli 100 watt

Chi lo ha costruito

Franco   lbrfnc@tele2.it

Caratteristiche particolari

Bellissimo

Mia presentazione

Franco  che ci ha deliziato con altri progetti , ha creato un oggetto davvero interessante e costruito benissimo , bravo Franco.

 

Realizzazione del Power CD Player

 

Era da tempo che pensavo a questo progetto, dopo circa un anno di lavoro è uscita questa cosa:

 

 

Con un lettore CD/DVDrom possiamo realizzare un sistema di grande qualità, il primo passo sarà la realizzazione di un circuito in grado di controllare le varie funzioni, questo è ciò che serve:

 

 

il controller usa un ATMEL 89s52 in grado di comandare la poerta IDE del lettore ed il display.

Un Cdrom così è già in grado di suonare, ma la sua resa in termini di dinamica ed anche come livello di uscita, certamente non è il massimo così, ho pensato di realizzare un DAC da collegare ull’uscita digitale del CD/DVD.

Questo circuito lavora a 24bit – 192Khz – Stereo con una dinamica di 105db e 2,5Vpp di segnale in uscita che possono pilotare direttamente il finale,  (Gainclone conf. parallela 100W su 8ohm).

 

                 

 

Per poter utilizzare l’amplificatore anche con altre sorgenti, è stato inserito uno stadio di ingresso commutabile a relays ciclico come si vede qui:

 

                 

 

L’uscita del DAC quindi è collegata ad uno dei tre ingressi, gli altri restano a disposizione.

Il finale possiamo dire che già di per sé suona bene, ma con l’aggiunta di uno stadio controlli

credetemi abbiamo una resa completamente diversa, il circuito che segue apporta una variazione di +/- 19db sui bassi e +/- 17db sugli alti.

Questo dà una timbrica al suono che ogni tipo di diffusori tirerà fuori doti inaspettate, ovviamente sempre che ce ne sia bisogno, non a caso nel circuito ho inserito una esclusione sempre comandata da relays la quale invierà il segnale pulito pulito al finale.

 

                

 

Come si nota dalle immagini, sul modulo abbiamo due trimmer i quali regolano il bilanciamento ed il volume in modo da adattare il segnale allo stesso livello con e senza controlli. I puristi mi diranno ora: ma come,,, fai transitare il segnale attraverso due trimmer del genere ?  Tranquilli, sui trimmer non c’è segnale ma solo una tensione variabile che comanda l’integrato. Dall’uscita dei controlli, possiamo finalmente raggiungere il finale, passando attraverso il potenziometro “Alps”.

Il finale è realizzato con i noti LM3886 in configurazione a ponte, questi integrati non hanno bisogno di molti commenti, suonano bene, hanno una protezione termica e contro i cortocircuiti,

quindi i nostri diffusori sono protetti, ma NON  nel caso in cui dovesse guastarsi l’integrato.

A questo scopo ho inserito una protezione altoparlanti e antibump che mette definitivamente al sicuro le bobine dei nostri altoparlanti, non appena arrivano circa 3V in continua il relè scollega

i diffusori.

La protezione necessita di un alimentatore a 12V che abbia una capacità di filtro non più alta di 220uF così da essere il primo a scaricarsi ed a diseccitare il relè.

 

 

Tutto ciò ovviamente deve essere alimentato, ed essendoci in gioco circuiti audio e digitali, l’alimentazione del lettore CD/DVDrom è stata rigorosamente realizzata a parte per non dar modo al drive di sporcare tutte le tensioni il tutto viene realizzato in questo modo:

 

                   

 

 

            

Per quanto riguarda la costruzione del mobile, sono state usate tavole da 27mm. Di spessore che una volta tagliate e piallate ho iniziato a lavorare per ricavare le finestre sul frontale, (composto da due parti tagliate con angoli a 15° per dar l’inclinazione necessaria al piano comandi/display.

 

                                 

 

Proseguiamo ora nell’assemblaggio delle varie parti per ottenere il mobile grezzo:

 

 

Ora resta la lucidatura del mobile realizzata con gommalacca:

 

 

 

A questo punto si preparano le targhette in ottone, che verrà lucidato e serigrafato con la tecnica della fotoincisione:

 

    

 

Iniziamo ad inserire le targhette nelle fresature realizzate sul mobile:

 

 

 

ed eccolo pronto per l’inserimento dei componenti

 

 

 

Cabliamo il tutto e siamo pronti per suonare i nostri CD.

 

 

 

 

 

i tasti sono realizzati con dei tappi di chiusura in rame per tubi da climatizzatore.

 

 

Per i lettori interessati, posso fornire a richiesta tutti i moduli relativi a questo progetto,

se volete potete contattarmi all’email che trovate qui:

www.afhifi.altervista.org

 

Un saluto e buon ascolto a tutti !!

 

Franco Alberghini

 

Audiocostruzioni e punto vendita di :

 

                              E tanto Altro

 

Hit Counter

Torna alla pagina iniziale