AUTOCOSTRUZIONE E SCHEDE

Restiling Diffusori Aiwa di Andrè

 

 

SCHEDA

Di cosa si tratta:

Modifica diffusori commerciali


L'importanza di iscrivervi alla newsletter

Chi lo ha costruito:

Andrè gettaol@gmail.com

Caratteristiche:

Interessante

IL PROGETTO

Ciao,

 

Volevo condividere con altri appassionati il restyling di un paio di diffusori acquistati circa 17 anni fa in abbinamento ad un impianto aiwa, pagato dai miei all'epoca ,più di un milione e mezzo. Ancora oggi quell'impianto non fa rimpiangere i soldi spesi.Tuttavia il suo punto debole (oltre a al lettore cd) erano i diffusori appunto. Era un po' di tempo quindi che avevo intenzione di imbattermi nella ricostruzione del box, nel tentativo di migliorarli.

 

 

Le linee guida che ho seguito sono state:

                Mantenere i drivers originali;

                Mantenere il filtro originale (in realtà avevo tentato una modifica che però s'è rivelata un peggioramento)

                Mantenere in generale le caratterstiche dei box originali per non rischiare di peggiorare la situazione, non avendo a disposizione strumenti e conoscenze per effettuare misurazioni serie

 

 

Quindi ho iniziato andando a misurare la Fb (erano, e lo sono ancora, altopatrlanti bass reflex)

semplicemente andando a generare dei toni puri e verificando con uno strumento altamente tecnologico (dito indice della mano destra) quando il woofer rimaneva fermo . Mi sarebbe servita  una volta terminato, per vedere se quella dei nuovi diffusori sarebbe rimasta la stessa. Poi ovviamente ho misurato il volume della cassa e  le dimensioni  vecchio condotto di accordo.

 

Con questi dati in mano ho iniziato a costruire: l'idea era quella di realizzare due torri, alte poco più di un metro. Ho diviso la camera del woofer da quella di tweeter e super tweeter, per riuscire a raggiungere un'altezza adeguata caricando il woofer sempre con lo stesso volume. Sulla base della camera del woofer ho inserito una sorta di mini piramide azteca, per ottenere il volume desiderato pensando anche la fatto che sarebbero anche potute servire a spezzare eventuali onde stazionarie. Antirombo su tutte le pareti e fonoassorbente on po' più abbondante rispetto alla situazione originale: progetto finito.

 

Ascolto: devo dire che sono molto soddisfatto del risultato, sia estetico che sonoro.

Originariamente le casse aiwa producevano un suono un po' impastato, con bassi poco definiti, nel senso per esempio, che si faceva fatica a distinguere la gran cassa della batteria.

Adesso la presenza e la definizione dei bassi è a dir poco raddoppiata, l'estensione, a orecchio, sembra su per giù la stessa. Probabilmente i suoni alti sono ancora troppo forti e graffianti, forse avrei dovuto attenuare un pochino il tweeter.

Non sono specializzato in terminologia ,ma credo che in generale sia aumentata la dinamica del suono riprodotto.

 

 

 

 

Grazie Davide.

Andrè

 

Contatto E-mail: gettaol@gmail.com

 

LINKS

 

 

AUDIOCOSTRUZIONI E' PUNTO VENDITA DI:

                              E tanto Altro

 

Hit Counter

Home